Ominide 6603 punti

Il settore estero

Con l'espressione settore estero (o Resto del mondo) si definisce l'insieme dei soggetti economici che operano fuori dai confini nazionali e che entrano in relazione economica con i soggetti che operano nel Paese.
Il settore estero, in definitiva, é composto dalle famiglie, dalle imprese e dagli altri Stati esteri che concludono rapporti economici con famiglie e imprese del nostro Paese o con lo Stato italiano.

Ma quali sono, concretamente, questi rapporti?

Tra i rapporti più comuni e ricorrenti che un Paese intrattiene con l'estero possiamo elencare i seguenti:
• esportazioni e importazioni di merci, che riguardano i beni venduti o acquistati all'estero;
• acquisti effettuati dai turisti italiani all'estero o dai turisti stranieri in Italia;
• impiego di fattori produttivi nazionali all'estero o di fattori esteri in Italia. Pensa, per esempio, alla manodopera straniera che lavora in Italia o alle imprese italiane che trasferiscono i propri macchinari in Paesi esteri dove i salari e le imposte sono più bassi;

• esportazione e importazione di capitale finanziario per la concessione di prestiti o per la vendita e l'acquisto di titoli di credito.

Il valore monetario delle operazioni economiche in entrata e in uscita concluse tra un Paese e il Resto del mondo tende, in teoria, a equivalersi. In caso di uscite maggiori rispetto alle entrate (deficit) il Paese vive al disopra delle proprie possibilità e si indebita nei confronti dell'estero.
La situazione di deficit, come accade anche per le famiglie e per le imprese, non puo' essere sostenuta per un lungo periodo di tempo.

Hai bisogno di aiuto in Economia & Ragioneria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email