Erectus 1119 punti

Catullo - Biografia

Gaio Valerio Catullo nasce nel 84 avanti Cristo e muore nel 54 ma lo storiografo Girolamo nel suo Chronicon posticipare la data di morte. Vive in un'importante famiglia Veronese e trascorre l'adolescenza a Sirmione, villa sul lago di Garda. Non ancora ventenne si reca a Roma per perfezionare la sua istruzione e frequenta il cenacolo dei poetae novi. Erano un gruppo di giovani lontani dalla vita politica, giudicati da Cicerone con il termine di neoterici per il loro disimpegno di tendenza epicurea e la concezione di poesia come lusus ovvero gioco. La loro poesia si ispira la poesia greco-ellenistica di Callimaco i loro componimenti erano epilli inferociti di erudizione, riferimenti mitologici e tematiche private come amore, amicizia, viaggio, invettive. Tra i poetae novi di maggiore spicco troviamo Elvio Cinna e Licinio Calvo.

Catullo segue il governatore Gaio Memmio in Bitinia ma non si appassiona alla politica, accetta di essere l'accompagnatore del governatore solo per provare a dimenticare Lesbia, la sua amata. Lesbia è uno pseudonimo in onore dell'isola natia di Saffo ma il suo vero nome è Clodia, sorella di Publio Clodio Pulcro, moglie di Quinto Metello Celere e amante di Clodio, accusato di aver avvelenato il marito e difeso da Cicerone nella Pro Caelio.

Clodia ebbe un rapporto turbolento con Catullo, il poeta dovete ritornare a Verona per la morte del fratello ma dopo il processo contro Celio si ricongiunge con l'amata. Catullo amori appena trentenne probabilmente per la mala tussis di cui parla nei suoi Carmina, una forma di tisi.

Hai bisogno di aiuto in La fine della Repubblica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email