Questo appunto contiene un allegato
Terrorismo e gli Attentati - Rilfessione scaricato 2 volte
Video appunto: Terrorismo e gli Attentati - Rilfessione

Riflessioni sul terrorismo e gli attentati



Domande da cui partirò per la stesura delle mie riflessioni: Quanto possono essere privi di cultura questi «uomini» per mascherare con la religione qualcosa che di religioso non ha proprio niente come la guerra?
Fino a che punto potranno spingersi in questo loro intento di diffondere la legge di Allah in tutto il mondo?
Riusciremo a fermarli?


ISIS, mascherare la guerra con la religione: Come detto dal Papa, infatti, cercare di diffondere una religione con la violenza significa bestemmiare, ed è proprio questo quello che sta facendo l’Isis.
Infatti nessun testo religioso o religione afferma che bisogna uccidere qualcuno se ha un pensiero spirituale diverso.
Proprio per questo quel che sta facendo l’Isis è cercare di uccidere quante più persone possibili mascherando questa loro violenza con la religione, anche se come già detto la guerra non ha niente che possa avere a che fare con lo spirito.

Fino a che punto si spingeranno? Per quanto riguarda invece la domanda «fino a che punto potranno spingersi?» io credo che, essendo queste persone ignoranti, drogate e senza un briciolo di coscienza, non avranno nessuna pietà. Come dimostrato dal video e dai fatti più recenti, infatti, sembrano dimostrare di non avere nessuno scrupolo anche di fronte a bambini, donne o anziani.
Altro particolare a riguardo è che queste persone non hanno nemmeno nessun problema a suicidarsi facendosi esplodere «se Allah glielo ordina».

Riusciremo a fermarli? Importante questione è anche se riusciremo a fermarli. I dati sono a favore nostro e di tutte le persone sane del mondo (infatti i combattenti arruolati all’Isis sono «solo» circa 500.000), però particolare che a molti sfugge è che, come ribadito anche da loro nel video-messaggio, i miliziani dell’Isis sono ovunque e nessuno ci può confermare che non ce ne siano alcuni anche nella nostra città, o persino nel nostro quartiere.
Dati a favore dell’Isis sono anche la tenacia (infatti hanno detto che nonostante le bombe lanciate dai francesi continueranno nel loro intento con ancora più voglia di vendetta) e l’astuzia.
Infatti sono riusciti in ogni loro attentato ad organizzare tutto nei minimi dettagli, progettando ogni particolare.