Sapiens 9134 punti

I bradisismi


Oltre ai terremoti, la crosta terrestre è soggetta a movimenti verticali di abbassamento o di sollevamento, molto lenti, ma di durata lunga che si chiamano “bradisismi”. Essendo molto lenti, essi non possono essere avvertiti dall’uomo e sono le coste marine a costituire un punto di riferimento.
Per la prima volta, i bradisismi furono osservati in Svezia in cui, dopo un secolo, si notò che la regione si era innalzata di un metro. Comunque è la natura stessa che ci offre il mezzo per osservare questi movimenti. Tali mezzi sono: presenza di piattaforme di abrasione, solchi di erosione marina, grotte sicuramente scavate dal mare, rocce forate dai molluschi marini che perforano le rocce calcaree, anche a notevole altezza sul livello del mare. A volte, si notano anche territori che un tempo erano isole costiere e che ora sono collegate alla terraferma con dei cordoni.
Esistono regioni in cui si alternano un bradisismo discendente (chiamato anche positivo) ed un bradisismo ascendente (chiamato anche negativo). Il primo dà luogo ad un fenomeno di sommersione, da parte del mare, di tratti più o meno ampi di terraferma. Il secondo, invece, dà luogo ad una regressione marina che fa emergere nuove terre. Un caso molto conosciuto è la zona di Pozzuoli, presso Napoli, dove sorge un antico edificio del I secolo d.C. .Le colonne di questo edificio, ovviamente costruito fuori dell’acqua, presentano fori provocati da molluschi marini e questo prova che per un certo periodo esse erano sommerse dal mare. Successivamente esse sono riemersi a seguito di un altro bradisismo, questa volta ascendente. Nella prima metà del XVII secolo, ricominciò un bradisismo discendente, ma nel febbraio 1970, quasi, il bradisismo si invertì e la velocità di sollevamento fu talmente preoccupante da far subire notevoli danni a molti edifici della zona.
Occorre distinguere bradisismi locali e bradisismi regionali. Fra i primi rientra il caso di Pozzuoli, in cui il bradisismo, che interessa una regione poco estesa, è causato dal l’aumento di volume di certe rocce in presenza dell’acqua oppure dall’asportazione di rocce solubili che provoca un lento abbassamento di quelle sovrastanti.
I secondi interessano zone molto vaste, come il caso della Scandinavia in cui il riassestamento isostatico della regione è dovuto al peso della potente calotta glaciale.
Bisogna precisare che le tracce di sommersione o di emersione trovate sulle coste non sempre stanno ad indicare un fenomeno di bradisismo, perché in molti casi anche il livello marino ha subito oscillazioni.
Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email