Hereton di Hereton
Ominide 18 punti
Questo appunto contiene un allegato
Mappa concettuale Romanticismo scaricato 130 volte

Romanticismo


In Italia il movimento romantico inizia nel 1816, ma nel resto dell’Europa si annuncia alla fine del Settecento; pur tuttavia in Italia è anticipato nelle opere preromantiche di Foscolo.
Se per “romanticismo” intendiamo una categoria storica, allora lo si colloca nei primi 50 anni dell’Ottocento, se invece ne parliamo come “ movimento” facciamo riferimento a tutti quegli artisti che condividono aspetti tipici del Romanticismo, pur non sentendosene parte, come Leopardi. Si parla di romanticismo negativo quando esso insiste di più nelle tematiche appunto negative, come la malinconia, il mistero, l’orrore, positivo quando è legato all'esaltazione del nascente concetto di nazione, e quindi rivolto a tematiche patriottiche, eroiche, storiche, popolari.
Il passato è visto come la fase di un processo in cui ogni momento è indispensabile-positivo perché messaggero di qualcosa da imparare: è da tenere presente, però, che per il Romanticismo positivo lo studio è rivolto sempre a qualcosa di alto, ideale, mai utilitaristico. Ne consegue che non tutti i momenti storici sono valutati positivamente; dall'altra parte, quello che chiamiamo Romanticismo “ negativo” esprime la percezione delle distonie storiche, dei conflitti e delle contraddizioni di una società che ha ampiamente disatteso le premesse illuministiche con acuta anticipazione. Il progresso industriale ha consegnato l’uomo ad un falso progresso, fatto di crisi economiche cicliche con cui l’uomo non riesce più ad interagire.
I temi del Romanticismo europeo sono: il rifiuto della ragione e per tutto ciò che sfugge alla ragione stessa come l’attività onirica e la follia(soprattutto per l’artista che produce opere in uno stato che sfugge alla ragione, all'utile e a ciò che è piatto, quotidiano, razionale, freddo). Il soggettivismo rappresenta l’unico dimensione che , come quella infinita, vale la pena di esplorare: contro ad ogni tipo di materialismo, rinascono sentimenti di spiritualità, di gusto per l’esoterismo e l’occultismo.” Il sonno della ragione produce mostri …
La tensione verso l’infinito si traduce in uno stato di costante inappagamento, di “ desiderio del desiderio”, di sehnsucht, oppure nel desiderio di aprirsi verso mondi lontanissimi, esotici.., anche dal punto di vista temporale, come un movimento di fuga verso qualcosa di passato, che più che un’evasione dalla realtà, esprime un rifiuto della realtà.
L’età dell’infanzia, come quella del primitivo o della tradizione popolare, sono miti vagheggiati dai romantici come mondi puri, incorrotti,autentici,non ancora contaminati dalla civiltà moderna.
Premesse le ideologie politiche dell’epoca e la nuova condizione dell’intellettuale, esule in una società dove l’unico valore sembra essere quello del profitto,restano da individuare le peculiarità del Romanticismo italiano,rispetto al resto dell’Europa: data l’assenza del conflitto tra intellettuale e società nel nostro paese, dovuta alla mancata modernizzazione industriale, l’artista italiano è impegnato soprattutto nell'azione politica( Risorgimento). In linea con la funzione positiva del movimento, i nostri intellettuali privilegiano l’attenzione al “ vero”, e all'impegno politico e civile,rivolto verso le classi medie: è un atteggiamento costruttivo, di crescita della collettività italiana. E’ da ricordare l’assenza di una lingua d’uso comune anche per problemi di comunicazione: l’unificazione nazionale passa anche attraverso la ricerca di un codice linguistico comune. La soluzione manzoniana è quella del fiorentino medio parlato, appunto perché lingua viva,parlata in tutte le sue sfumature, e non letteraria, angusta e priva di termine per tutte le situazioni, quindi non fruibile da tutti.

Hai bisogno di aiuto in Percorso maturità 2018: idee per mappe concettuali?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email