Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Cellule del Connettivo

Fibroblasti

Cellule di Sostegno

Macrofagi

Cellule del Plasma

Adipociti

Cartilagine

Osso

Sangue

Fibroblasti

• Cellule fisse

• Funzione:

– Sono le cellule pi ù ubiquitarie

– Sono cellule attive

– Formano collagene, collagenasi, elastina ed

altre fibre

– Producono la sostanza fondamentale ECM

(Extra Cellular Matrix)

• Aspetto:

– Cellule affusolate o con ampi processi

citoplasmatici

– Citoplasma basofilo

– Nucleo con grande nucleolo/nucleoli

• Fibroblasti attivi:

– Stretta associazione con fasci di fibre collagene.

– Citoplasma scarsamente colorato, abbondante rER e Golgi.

– Nucleo grande di forma ovoidale.

• Fibroblasti a riposo :

(fibrociti)

– Più piccoli, citoplasma acidofilo, scarso rER e ribosomi liberi.

• Fibroblasti possono muoversi, raramente mitosi

(ferite), differenziabili in adipociti, condrociti e in

condizioni patologiche in osteoblasti.

Mastociti

• Funzione:

– Intervengono nelle reazioni allergiche

• Contengono: istamina (vasodilatatore),ed eparina

(anticoagulante).

• Distribuzione:

– Derma, Rivestimento gastro­intestinale,

Perivascolare, Rivestimento vie respiratorie

• Aspetto:

– Cellule larghe, rotondeggianti od ovoidali,

– Granuli secretori sferici addossati alla membrana.

– Numerosi mitocondri

– Poco rER e Golgi abbondante

Mastociti

Macrofagi

• Sia fissi che mobili.

• Funzione:

– Fagocitano residui e li degradano attraverso i

lisosomi

– Fonte delle proteine del complemento e dei

regolatori della crescita

– Aiutano la risposta immunitaria

• Origine:

– Derivano dai moniciti del sangue

– Possono avere nomi caratteristici: istiociti

• Aspetto: cellule con forma da rotondeggiante ad

ovoidale, nucleo scuro e periferico, a volte si possono

vedere i materiali fagocitati.

Cellule del Plasma

• Cellule migranti.

• Origine:

– Discendenti dei linfociti B (globuli bianchi)

• Funzione:

– Acquisizione della risposta immunitaria

– Fonte degli anticorpi circolanti

– Produzione e rilascio delle IgG

• Distribuzione:

– Connettivo lasso,

– Tessuti linfoidi (milza e linfonodi)

– Sangue

• Aspetto:

– Citoplasma basofilo

– Golgi evidente

– Nucleo grande e rotondeggiante

Fibre del Tessuto

Connettivo

• Fibre Collagene (comprese le Fibre

Reticolari)

• Fibre Elastiche (Elastina)

Collagene

• Funzione: dipende dal tipo

• Esistono almeno 20 differenti tipi di fibre collagene

– Tipo I ­ fornisce la forza elastica

• 90% collagene totale

• Derma, legamenti, osso

– Tipo II

• Nella cartilagine ialina ed elastica

– Tipo III

• Nella lamina reticolare

• È il primo collagene secreto durante la cicatrizzazione

– Tipo IV

• Nella lamina densa e nella lamina basale

• Aspetto:

– Spesso (10­100 nm) e privo di diramazioni

– Appare disposto in ondate e

– Talvolta acidofilo

– al ME appare una bandeggatura regolare rappresentate

fibrille di collagene

dalle

Formazione del Collagene

• Prodotto come procollagene all'interno delle

cellule

• Secreto dalle cellule e modificato a

tropocollagene.

Il tropocollagene si

assembla con un pattern

bandeggiante per formare

le fibrille di collagene

Proprietà delle fibre collagene

Altamente resistenti, alta trazione

Non sono elastiche ma flessibili, si piegano

ma non si spezzano

I tendini sono resistenti come un cavo

d’acciaio

• Sintetizzata dai fibroblasti Elastina

Funzione:

– Conferisce l'elasticit à

• Organizzata in fibre e fogli

discontinui nell’ECM :

– Corde vocali

– Arteria aorta e polmonare

– Bronchi, polmoni

– Pelle ed alcune cartilagini

• Aspetto:

– Sottile, fino ad 1 nm

– Meno ondeggiante del collagene e ramificata.

– Colorazione gialla richiede tecniche particolari di

colorazione

Fibre Reticolari

• Funzione:

– Supporto intimo dei capillari, nervi e fibre

muscolari

– Si osservano nella lamina reticolare della

membrana basale

– Forma le capsule di rivestimento degli

organi

• Aspetto:

– Collagene di tipo III

rivestito da glicoproteine

con particolari propriet à di

colorazione

– PAS (Acido Periodico di

Schiff)

– Argento

– Diametero 0.5­2 nm

Matrice Extracellulare

Composta da Sostanza Fondamentale e

Fibre.

Resiste a compressione e stiramento.

Sostanza Fondamentale

• Gel semi­solido altamente idratato

• Colorazione chiara con i tipici

coloranti.

• Composta principalmente da

Glicosaminoglicani ,

(GAGs)

Proteoglicani, Glicoproteine

adesive. Glicosaminoglicani

• Glicosamino

– Catena polisaccaridica lineare

composta da ripetizioni di di­

saccaridi

• Acido Ialuronico

• GAG Solforati cheratan­,

eparan­, dermatan­,

condroitin­solfato, eparina

Proteoglicani

• Proteoglicani , sono legati all’acido

ialuronico.

• Grossi domini macromolecolari detti

aggregati proteoglicanici responsabili dello

stato di gelificazione della matrice.


PAGINE

59

PESO

3.72 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze biologiche
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di CITOLOGIA ED ISTOLOGIA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Piredda Lucia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Citologia ed istologia

Cellula vegetale - Citoscheletro e microtubuli
Dispensa
Mitosi e meiosi
Dispensa
Tessuto nervoso e Sistema Nervoso
Dispensa
Ghiandole dell'apparato digerente - Fegato e pancreas
Dispensa