Ominide 1148 punti

Gestione della memoria e DDL

Il DDl ( Dynamic Linked Libraries, librerie a collegamento dinamico ) è il collegamento di una routine che non avviene con l'esecuzione del Link Editor, ma al momento dell'esecuzione dell'applicazione che ne fa uso. Il collegamento dinamico è caratterizzato da alcuni vantaggi rispetto al collegamento statico eseguito dal link editor: il collegamento dinamico permette la condivisione del codice; L'uso delle librerie a collegamento dinamico semplifica la manutenzione delle applicazioni che lo utilizzano; Le applicazioni occupano minor spazio di memoria.
Un sistema operativo con supporto per il multitasking permette di eseguire più programmi contemporaneamente.
La gestione della memoria avviene secondo:
1. partizioni fisse: consiste nello stabilire il numero delle partizioni (ad esempio 5) e la dimensione.
I problemi sono:1) Frammentazione interna: sarebbe lo spazio libero che rimane all'interno della partizione;
2) Se dovessi avere cinque processi posso caricare solo quei cinque.
3) Non posso caricare un processo più' grande della partizione che ho.
2. partizioni variabili: qui bisogna lasciare libera la memoria e creare delle partizioni di dimensione variabile pari alla dimensione del processo che viene caricato..Il principale problema è la frammentazione esterna = La memoria nel tempo viene frammentata perciò ogni tanto bisogna fare un compattamento che consiste nello spostare i programmi in memoria in modo da creare un unico spazio libero in coda..
Hai bisogno di aiuto in Informatica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email