Ominide 50 punti

GENITIVO

1. Funzione d’Appartenenza:
a. G. di possesso: indica a chi appartiene una persona o una cosa.
Es: Cimon, Militiadis filius  Cimone figlio di Miliziade.
b. G. epesegetico: indica a quale categoria va riferito un nome (denominazione)
Es: Vulgare amici nomen est: è comune il nome di amico
c. G. di qualità: indica le qualità possedute da una persona.
Es: vir consili magni et virtutis: uomo di grande senno e virtù
d. G. di pertinenza: (di convenienza) indica la persona a cui tocca il dovere di compiere un’azione.
Es: Est adulescentis maiores natu vereri: è dovere del giovane rispettare gli anziani
e. G. d’età: esprime l’età di una persona.
Es: Hannibalem annorum novem: Annibale di nove anni.
f. G. di misura: esprime una misura
Es: Caesar extruxit valium XII pedum: Cesare costruì una palizzata di 12 piedi.

2. Funzione Partitiva:
a. Indica il tutto di cui viene presa in considerazione solo una parte.

3. Funzione di relazione: è usato per specificare a quale realtà va riferito un nome.
a. Dopo sostantivi che esprimono un’azione.
Es: cupiditas regni : desiderio di regnare.
b. In dipendenza da aggettivi che indicano:
i. Desiderio, passione, avversione: cupidus (desideroso), avidus (avido)
ii. Abbondanza, mancanza: plenus (pieno), vacuus (vuoto)
iii. Conoscenza, esperienza, ricordo: peritus (esperto), imperitus (inesperto)
iv. Somiglianza e dissomiglianza: similis (simile), dissimilis (dissimile)
c. Participi presenti usati come aggettivi: amans (amante), cupiens (desideroso)

4. Genitivo con i verbi:
a. Verbi di stima: aestimo, habeo, puto, duco, facio se accompagnati da un avverbio di quantità in genitivo (magni, minimi, parvi) assumono il valore di stimare, considerare.
b. Verbi di memoria: mimini, reminiscor e obliviscor sono seguiti dal genitivo della persona o della cosa ricordate.
c. Verbi di accusa e condanna: i verbi che esprimono idea di accusare (Accuso, insimulo, arguo), condannare (damno, condemmo, absolvo)e assolvere sono seguiti dal genitivo indicante la colpa di cui si è accusati o assolti.
d. Verbi pienezza abbondanza o privazione: alcuni verbi con l’idea di completamento o abbondanza (impleo, completo, repleo) o di privazione (egeo, indigeo) sono seguiti dal genitivo.
e. Genitivo con interest o refert: interest o refert (interessare) sono seguiti dal genitivo della persona a cui interessa una cosa. La cosa che importa è espressa con un pronome neutro, con un infinito o con una subordinata soggettiva.

f. Genitivo verbi impersonali: utilizzato con i verbi impersonali piget (dispiacersi), puder (vergognarsi) paenitet (pentirsi) taedet (annoiarsi) miseret (aver pietà) per esprimere la cosa di cui ci si dispiace, pente ecc…

Registrati via email