Dal contrasto della libido con quelle forze che provano ad applicare gli uomini, nascono i fenomeni psichici, che sono cinque:
- I sogni, espressioni deformate e simboliche dei desideri repressi;
- Gli atti mancati, (lapsus – scivolata) : non sono casuali, ma manifestazioni del contrasto tra libido e forze che tendono a controllarla;
- Le malattie mentali; queste si possono curare facendo emergere i conflitti che le causano in un colloquio tra medico e paziente . A questo punto avviene il transfert, cioè il trasferimento dei sentimenti del malato sul medico;
- La sublimazione, che corrisponde al trasferimento della libido su altri oggetti, non trovando sfogo;
- I complessi, meccanismi psichici comuni alla razza umana, che si ripetono (es. complesso di Edipo: i bambini si innamorano della madre ed odiano il padre, viceversa per le bambine). Qui colleghi a Hitler

La scoperta più sensazionale di Freud corrisponde a una nuova visione dell’inconscio, riconducibile a una realtà psichica intima manifestata esternamente dal conscio. Ciò può essere considerato un pensiero rivoluzionario; difatti, fino a quel momento, era stato analizzato l’Io, il quale era andato ad identificarsi in coscienza e consapevolezza.

 Dunque Freud arrivò ad introdurre una grande novità: i processi psichici di per se sono inconsci, quelli consci sono rappresentati solo da una piccola parte.
 Egli definì la cosiddetta “Malattia psicofisica” descritta non da un’origine fisica della malattia mentale, bensì dall’idea di un’origine psichica, ben più complessa.

Registrati via email