Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

File 5

Sviluppo sostenibile

Da Wikipedia,

l'enciclopedia libera.

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Sviluppo_sostenibile" \l "mw-head" HYPERLINK

{ {

Lo è una forma di

sviluppo sostenibile

"http://it.wikipedia.org/wiki/Sviluppo_sostenibile" \l "p-search"

sviluppo della società (che comprende lo HYPERLINK

{ delle

}, HYPERLINK

"http://it.wikipedia.org/wiki/Sviluppo_economico" {

delle

},

"http://it.wikipedia.org/wiki/Citt%C3%A0" HYPERLINK

{

ovvero sociale e ambientale ecc.) che non

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/Comunit%C3%A0"

compromette la possibilità delle future HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Generazione" \o

{

di perdurare nello sviluppo stesso, preservando la qualità e la quantità del

}

"Generazione"

patrimonio e delle riserve (che sono

}

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Natura" \o "Natura"

{

esauribili, mentre le risorse sono considerabili come inesauribili). L'obiettivo è di mantenere dunque

uno sviluppo economico compatibile con l' }

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Equit%C3%A0"

{

sociale e gli (ecocompatibilità),

}

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Ecosistema" \o "Ecosistema"

{

operante quindi in regime di ambientale.

}

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Equilibrio"

{

Prima definizione del concetto

La prima definizione in ordine temporale è stata quella contenuta nel HYPERLINK

{

(dal nome della presidente della Commissione, la

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/Rapporto_Brundtland"

norvegese del

})

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Gro_Harlem_Brundtland" HYPERLINK

{ {

e poi ripresa dalla

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/1987" HYPERLINK

{

"http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Conferenza_mondiale_sull%27ambiente_e_lo_sviluppo&action

dell'

}

=edit&redlink=1" \o "Conferenza mondiale sull'ambiente e lo sviluppo (pagina inesistente)" {

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Organizzazione_delle_Nazioni_Unite" \o "Organizzazione delle

(

} HYPERLINK

Nazioni Unite" {

"http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=World_Commission_on_Environment_and_Development&actio

},

n=edit&redlink=1" \o "World Commission on Environment and Development (pagina inesistente)" {

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=WCED&action=edit&redlink=1" \o "WCED (pagina

})

inesistente)"

lo Sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere

«

la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni »

Schema dello sviluppo sostenibile, alla confluenza di tre preoccupazioni.

Sebbene questa definizione sintetizzi, in maniera molto semplificata, alcuni aspetti importanti del

rapporto tra sviluppo economico, equità sociale, rispetto dell'ambiente, non può essere operabile.

È la cosiddetta regola dell' equilibrio delle tre "E": HYPERLINK

{

}, },

"http://it.wikipedia.org/wiki/Ecologia" HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Equit%C3%A0"

{ {

}.

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Economia"

Tale definizione parte da una visione HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Antropocentrismo" \o

{

infatti al centro della questione non è tanto l'

},

"Antropocentrismo" HYPERLINK

{

e quindi la sopravvivenza e il benessere di tutte le specie

},

"http://it.wikipedia.org/wiki/Ecosistema"

viventi, ma piuttosto le generazioni umane. Ecco perché la sola definizione che può essere operabile

è quella che dice cosi: un processo socio-ecologico caratterizzato da un comportamento alla

[

ricerca di ideali. HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Cita_le_fonti" \o "Wikipedia:Cita le

{

}]

fonti" [

Evoluzioni del concetto HYPERLINK

{

"http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Sviluppo_sostenibile&action=edit&section=2" \o "Modifica la

}]

sezione Evoluzioni del concetto"

Alla fine degli l'oncologo

}

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Anni_1980" \o "Anni 1980"

{

svedese coordinò un ampio

}

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Karl-Henrik_Rob%C3%A8rt"

{

processo di creazione di consenso nella comunità scientifica per dare una definizione sistemica-

globale e operativa di sostenibilità, le Condizioni di Sistema, che comprendono sia aspetti ecologici

che sociali. Tale definizione consente di rendere concreti i principi teorici dello sviluppo

sostenibile, ed è la base di processi partecipativi efficaci. Da quel processo emerse il Framework di

Sviluppo Sostenibile Strategico, noto anche come HYPERLINK

{

framework, adottato dai primi anni '90 da migliaia di

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/The_Natural_Step"

organizzazioni nel mondo. La prima azienda ad adottare il framework fu HYPERLINK

{

dal 1990. Circa un quarto dei comuni svedesi adottano questa

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/IKEA"

definizione per la loro pianificazione. Il Comune di Whislter, British Columbia, Canada, che ospita

le HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/XXI_Giochi_olimpici_invernali" \o "XXI Giochi olimpici

{ e ha adottato il Framework di The Natural Step dal 2001, ha vinto il LivCom Award

},

invernali"

come miglior esempio al mondo di pianificazione per il futuro.

Una successiva definizione di sviluppo sostenibile, in cui è inclusa una visione globale, è stata

dalla World Conservation Union, UN

fornita, nel },

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/1991"

{

Environment Programme and World Wide Fund for Nature, che lo identifica come

...un miglioramento della qualità della vita, senza eccedere la capacità di carico degli

«

ecosistemi di supporto, dai quali essa dipende »

Nello stesso anno ricondusse lo sviluppo

}

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/Herman_Daly"

{

sostenibile a tre condizioni generali concernenti l'uso delle risorse naturali da parte dell'uomo:

il tasso di utilizzazione delle risorse rinnovabili non deve essere superiore al loro tasso di

• rigenerazione;

l'immissione di sostanze inquinanti e di scorie nell'ambiente non deve superare la capacità di

• carico dell'ambiente stesso;

lo stock di risorse non rinnovabili deve restare costante nel tempo. HYPERLINK

{

• "http://it.wikipedia.org/wiki/Sviluppo_sostenibile" \l "cite_note-0" \o "^ cfr. Enzo Tiezzi, Nadia

}

Marchettini, Che cos'è lo sviluppo sostenibile?, Donzelli Editore, 1999, pp. 45-46"

In tale definizione, viene introdotto anche un concetto di "equilibrio" auspicabile tra uomo ed

ecosistema.

Nel l'ICLEI (

},

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/1994" HYPERLINK

{ {

"http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=International_Council_for_Local_Environmental_Initiatives&acti

ha

})

on=edit&redlink=1" \o "International Council for Local Environmental Initiatives (pagina inesistente)"

fornito un'ulteriore definizione di sviluppo sostenibile: “Sviluppo che offre servizi ambientali,

sociali ed economici di base a tutti i membri di una comunità, senza minacciare l'operabilità dei

sistemi naturali, edificato e sociale da cui dipende la fornitura di tali servizi”. Ciò significa che le tre

dimensioni economiche, sociali ed ambientali sono strettamente correlate, ed ogni intervento di

programmazione deve tenere conto delle reciproche interrelazioni. L' HYPERLINK

{ },

"http://it.wikipedia.org/w/index.php?title=ICLEI&action=edit&redlink=1" \o "ICLEI (pagina inesistente)"

infatti, definisce lo sviluppo sostenibile come lo sviluppo che fornisce elementi ecologici, sociali ed

opportunità economiche a tutti gli abitanti di una comunità, senza creare una minaccia alla vitalità

del sistema naturale, urbano e sociale che da queste opportunità dipendono.

Nel l'

},

HYPERLINK "http://it.wikipedia.org/wiki/2001" HYPERLINK

{ {

ha ampliato il concetto di sviluppo sostenibile

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/UNESCO" \o "UNESCO"

indicando che "la diversità culturale è necessaria per l'umanità quanto la biodiversità per la natura

(...) la diversità culturale è una delle radici dello sviluppo inteso non solo come crescita economica,

ma anche come un mezzo per condurre una esistenza più soddisfacente sul piano intellettuale,

emozionale, morale e spirituale". (Art 1 e 3, Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale,

UNESCO, 2001). In questa visione, la diversità culturale diventa il quarto pilastro dello sviluppo

sostenibile, accanto al tradizionale equilibrio delle tre E.

Il rapporto Brundtland ha ispirato alcune importanti conferenze delle HYPERLINK

{

documenti di programmazione

},

"http://it.wikipedia.org/wiki/Nazioni_Unite" \o "Nazioni Unite"

economica e legislazioni nazionali ed internazionali.

Per favorire lo sviluppo sostenibile sono in atto molteplici attività ricollegabili sia alle HYPERLINK

{

ambientali dei singoli stati e delle organizzazioni

}

"http://it.wikipedia.org/wiki/Politica" \o "Politica"


PAGINE

8

PESO

242.18 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Economia dello sviluppo sostenibile del prof. Antonio Piccinini avente ad oggetto lo sviluppo sostenibile ed in particolare: la definizione del concetto di sviluppo sostenibile, la sua evoluzione, le voci critiche, il Protocollo di Kyoto, la normativa ISO 26000 in tema di responsabilità sociale e sviluppo sostenibile, la normativa ISO 9004 in tema di qualità e sostenibilità, lo sviluppo sostenibile nella legislazione italiana.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in cooperazione internazionale e sviluppo
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia dello sviluppo sostenibile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Piccinini Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia dello sviluppo sostenibile

Organismi Geneticamente Modificati
Dispensa
Economia e politica delle risorse naturali
Dispensa
Futures e prezzi dei prodotti agricoli
Dispensa
Sostenibilità, ambiente ed energie alternative
Dispensa