Università, le facoltà in cui la tesi di laurea "costa" più tempo (e forse fatica)

Marcello G.
Di Marcello G.

quanto tempo ci vuole per scrivere la tesi almalaurea

È uno degli elementi che influisce di più sulla regolarità negli studi. Per molti universitari la tesi di laurea rappresenta un vero e proprio scoglio. Non basta aver frequentato ore e ore di lezione, sostenuto decine di esami, essere riusciti ad organizzarsi per finire quanto più possibile ‘in corso’. Per arrivare al tanto agognato titolo c’è quell’ultimo step che, in alcuni casi, porta via davvero tanto tempo. A volte, poi, ci si mettono gli stessi relatori a complicare le cose: tra colloqui mancati, ritardi nelle correzioni e argomenti ostici, dall’ultimo esame alla discussione della tesi possono passare anche parecchi mesi. Almalaurea, nel suo XIX Rapporto sul profilo dei laureati (aggiornato al 2017), ha elaborato la classifica delle facoltà e delle aree didattiche che assorbono più tempo per la prova finale.

Medicina: per scrivere la tesi ci si mette quasi un anno. A Economia e Statistica solo un trimestre

Sarà anche vero che i futuri medici sono quelli che ottengono i voti di laurea più alti. Ma quanta fatica. Dopo 6 anni di corso, infatti, per preparare una tesi in Medicina o Odontoiatria si impiegano in media 8,6 mesi; quasi un anno. Subito dietro si piazzano Architettura e l’area Chimico-Farmaceutica che, per l’elaborato finale, richiedono rispettivamente 6,4 e 6,2 mesi. La maggior parte delle facoltà, invece, impegnano i laureandi per un tempo che sfiora i sei mesi. Alcuni esempi? Giurisprudenza (5,9), Lettere (5,8), Psicologia (5,3), Biologia, Geologia, Agraria e Veterinaria (in tutte, per fare la tesi, ci vogliono circa 5,2 mesi). Per fortuna, però, ci sono anche aree disciplinari in cui la tesi è un passaggio piuttosto ‘veloce’: a Economia e Statistica occorrono appena 3,6 mesi; per Educazione fisica 4; Ingegneria ne richiede solo 4,2.

Triennali molto più veloci della magistrali. Geologia e Biologia le facoltà con la differenza maggiore

Come prevedibile, sono le tesi per le lauree magistrali biennali e per quelle a ciclo unico a far ritardare di più il giorno della discussione. E a far lievitare i valori medi. Per Geologia e Biologia, ad esempio, se una tesi di primo livello porta via solamente 3,1 mesi, quella di secondo livello ne occupa in media 8. Sono le facoltà col differenziale più ampio. Discorso simile per Agraria e Veterinaria: 3,5 mesi per la tesi triennale, 8 per quella magistrale. Stessa cosa per Architettura: 3,5 mesi per l’elaborato di primo livello, 8,2 per quello di secondo. E la musica non cambia per Chimica e Farmacia: 3,2 mesi per la tesina, 7 e mezzo per la ‘tesona’. Così come per Psicologia: 3,5 mesi per la tesi junior, 7,5 per quella senior. Le triennali più veloci? Economia e Statistica (2,6 mesi di media) e Ingegneria (2,7). Ma, in alcune discipline, anche la magistrale ha un finale decisamente rapido. È il caso, ancora una volta, di Economia e Statistica: qui in meno di sei mesi (media di 5,2) si riesce a iniziare e finire la tesi magistrale.
Commenti
Skuola | TV
Adolescenti e relazioni malate

Quando un rapporto è malato? Quali sono i segnali che devono farti allarmare? Di questo e molto altro parlereno nella prossima puntata con il supporto di un sessuologo.

18 ottobre 2017 ore 16:30

Segui la diretta