San Valentino: la Generazione Z trova l'amore... su Instagram

Redazione
Di Redazione
amore social

Nessuno nei paraggi con cui festeggiare questo San Valentino? Niente paura, per trovare in fretta l'anima gemella ci sono i social. Perché sono tanti i ragazzi che non escludono che una storia d'amore possa iniziare proprio dal web. Il 51%, infatti, se navigando tra le varie piattaforme venisse contattato da una persona che non conosce ma che potrebbe piacergli, sarebbe disposto a iniziare un flirt. A dirlo, sono i dati raccolti da Skuola.net – su un campione di 3500 ragazzi tra gli 11 e i 19 anni – in occasione di San Valentino, la festa degli innamorati.

L'amore può nascere sui social? Sì, eccome!


L'amore sui social, ovviamente, funziona ancora meglio se la persona in questione è conosciuta nella vita reale ed è già nell'aria un interesse reciproco. In questo caso, davanti a un approccio digitale, quasi 9 su 10 – l’88% - inizierebbero una chat ben volentieri, per poi passare, presto, a un incontro vero e proprio. Il 12%, invece, si accontenterebbe di sentirlo/a via social, forse per diffidenza (ciò vale soprattutto per i più piccoli, quelli tra gli 11 e 13 anni, dove la quota sale al 22%). Così, consapevole che queste piattaforme rappresentano un vero e proprio "terreno di caccia", qualcuno ci tiene a mettere subito le cose in chiaro: il 30%, quando inizia una nuova relazione, aggiorna il suo stato sentimentale (il 6% sempre e comunque, il 24% solo se è qualcosa di importante).

Le regole "social" del due di picche


Questa abitudine a conoscersi in Rete prima ancora che dal vivo, inoltre, sembra quasi aver portato a una sorta di "regole" per gli "agganci" sui social network. Ad esempio, come ci si comporta per dare il famoso "due di picche"? Ebbene, Quasi 2 su 3 (il 64%), di fronte ad un approccio via web da parte di uno spasimante, a cui però non sono interessati, concedono comunque una risposta, provando a fargli capire di non apprezzare le sue avances. Il 28%, invece, sceglie il silenzio che, a suo parere, dovrebbe essere abbastanza eloquente. Ma c'è anche una buona fetta, l' 8%, che ricorre al blocco immediato del profilo (i più ‘freddi’, ancora una volta, gli 11-13enni: qui il tasso di ‘rimbalzo’ raddoppia al 16%), considerandolo una strategia "consentita" per rifiutare una proposta romantica online.

Instagram, re dell'amore online


Ma quali sono, a parere dei ragazzi, le piattaforme più adatte per cercare un potenziale fidanzato (o fidanzata)? Senza dubbio Instagram (80%). Il social network più usato dai giovani di oggi è anche quello preferito per farsi avanti con una persona che gli piace. Dietro di lui il vuoto: per trovare la prima alternativa si precipita al 5% dei voti, quelli raccolti da Lovoo, sito specializzato negli incontri online. Terza piazza, pari merito, per il sempreverde Facebook e per altre due piattaforme studiate ad hoc per i cuori solitari: Meetic e Tinder (tutti e tre, però, si fermano al 3%).

Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta