Ominide 2005 punti

Caratteristiche generali del cuore


Le dimensioni e il peso modesto del cuore non lasciano intendere la sua incredibile forza. Il cuore, cavo e di forma conica, è grande approssimativamente come il pugno della persona e pesa meno di 500 grammi. Confortevolmente racchiuso nella parte inferiore del mediastino, la cavità mediale del torace, ha ai due lati i polmoni .
L’apice, più appuntito, è rivolto in basso, a sinistra e in avanti, e poggia sul diaframma, approssimativamente a livello del quinto spazio intercostale. La parte posteriore superiore, la base, da cui emergono i grossi vasi sanguigni, è rivolta in alto e a destra e si trova sotto la seconda costa. Il cuore è contenuto in un sacco chiuso formato da una doppia parete, il pericardio. La parte più esterna di questo sacco, che segue nell’insieme la forma del cuore, è il sacco pericardico fibroso. Questa lamina fibrosa contribuisce a proteggere il cuore e ad ancorarlo alle strutture adiacenti, come il diaframma e lo sterno. Internamente al pericardio fibroso si trova la sierosa pericardica formata da due strati.

Lo strato parietale riveste internamente il sacco fibroso del pericardio. A livello della faccia superiore del cuore, questo strato parietale aderisce alle grosse arterie che partono dal cuore e poi si piega e continua verso il basso come strato viscerale, o epicardio, che fa realmente parte della parete del cuore . Tra lo strato parietale e quello viscerale si trova un liquido lubrificante da essi stessi prodotto, che permette al cuore di contrarsi con facilità in un ambiente relativamente privo di attrito, poiché i due strati del pericardio sieroso scivolano agevolmente l’uno sull’altro. Le pareti del cuore sono composte da tre strati: l’epicardio (il foglietto viscerale del pericardio descritto sopra) più all’esterno, il miocardio e l’endocardio, che è il più interno. Il miocardio è costituito da grossi fasci di tessuto muscolare cardiaco incurvati e ripiegati con andamento spirale . È lo strato che effettivamente si contrae. Il miocardio è rinforzato internamente da un’impalcatura di tessuto connettivo denso, fibroso, che forma lo «scheletro del cuore». L’endocardio è una lamina sottile e lucente di endotelio che riveste le cavità cardiache e continua con il rivestimento interno dei vasi sanguigni che escono ed entrano nel cuore.
Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email