Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

• Il dato costituzionale: l’art 28

- Spiegazione storica: norma presuppone la responsabilità

dell’amministrazione e si limita a stabilire che essa non

sostituisce la responsabilità dei funzionari ma si aggiunge

a questa responsabilità solidale e non sussidiaria

- Il presupposto della violazione di diritti: la lettura che

interpreta in senso tecnico la disposizione; la contraria

lettura secondo cui la costituzione non prenderebbe

posizione in ordine al problema 11

Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

• Responsabilità extracontrattuale per attività

di diritto comune

- Rapporto organico: mentre per l’imputazione degli atti

giuridici si distingue tra organi ed uffici, con riguardo alla

responsabilità si considera in posizione di rapporto organico

chiunque sia inserito nell’organizzazione amministrativa

- applica appieno art 2043 c.c. 12

(Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

- Responsabilità diretta sia del funzionario che

dell’amministrazione (che risponde in base ad art 2043 e

non ad art 2049); di fatto ad essere chiamata in giudizio è

l’amministrazione (funzionario è meno solvibile e risponde

verso i terzi soltanto per dolo e colpa grave); logicamente

l’amministrazione che abbia risarcito può rivalersi nei

confronti del funzionario (non in base alle regole dell’art

2055 relative alla responsabilità solidale, bensì secondo

quelle della responsabilità amministrativa)

- Il problema della rottura del rapporto organico: sicura rottura

nel caso in cui il funzionario 13

(Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

abbia agito per fini egoistici; la possibilità sussista rapporto

organico anche se il comportamento configuri un reato;

centralità della casistica giurisprudenziale

- Il requisito del dolo o della colpa richiesto dall’art 2043:

dal momento che la responsabilità dell’amministrazione è

una estensione della responsabilità del funzionario, assume

rilievo l’elemento psicologico costituito dal dolo o colpa

del funzionario

- Estensione giurisprudenziale di questi principi: ai danni

causati dall’esercizio di poteri amministrativi in carenza di

potere 14

(Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

(senza bisogno di alcuna analisi circa dolo o colpa); nonché ai

danni da attività materiali conseguenti all’esercizio di poteri

discrezionali (art 2043 come limite esterno alla

discrezionalità: amministrazione deve comunque usare

ordinarie regole di diligenza e 15

(Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

deve tutelare l’affidamento con conseguente obbligo di

evitare “trabocchetti”)

• Responsabilità extracontrattuale per l’esercizio di poteri

amministrativi

- l’originaria posizione della giurisprudenza: è danno ingiusto

quello che consegue dalla violazione di diritti soggettivi

- la costruzione giurisprudenziale di alcuni interessi legittimi

come diritti soggettivi ed il riconoscimento della risarcibilità

della loro violazione: la teoria dei diritti affievoliti che, una

volta annullato l’atto, tornano ad essere diritti e sono

risarcibili l’esito di riconoscere la risarcibilità degli

⇨ 16

(Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

interessi legittimi oppositivi

- l’apertura dell’ordinamento comunitario alla risarcibilità

degli interesse pretensivi

- la lettura dell’art 2043 che è alla base dell’idea della non

risarcibilità degli interessi legittimi: art 2043 come norma

secondaria che sancisce la violazione di norme primarie di

divieto; risarcimento come sanzione di illecito tipizzato; ad

essere ingiusto, secondo l’art 2043, è la condotta e non il

danno; danno qualificato dall’essere non soltanto non iure

(non giustificato da alcuna norma) ma anche contra ius

(lesivo di diritto soggettivo 17

Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

riconosciuto da una norma)

- superamento di questa lettura dell’art 2043: norma primaria in

quanto più che sanzionare un divieto stabilito da altra

norma, pone essa stessa il divieto di arrecare danni ingiusti;

danno ingiusto è quello non iure, cioè 18

(Segue) Vizi dell’attività amministrativa: l’illiceità di atti e

comportamenti dell’amministrazione (la responsabilità

risarcitoria)

quello non giustificato da altra norma e lesivo di interessi

che l’ordinamento in vario modo considera rilevanti

- Corte Cass, sez un. 1999, n. 500 e l. 2000, n. 205 secondo

cui i Tar, nell’esercizio loro giurisdizione, conoscono

anche delle questioni relative al risarcimento del danno

- alla ricerca del danno risarcibile: il danno come perdita o

mancato conseguimento del bene rispetto all’ipotesi che

l’amministrazione avesse agito legittimamente; il danno

come perdita di chances rispetto all’ipotesi che 19


PAGINE

20

PESO

67.58 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Diritto Amministrativo I, tenute dal Prof. Antonio Brancasi nell'anno accademico 2011.
La presentazione affronta il tema dell'invalidità degli atti amministrativi per difformità dal diritto, illiceità di comportamenti della P.A., responsabilità risarcitoria.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Amministrativo I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Brancasi Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto amministrativo i

Diritto amministrativo - Fonti
Dispensa
Procedimento amministrativo
Dispensa
Organizzazione
Dispensa
Riassunto esame Diritto Amministrativo I, prof. Marzuoli, libro consigliato Diritto delle Amministrazioni Pubbliche di Sorace
Appunto