Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

VoIP Consumer - Conclusioni

VoBB

Tra i modelli VoIP, il conferma il suo successo: gli operatori VoBB riusciranno

 a sviluppare proposizioni sul VoIP competitive rispetto alla telefonia tradizionale, per

la possibilità di poter garantire il servizio (utilizzando le proprie reti) senza

condizionamenti da filtraggio o da “Net Neutrality” e di offrire il servizio VoIP in

bundle con BB e IPTV (Triple-Play).

“Soft Client”,

Le soluzioni di tipo grazie alle continue evoluzioni dell’applicativo

 stesso e dei terminali disponibili, saranno sempre più in grado di fornire voce e video

su IP in modalità WiFi, indipendentemente quindi dalla connessione ad un PC

e dalla connessione fisica

“Virtual Phone”

Le soluzioni di tipo , sempre più schiacciate tra la solidità e

 competitività delle offerte degli operatori VoBB e la flessibilità delle soluzioni di tipo

“Soft Client”, stanno progressivamente integrando le capabilities proprie del Soft

Client alla propria soluzione. Tuttavia le difficoltà economiche in cui stanno

incorrendo i principali player “Virtual Phone” lasciano dubbi sulla sostenibilità del

modello.

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

…but, VoIP is dead? (Sep 17, 2008)

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

Operazioni Virtuali

MVNO

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

Contesto di riferimento – servizio vs. accesso

ACCESSO SERVIZIO

TRASPORTI

Rete Ferroviaria Italiana (RFI) mantiene la gestione

dell’infrastruttura ferroviaria nazionale, mentre il servizio viene

offerto da imprese ferroviarie (es. Trenitalia, Gruppo FNM) titolari di

licenza per l’effettuazione del trasporto di merci e passeggeri

(Direttiva europea e nazionale)

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

Contesto di riferimento – servizio vs. accesso

ACCESSO SERVIZIO

ENERGIA:

ENEL resta detentore della nuda proprietà della rete,

la gestione è affidata a operatori indipendenti

(es. TERNA, GRTN, La 220)

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

Contesto di riferimento – servizio vs. accesso

ACCESSO SERVIZIO

TELECOMUNICAZIONI

Maggiori spese per adeguare la rete e i sistemi di gestione (ciclo di vita ridotto delle tecnologie)

Maggiori investimenti nella comunicazione per mantenere o incrementare la propria base clienti

affrontando la crescente competizione in mercati sempre più saturi

Per ammortizzare il peso di gestione/aggiornamento della rete

e di concentrarsi sui segmenti a più alta marginalità o comunque meglio presidiati,

nel mondo della telefonia stanno emergendo sempre più modelli

in cui il servizio è diviso dall’accesso: i modelli virtuali ne sono un esempio

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO - Introduzione

Gli Operatori Mobili GSM o UMTS come TIM, Wind, Vodafone e 3 sono anche detti

 MNO titolari di licenza che

Mobile Network Operator ( ), sono soggetti

assegna loro frequenze su banda radiomobile . La stessa licenza

assegna al titolare i numeri identificativi dell'operatore del servizio radiomobile

Partendo dagli operatori a monte della filiera è possibile distinguere una serie di

 attori sul mercato radiomobile, la cui varietà e i potenziali di crescita sono legati

che offrono servizi

anche all'evoluzione della tecnologia e del mercato,

senza una propria infrastruttura e senza la dotazione di risorse radio di

cui è dotato un operatore di rete mobile (MNO).

MVNO

La figura del (Mobile Virtual Network Operator) in Italia è da poco

 entrata nell'attuale quadro normativo. In molti paesi europei è regolamentata e

“Significant Market Power” (SMP)

spesso è addirittura imposto ai MNO con

di fornire l’accesso agli MVNO richiedenti il servizio.

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

Intensità del capitale nelle TLC mobili

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO - I Principali Modelli di Business

Full MVNO

Operatore virtuale di rete mobile (Mobile Virtual Network Operator, ): operatore non

 titolare di una licenza per l'utilizzo dello spettro radio e che pertanto utilizza le funzioni e gli elementi

della rete radio di uno o più MNO. E’ indipendente per quanto riguarda SIM Card, Numerazione,

Interconnessione e Roaming internazionale, Billing, ecc.

Enhanced Service Provider, ESP

Fornitore avanzato di servizi ( ): l’operatore rivende il

 servizio di comunicazione dell'operatore di rete mobile e fornisce in maniera indipendente servizi a

valore aggiunto. Non è dotato di numerazione propria e quindi non emette direttamente

proprie SIM card (fornite dal MNO), ma utilizza un proprio marchio nella distribuzione e vendita del

servizio, avendo la possibilità di esercitare con una certa autonomia nelle politiche di prezzo e di

distribuzione. L'operatore è in generale responsabile delle attività della gestione, del customer care, e

della fatturazione del cliente. Service Provider, SP

Fornitore tradizionale di servizi e semplice rivenditore di traffico ( , è un

 air-time reseller ): non ha un rapporto diretto con il cliente nella vendita di servizi di fonia aperta al

pubblico e non si impegna direttamente a gestire rapporti di assistenza al cliente. Esso acquista

minuti o volumi di traffico all'ingrosso dal MNO e lo rivende sul mercato, anche associato ad

applicazioni/contenuti per conto del MNO, ovvero vende servizi di comunicazione mobile fornendo al

cliente la SIM card con marchio dell'operatore di rete mobile.

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO - Scenario di mercato

Dopo il lancio commerciale di Virgin Mobile in UK nel 1999 ci sono oltre 100 MVNO in Europa

 Occidentale e molte società in procinto di entrare nel mercato mobile attraverso operazioni virtuali

Il mercato MVNO è in forte crescita, passerà in Western Europe ed USA ad un valore di

 35 Bn$ nel 2010, pari al 10% sulle Total Revenues Mobili

 In Europa Occidentale la market share dei MVNO, con un CAGR previsto al 2010 del 20%,

 dovrebbe raggiungere il 13% del mercato mobile, con valore pari a circa 24 Bn$.

Negli USA la market share dei MVNO, con un CAGR previsto al 2010 del 34% dovrebbe

 raggiungere il 6% del mercato mobile, con valore pari a circa 11 Bn$.

Nel 2006 i Paesi a maggiore penetrazione MVNO saranno Danimarca e Norvegia (25%), UK (20%),

 Svezia, Olanda e Finlandia (15%), Austria e Francia (5%) , USA (4%)

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO - Altri mercati

In Asia molti Operatori hanno tentato, con poco successo, di lanciare operazioni

 Virtuali. In Hong Kong, solo 4 tra gli Operatori MVNO che hanno ottenuto le licenze,

sono riusciti a lanciare il servizio. Shell Mobile è stato lanciato nel Marzo 2002, con

target market “automobilisti” e servizi a valore aggiunto dedicati (mappe, traffic info

ed altri servizi “location based”), ma è fallito dopo soli 5 mesi.

Nonostante tali fallimenti, continuano i tentativi di lanciare operazioni virtuali in Asia

 ed Oceania, nello specifico in Australia, Nuova Zelanda, Giappone, Filippine e Taiwan.

Il concetto MVNO non si sta solo diffondendo in mercati ad elevata penetrazione di

 cellulare, ma anche in mercati meno sviluppati come ad esempio in Russia

(Corbina Telecom), Lituania (Eurocom), Ucraina (Privat), Bolivia (Cotas) e a breve

anche Polonia e Repubblica Ceca.

Virgin ha dichiarato di avere 300 milioni di $ da investire in una joint venture in Cina

 e ci sono rumors di negoziazioni in stato avanzato anche in Nigeria e Messico.

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO - Principali Players retailers

Tra i Service Provider, i player più diffusi sono in genere i , con catena distributiva

 diffusa, che si pongono l’obiettivo di mettere a “scafffale” un prodotto in più per arricchire l’offerta

alla propria clientela (e.g. 7 Eleven)

Tra gli Enhanced Service Provider, i player più diffusi sono in genere gli operatori in grado di

 contenuti specifici

rivolgersi a delle nicchie di mercato, vuoi per i (es. Universal), vuoi per

destinazioni etniche

particolari vantaggi economici su (es. Movida)

telecom service provider

Tra i full MVNO, i player più diffusi sono in genere i , che si

 focalizzano sul mass-market, con una offerta bilanciata su voce, dati e VAS (es. Debitel, Tele2)

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO – Società non-telecom

Il driver principale che comporta la scelta di un modello virtuale è legato al costo

elevato di acquisizione delle frequenze (licenza MNO) e di sviluppo dell’infrastruttura

di rete. Ciò permette di avvicinarsi al business mobile con operazioni a basso rischio

finanziario e a “time to market” ridotto.

I principali candidati a tale business sono le Società non-telecom e le società

telecom.

Le società non telecom (i.e. Retailers, Media Brands, Istituti Finanziari,

 Automotive, Elettronica di Consumo e Distributors) si stanno posizionando su un

modello SP/ESP e sono interessate al modello di Operatore Virtuale per:

entrare in un nuovo business, ad potenziale di crescita senza dover effettuare

 ingenti investimenti, facendo leva su propri punti di forza quali brand, canali

distributivi e propri contenuti premium

incrementare il valore e la loyalty della preesistente customer base

 arricchire il proprio portafoglio d’offerta

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO - Società telecom

Le società telecom si stanno posizionando su un modello full MVNO, che

 consente più autonomia, e che consentono, una volta raggiunta una massa

Host

critica di clienti di fare arbitraggio tra i diversi (MNO) presenti, ma che al

contempo si pone in diretta concorrenza con essi, rendendone difficile la

sottoscrizione di accordi commerciali vantaggiosi, laddove non regolamentato:

gli Operatori Mobili potrebbero adottare modelli Virtual per entrare in

 nuovi mercati in cui non è possibile allocare nuovi spettri di frequenza ed

estendere la propria offerta. Per esempio, Telenor e Tele2 si sono

rispettivamente concessi la possibilità di utilizzare le proprie reti (2G e 3G) in

Norvegia e Svezia.

gli Operatori di rete Fissa hanno l’opportunità di estendere il proprio

 portafoglio servizi attraverso offerte integrate Fisso/Mobile/Dati,

facendo leva sui canali distributivi e sulla base clienti esistenti. Per esempio,

British Telecom, con BT Mobile ha iniziato ad offrire in convergenza, servizi

fissi e mobili in UK, su rete Vodafone.

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011

MVNO Segmentazione

-

Ad oggi i MVNO si possono raggruppare in 5 macro gruppi, in

considerazione dei business di provenienza e quindi della loro business

proposition . Rete Customer Diversificazione Opzioni

Brand distributiva Base prodotto strategiche

Nazionale/Globale Disponibile Esistente Prodotti convergenti Estensione

Operatori (Tele2) fisso/mobile Offerte portafoglio prodotti

Rete Fissa

Operatori bundled

Telecom Nuovi mercati

Nazionale/Globale Da creare Da creare Prodotto MNO

Operatori 

(Smart Philipines) Operatore globale

Mobili Globale Disponibile Esistente Contenuto - infotainment Offerte globali per

Media mass market

(Universal, Virgin)

Companies Nazionale Disponibile Esistente Tradizionali servizi di Offerte nazionali

Retailers consumo per mass market

(7 Eleven)

Operatori Globale (HSBC, Disponibile Target Per ora non operazioni Offerte globali,

non Palm, Ninetendo, esistente MVNO, per Istituti mercati di nicchia

Altro Shell) finanziari ed elettronica di

Telecom (istituzioni consumo (accordi con MNO

finanziarie, per servizi di m-banking o

elettronica di per esclusiva su prodotto/

consumo, servizio).Prime operazioni

automotive) MVNO per automotive su

target di nicchia (travellers)

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA – FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA COMUNICAZIONE – CATTEDRA DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITÀ – A.A. 2010-2011


PAGINE

35

PESO

1.49 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Laboratorio di Mobile Services e Multicanalità tenuto dal prof. Rovelli. Vengono illustrate due tecnologie del mobile, il VoIp e MVNO illustrandone le applicazioni e i Players del primo e i modelli di business e i principali Players del secondo.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in industria culturale e comunicazione digitale
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di LABORATORIO DI MOBILE SERVICES E MULTICANALITA' e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Rovelli Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Laboratorio di mobile services e multicanalita'

Mobile ICT solutions
Dispensa
Mobile e social networking
Dispensa
Tlc e convergenza
Dispensa
Mobile content e internet
Dispensa