Che materia stai cercando?

Tutela d'urgenza - C.Cost. 190/85

Questa dispensa fa riferimento al corso di Diritto Processuale Civile I, tenuto dal prof. Giorgio Costantino nell'anno accademico 2011.
In questo documento è riportato il testo della sentenza n. 190 del 1985 della Corte Costituzionale; oggetto di essa è la questione di legittimità costituzionale... Vedi di più

Esame di Diritto Processuale Civile I docente Prof. G. Costantino

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

in Foro it., 1985, I, 1881, con nota di A. P P

ROTO ISANI

per il quale la durata del processo non deve andare a danno dell'attore che ha ragione, di cui la

dottrina non solo italiana fin dagli inizi del corrente secolo ha dimostrato la validità desumendola e

al contempo confortandola con richiami di disposizioni normative e provocando l'inserzione nel

codice di rito civile del '42 dell'art. 700 (" Fuori dei casi regolati nelle precedenti sezioni di questo

capo, chi ha fondato motivo di temere che durante il tempo occorrente per far valere il suo diritto in

via ordinaria, questo sia minacciato da un pregiudizio imminente e irreparabile, può chiedere con

ricorso al giudice i provvedimenti d'urgenza, che appaiono, secondo le circostanze, più idonei ad

assicurare provvisoriamente gli effetti della decisione sul merito "), che si esibisce quale espressione

di direttiva di razionalità tutelata dall'art. 3 comma primo e, in subiecta materia, dall'art. 113 Cost..

Scrittori e giudici di merito (non escluso il Consiglio di Stato) non hanno esitato ad estendere la

direttiva desumibile dall'art. 700 alla giurisdizione esclusiva dei T.A.R., ma, se il tentativo non ha

riscosso l'assenso del giudice della nomofilachia quel che è precluso dal diritto vivente ben può e

deve essere realizzato dalla Corte. Né, così rescrivendo, si pone la Corte in contrasto con

l'orientamento seguito nel campo tributario (sent. 63/1982), nel quale il potere di sospendere la

riscossione è attribuito all'intendente di finanza e può darsi parziale iscrivibilità a ruolo dei tributi

contestati.

Per contro, la normativa di fresca data esibisce per chiari segni la direttiva, espressa dall'art. 700 e,

sol in limitata area, dall'art. 21 u.c., vuoi nell'art. 28 (Tutela giurisdizionale) l. 29 marzo 1983, n. 93

(Legge quadro sul pubblico impiego) il quale, al comma primo, ammonisce che " In sede di

revisione dell'ordinamento della giurisdizione amministrativa si provvederà all'emanazione di

norme che si ispirino, per la tutela giurisdizionale del pubblico impiego, ai princìpi contenuti nelle

leggi 20 maggio 1970, n. 300 e 11 agosto 1973, n. 533 ", vuoi nell'art. 31 (Tutela giurisdizionale)

D.P.R. 24 marzo 1981, n. 145 (Ordinamento dell'Azienda autonoma di assistenza al volo per il

traffico aereo generale), il quale, dopo aver assegnato le controversie di lavoro relative al personale

comunque in servizio alla esclusiva giurisdizione dei tribunali amministrativi regionali, dispone che

" In detti giudizi trova applicazione l'art. 28 della legge 20 maggio 1970, n. 300, ed, in quanto

applicabili, le disposizioni di cui alla legge 11 agosto 1973, n. 533 ", ed è appena il caso di

sottolineare che il richiamo della legge 533/1973 vuol dire inserzione nel tessuto della giurisdizione

esclusiva dei primi tre commi del novellato art. 423 c.p.c., sol per la concreta inapplicabilità dei

quali entra in gioco, come norma di chiusura, l'art. 700: elasticità la quale, in difetto dell'art. 423

comma primo e terzo, in linea generale inapplicabile al settore pubblico, opera senza limiti a favore

dei dipendenti pubblici.

Dall'art. 700 è lecito enucleare la direttiva che, le quante volte il diritto assistito da fumus boni iuris

è minacciato da pregiudizio imminente e irreparabile provocato dalla cadenza dei tempi necessari

per farlo valere in via ordinaria, spetta al giudice il potere di emanare i provvedimenti d'urgenza che

appaiono, secondo le circostanze, più idonei ad assicurare provvisoriamente gli effetti della

decisione sul merito.

In tali termini e nell'area delle controversie patrimoniali in materia di pubblico impiego l'art. 21 u.c.

della legge istitutiva dei T.A.R. è da dichiarare costituzionalmente illegittimo.

9.-Delle non poche eccezioni d'inammissibilità adunate dall'Avvocatura erariale merita ingresso il

dubbio sul se (non l'art. 700 ma l'art. 423 commi primo e terzo c.p.c. e) l'art. 21 u.c.l.1034/1971

fosse da sospettare d'incostituzionalità e ciò perché legittimato a rendere giustizia nelle controversie

di me rito, su cui i Pretori di Genova e di S. Pietro Vernotico erano chiamati ad esercitare i poteri di

cautela d'urgenza, è il T.A.R.

destinatario dell'art. 21 u.c. (T.A.R. Puglia per giunta già adìto dalle parti del primo incidente

sollevato dal Pretore di S. Pietro Vernotico). 2 D I (A – L)

IRITTO PROCESSUALE CIVILE

Materiali didattici


PAGINE

3

PESO

96.86 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa fa riferimento al corso di Diritto Processuale Civile I, tenuto dal prof. Giorgio Costantino nell'anno accademico 2011.
In questo documento è riportato il testo della sentenza n. 190 del 1985 della Corte Costituzionale; oggetto di essa è la questione di legittimità costituzionale degli artt. 21 della legge istitutiva dei TAR (n. 1034/71) e dell'art. 700 cpc in rapporto agli artt. 24 e 3 Cost., in quanto non consentono al giudice ordinario di adottare provvedimenti d'urgenza difronte a comportamenti omissivi della PA.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritto Processuale Civile I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Costantino Giorgio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Diritto processuale civile i

Introduzione causa - Schemi
Dispensa
Modelli verbali udienza
Dispensa
Trattazione causa- Schema
Dispensa
Procedimenti di cognizione
Dispensa