Genius 2527 punti

Churchill, Winston

Blenheim 1874 - Londra 1965
Uomo politico britannico

Dal 1900 è deputato, prima nei seggi conservatori, e poi in quelli dei liberali. Diviene Sottosegretario di stato, e più volte ministro e Lord dell'ammiragliato (1911). Sua è la responsabilità, nel 1915, della spedizione militare nei Dardanelli, il cui fallimento lo costringe a un periodo di "riposo". Nel 1917 riprende l'attività pubblica con la carica di ministro della guerra e dell'aviazione (1919-1921). Rientrato nelle file dei conservatori, nel 1924, è nominato cancelliere dello scacchiere e conduce una rigorosa politica economica antinflazionistica e antisindacale. Passa all'opposizione nel 1929. Fortemente anticomunista, e inizialmente favorevole al regime fascista italiano, comprende i pericoli di una possibile guerra. Assume per la seconda volta l'incarico di Lord dell'ammiragliato nel 1939, e l’anno successivo sostituisce Arthur Neville Chamberlain alla guida del paese. Diventa così il simbolo della resistenza inglese alla Germania nazista, acquistando consenso e prestigio internazionale. E’ molto noto il suo discorso di Fulton (USA) del 1946 che è considerato il momento di avvio della guerra fredda per l’impronta antisovietica. La vittoria dei laburisti nel 1945 lo porta nuovamente all’opposizione, ma torna alla guida del governo negli anni 1951-1955. Churchill è anche autore di opere storiche tra cui le monumentali memorie sulla guerra (La seconda guerra mondiale) che gli valsero nel 1953 il premio Nobel per la letteratura.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email