Foglio rosa a 17 anni e niente alcol alla guida

Cristina Montini
Di Cristina Montini


Troppe sono le notizie che negli ultimi giorni ci hanno informato di stragi consumate sulle strade e di giovani vite che non ci sono più. Ciò che rende ancora più allarmante questa situazione è che gran parte di questi incidenti sono stati provocati da conducenti che guidavano sotto l'effetto di alcool, o droga o di entrambi.

LA NOTIZIA - Per questo ieri è stato approvato alla commissione Trasporti della Camera un testo volto a migliorare la sicurezza sulle nostre strade, sopratutto per quanto riguarda i giovani. In sintesi, ci saranno sanzioni più severe e nuove regole per una riforma ampia delle norme sulla sicurezza stradale: dal foglio rosa a 17 anni, alla scatola nera a bordo delle automobili, al divieto assoluto di alcol per giovani e autisti di professione. Queste norme potrebbero essere recepite in un decreto del governo per varare d'urgenza una stretta sul fronte della «piaga sociale» degli incidenti stradali

NIENTE ALCOL ALLA GUIDA - Sale a sei mesi dagli attuali tre - per esempio - il minimo di arresto per chi guida con un tasso alcolemico superiore a 1,5 grammi per litro o sotto l'effetto di droga. Ma è anche prevista l'introduzione del tasso alcolemico zero, un divieto assoluto di bere alcolici per chi ha meno di 21 anni e per chi è alla guida per lavoro (autisti, autotrasportatori). Come alternativa al carcere, per le pene detentive previste dal codice della strada, è previsto l'affidamento ai servizi sociali per attività «preferibilmente nel campo dell' assistenza alle vittime della strada e alle loro famiglie».

GUIDARE A 17 ANNI - Sicuramente positiva la proposta del foglio rosa a 17 anni: in questo modo potrete fare pratica con i vostri genitori per ben un anno prima di prendere la patente. Questo vi aiuterà sicuramente a imparare meglio la guida, con rischi annessi e connessi.

LIMITI PIU SEVERI - Accanto a una maggiore severità anche nella «tabella» delle infrazioni che fanno perdere punti della patente, il testo prevede l'introduzione di multe più alte anche per l'eccesso di velocità: per esempio, un aumento da 370 a 500 euro delle sanzioni minime per chi supera il limiti di oltre 40 km/h e meno di 60 km/h, e da 1.458 a 2.000 euro delle sanzioni massime. Con in aggiunta la sospensione della patente da tre a sei mesi. Può inoltre arrivare fino a 3.200 euro l'aumento previsto per la multa massima per chi supera i limiti di oltre 60 km/h. Potrebbe essere poi introdotta più severità nei limiti per i principianti alla guida: nel primo anno dal conseguimento della patente B il testo prevede il divieto di superare i 90 km/h in autostrada (il limite attuale è 100) ed i 70 Km/h per le strade extraurbane principali (oggi 90).

LIMITI LEGALI E LIMITI DI COSCIENZA - L'alcool e le droghe sono sostanze che possono alterare in modo significativo il nostro stato di coscienza e di attenzione e questo accade anche se le quantità assunte non sono elevate. Una bella tabella elaborata dal Ministero della Salute, ci spiega che anche senza raggiungere il tasso alcolemico limite dello 0.50 grammi per litro, alcune delle nostre attività cerebrali risultano compromesse(clicca qui per scaricarla). Insomma, se già normalmente non sai fare 2+2, non pensare che bevendo le cose migliorino! Anche chi beve solo “un goccetto” è comunque soggetto ad una riduzione dell'attenzione, alla riduzione della capacità di coordinamento motorio e alla riduzione visione laterale.

OLTRE IL LIMITE - Quando si arriva o si superano i 0.50 grammi consentiti per legge, i sintomi si fanno ovviamente più seri: i riflessi risultano alterati, diminuisce la capacità di reagire agli stimoli sonori e luminosi, viene compromessa sia la capacità di giudizio e autocontrollo che la capacità visiva. E se poi la quantità di alcool assunta e davvero considerevole, si può addirittura arrivare allo stato di incoscienza.

UN BUON CONSIGLIO - In un'altra tabella, sono riportate delle statistiche, divise per fascia di età, sesso e peso, per capire quando si diventa ubriachi. Qui si ricorda che: “Non esistono livelli di consumo alcolico sicuri alla guida. Il comportamenti più sicuro per prevenire un incidente alcolcorrelato è evitare di consumare bevande alcoliche se ci si deve porre alla guida di un qualunque tipo di veicolo”.

Voi cosa ne pensate? Ditecelo commentando l'articolo!

Commenti
Skuola | TV
Amore e sessualità, quello che non sai sulla tua sicurezza

Sesso sicuro, come proteggersi? Tutte le risposte nella prossima puntata della Skuola | Tv!

7 dicembre 2016 ore 16:30

Segui la diretta