Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Espansione vs.trasformazione

vs trasformazione Piano

particolareggi

ato Assisi

Espansione vs

vs.trasformazione

trasformazione

I limiti del piano

p

tradizionale

Esaurita la fase di espansione della città degli

anni ‘60 ‐ ’70 si evidenzia la problematica della Staticità del p

piano

sua trasformazione per rispondere ad una

diversa domanda della società, più complessa e Razionalismo spinto delle funzioni urbane –

non racchiudibile solo nell’espressione del sistema città chiuso e inclusivo

fabbisogno abitativo. Il modello espropriativo non rispecchia le

Al concetto ridistributivo dei benefici dell’azione esigenze di una città consolidata da

pubblica concentrata nell’offerta generalizzata di trasformare ma quelle tradizionali di città da

abitazioni, si sostituisce il concetto di sviluppo p

espandere

economico della città per fronteggiare il mutato

scenario politico‐amministrativo che le città si La crisi economica iniziata negli anni ‘70

trovano a fronteggiare. rende l’amministrazione pubblica sempre più

povera

p

disciplinare e tecnico del tradizionale

L’impianto

p p

PRG non risponde alle mutate esigenze della Il monofunzionalismo dello zoning si scontra

città contemporanea con una diversificazione della domanda

sociale che si caratterizza differentemente

per city users : non solo gli abitanti ma anche

investitori, turisti, knowledge worker.

Espansione vs

vs.trasformazione

trasformazione

La nuova domanda di trasformazione urbana

nelle pratiche di governo del territorio trova

una sua “operatività”

operatività nell

nell’ approccio

strategico costruito su interazioni di attività

e azioni concertative che mirano a produrre

scenari di trasformazione del contesto urbano

verso un riposizionamento della community

in una rete di scambi economici, produttivi e

sociali, dinamica e competitiva.

Tali scambi avvengono in uno spazio sempre

più dinamico dettato dalla logica reticolare

(relazioni, flussi) contrapposta a quella areale

( d l l i d i li ) l fi

(uso del suolo, regime dei suoli, ecc..) al fine

di governare le complesse relazioni locale‐

globale

Caratterizzazione dell

dell’approccio

approccio strategico

Costruzione collettiva di una visione

condivisa del futuro di un dato

territorio, attraverso processi di

partecipazione, discussione, ascolto;

Patto fra amministratori, attori,

cittadini e partner diversi per

realizzare tale visione attraverso una

strategia e una serie conseguente di

progetti, variamente interconnessi,

giustificati, valutati e condivisi;

Coordinamento delle assunzioni di

responsabilità dei differenti attori nella

realizzazione di tali progetti.

Il contesto territoriale è una

dimensione, sia spaziale‐fisica che

socio‐economica, da costruire.

Caratterizzazione dell

dell’approccio

approccio strategico

Il

l contesto è studiato

d come una rete

di relazioni socio‐territoriali che

fanno di quel luogo una società

locale identificabile.

La città diventa un costrutto

dell’azione

dell azione collettiva e una matrice

di progetti, anziché una dotazione

statica di risorse (abitanti, territorio,

i

infrastrutture).

f t tt )

Le risorse della città

Le chiavi di lettura riguardano:

la tipicità della risorsa: intesa come intrinseca

capacità di attrarre una domanda locale o una tipicità

domanda specifica (turistica, produttiva,

relazionale

relazionale, ecc.)

ecc )

la fruibilità della risorsa: intesa come

individuazione di quanto e con quali servizi la

risorsa è accessibile; notorietà fruibilità

l’innovatività della risorsa: intesa come Risorse

individuazione del grado di sviluppo di nuove

prassi e dell’uso di nuove tecnologie che urbana

contraddistinguono l’accrescimento del

valore

l d

della

ll risorsa

i e d

della

ll sua utilizzazione;

tili i

l’integrazione della risorsa: intesa come

misurazione del grado di interconnessione al

sistema delle risorse locali. I

Integrazi

i i

innovazi

i

la “notorietà” della risorsa: capacità di one one

contribuire allo sviluppo locale del territorio

attraverso una partecipazione attiva della

community.

Piano e progetto urbano

Il

l progetto urbano

b

contemporaneo

diventa sintesi

interpretativa della

domanda di

trasformazione

urbana declinata in

luoghi di progetto

della città

all’interno di un

quadro generale di

coerenza strategica

e strutturale.


PAGINE

21

PESO

2.40 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questo materiale didattico vengono trattati i seguenti argomenti. La costruzione tecnica della decisione. La costruzione del quadro “portante” delle trasformazioni urbane e territoriali. Il controllo strategico della trasformazione urbana. La progettazione urbanistica complessa. Forme di PPP (Public Private Partnership). La valutazione dei programmi e dei progetti. La rigenerazione urbana come fattore coniugante i diversi approcci nei vari contesti nazionali ed internazionali.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in urbanistica
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Laboratorio di Urbanistica - Strumenti e programmi per la trasformazione Urbana e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Bevilacqua Carmelina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in urbanistica

Tipologie edilizie residenziali
Dispensa
Progettazione stradale
Dispensa
Tipologie edilizie (Tavole)
Esercitazione
Urbanistica - Esempi di piani attuativi
Dispensa