Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Meccanismo degli ormoni steroidei

• Gli ormoni steroidei, agiscono attraverso il recettore della vitamina D, una

proteina nucleare

• Come i recettori per gli ormoni steroidei , il VDR possiede un sito di legame

all’ormone e un dominio di legame al DNA

Azioni della Vitamina D

• Il recettore della vitamina D si complessa con

altri recettori intracellulari (retinoid­X receptor).

Gli eterodimeri si legano al DNA e modulano

l’espressione genica

• I complessi D3­recettori attivano o sopprimono

l’espressione genica

• I recettori legano diverse forme di colicalciferolo.

L’affinità per il 1,25­D è circa 1000x della 25­

3

D3 e ciò spiega la relativa potenza biologica

• VDR è presente in 30 tipi cellulari differenti

La somministrazione di Vitamina D ha effetto benefico sul rachitismo

Se alla mancanza di una sintesi endogena si aggiunge una mancanza di apporto esogeno

(insufficiente apporto alimentare o diminuito assorbimento) compare la carenza

­incurvamento

Rachitismo ­gambe arcuate

­malformazioni delle

(Insufficiente mineralizzazione del tessuto ­giunture o delle ossa

osseo e della matrice cartilaginea di ­fratture

neoformazione) ­lento sviluppo dei denti

­debolezza muscolare

Osteomalacia • debolezza muscolare

• fragilità ossea con tendenza

(Demineralizzazione delle ossa già alla rottura

formate) • forti dolori a livello osseo

• deformità ossea

Osteoporosi

demolizione della matrice osteoide

Fonti olio di fegato di merluzzo, pesci grassi, tuorlo

alimentari d’uovo, fegato, latte intero, burro e formaggi grassi

La sintesi cutanea soddisfa quasi tutto il fabbisogno

dell’organismo

La vitamina D circola nel sangue legata a proteine

specifiche (DBP)

Preparazioni contenenti Vitamina D

Ergocalciferolo o calciferolo (Vit. D )

2

Colecalciferolo (Vit. D )

3

Diidrotachisterolo (DHT)

1­idrossicolecalciferolo (alfacalcidolo)

1,25­diidrossicolecalciferolo (calcitriolo)

Prevenzione della carenza di vitamina D

Profilassi e cura del rachitismo nutrizionale

Trattamento del rachitismo e dell’osteomalacia di origine metabolica

Ipocalcemia dell’ipoparatiroidismo

Prevenzione e trattamento dell’osteoporosi post­menopausale (calcitriolo)

VITAMINA E

­Termine generico per indicare di un gruppo di lipidi:

i tocoferoli

­Anello aromatico sostituito con una lunga catena isoprenoide

β, γ, δ­tocoferoli

­otto tocoferoli naturali (α, e tocotrienoli)

­a causa della loro idrofobicità si associano alle membrane cellulari, ai lipidi di

riserva e alle lipoproteine del sangue

­viaggiano in circolo legati alle lipoproteine HDL o LDL

­Antiossidanti biologici VITAMINA E

α­tocoferolo

L’ è quello più

frequente e presenta l’attività

biologica più elevata

β­ γ­tocoferoli

I e hanno un’attività vitaminica ridotta

(rispettivamente 30% e 15% circa dell’attività della forma )

α

δ­tocoferolo

Il invece è praticamente inattivo

L’α­tocoferolo è uno dei più potenti antiossidanti biologici ,

il più importante nel sangue umano

­previene la perossidazione degli acidi grassi insaturi delle membrane bilogiche in

quanto neutralizza i ROS

Inoltre, la vitamina E agisce in sinergismo con altri glutatione perossidasi, catalasi,

superossido dismutasi

sistemi antiossidanti ed in particolare alcuni enzimi:

Vitamina E come un antiossidante

. →

R R + TOH RH + TO .

1

HO CH

. 3

Phythyl Tail CH CH

O

R O 3 3

2 (CH ) CH(CH ) CH(CH ) CH(CH )

R 2 3 2 3 2 3 3 2

3 CH CH

O

3 3

Chromane Head CH 3

R R R

1 2 3

CH CH CH

α 3 3 3

CH H CH

β 3 3

H CH CH

γ 3 3

H H CH

δ 3

Altri ruoli metabolici minori associati alle sue proprietà antiossidanti

Agisce come agente anti­coagulante

Promuove la regolare formazione dei globuli rossi

Sembra esserci una relazione tra le vitamine A ed E :

L’

assorbimento della vitamina A è potenziato dalla vitamina E ( aumenta la concentrazione nel

fegato e in altre cellule): forse l’azione antiossidante della vitamina E impedisce la degradazione

della vitamina A

Sembra che l’interazione della vitamina C con il radicale libero del tocoferolo, ricicla il potente

α­tocoferolo

antiossidante

Il fabbisogno di vitamina E è soddisfatto interamente dall’alimentazione

uova e oli vegetali

noci, mandorle, pistacchi

Buone fonti di vitamina E grano integrale

olio di germe di grano

(la più importante fonte di vitamina E)

La vitamina. E viaggia in circolo legata alle lipoproteine HDL o LDL

VITAMINA K Sintetizzato dalle piante

verdi ed è l’unica vitamina

K naturale disponibile per

uso terapeutico

Sintetizzata nei batteri

Gram­positivi e in quelli del

tratto intestinale

Vitamina K come co­fattore della coagulazione

Carbossilazione della protrombina

Protrombina attiva (enzima proteolitico)

Rottura dei legami peptidici nel fibrinogeno

Fibrina (proteina fibrosa insolubile)

(forma ridotta della vit. K)

(foma epossidica della vit. K)

Il ciclo della vitamina K tioredossina

Funzione fisiologica

Va incontro ad una serie ciclica di di reazioni di ossido riduzione

La vitamina K è il cofattore di una carbossilasi, che catalizza la carbossilazione

γ­

di specifici residui di acido glutammico presenti in alcune proteine (acido

carbossiglutammico)

γ­carbossiglutammico

L’ acido ha la proprietà di fissare il calcio e conferisce tale

proprietà alla proteina di cui è costituente Protrombina

Fattore VII, IX, X

Proteina S

Proteine che subiscono questa Proteina C

reazione Osteocalcina

Aterocalcina

spinaci, lattuga, cavoli,

La vitamina K è presente nella broccoli

maggior parte degli alimenti in

quantità variabile carne, patate, carote

La dieta media soddisfa i fabbisogni giornalieri;

la vitamina sintetizzata dalla flora batterica intestinale è disponibile anche per

l’ospite

•La vitamina K viaggia in circolo legata alle lipoproteine HDL o LDL

La vitamina K si usa per correggere la tendenza al sanguinamento

o all’emorragia associata alla sua carenza


PAGINE

46

PESO

943.19 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Slides per il corso di Radicali liberi ed antiossidanti della prof. Giusi Pitari riguardante i seguenti argomenti:
- Le vitamine liposolubili: vitamina A, vitamina E, vitamina K e vitamina D e le rispettive funzioni fisiologiche;
- La regolazione degli ormoni steroidei ad opera della vitamina D.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in biotecnologie
SSD:
Università: L'Aquila - Univaq
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di RADICALI LIBERI ED ANTIOSSIDANTI e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università L'Aquila - Univaq o del prof Pitari Giusi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Radicali liberi ed antiossidanti

Radicali liberi e ossigeno
Dispensa
Teoria dell'invecchiamento e radicali liberi
Dispensa
Ossidanti - Specie reattive e radicaliche
Dispensa
Oxydative stress
Dispensa