Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Tra il 1988-1992 è Direttore

Generale dell'ICCROM a Roma.

Presidente del Comitato La storia del restauro e della conservazione parla italiano

Internazionale ICOMOS Formazione

(1984-1993), poi presidente onorario Tomaszewski amava ricordare i principali personaggi della conservazione

del comitato stesso. Conservatore e del restauro

Generale dei Monumenti Storici

presso il Ministero della Cultura

della Repubblica di Polonia (1995- Camillo Boito (Roma, 30 Ottobre 1836 – Milano, 28 Giugno 1914)

99). Tra il 2003-2009, Presidente del

Comitato Nazionale ICOMOS

Polonia. Dal 2009, Presidente del Gustavo Giovannoni (Roma, 1 Gennaio 1873 – Roma, 15 Luglio

Comitato Nazionale ICOM polacco e

vice-presidente del ICOMOS 1947)

Comitato Nazionale polacco. Ha

ricoperto la carica di presidente del Roberto Pane (Taranto, 21 Novembre 1897 – Sorrento, 29 Luglio

consiglio dei monumenti storici e

della conservazione per il presidente 1987)

di Varsavia.

Il professor Andrzej Tomaszewski Il professore era membro di numerosi

nasce nel 1934. Si laurea in storia Cesare Brandi (Siena, 8 Aprile 1906 – Vignano (Siena), 19 Gennaio

comitati scientifici, centri scientifici

dell'arte presso la Facoltà di Storia esteri e Accademie. Ha co-presieduto

dell'Università di Varsavia (1959) e la 1988)

il gruppo di lavoro polacco/tedesco

Facoltà di Architettura del Politecnico degli storici dell'arte. Delegato

di Varsavia (1962). Consegue il polacco per i Beni Culturali, per la Piero Gazzola (Piacenza, 6 Luglio 1908 – 14 Settembre 1979)

dottorato di ricerca nel 1976. Autore di •

commissione CE e per il Comitato del

oltre 250 pubblicazioni di storia Patrimonio Mondiale UNESCO. Nel

dell'arte, archeologia, storia della Giovanni Urbani (6 Roma, 1925 – Roma, 8 Giugno 1994)

2009 gli è stato assegnato il Premio

cultura e teoria della conservazione. Fondazione Kronenberg.

Tra il 1973-1981 e 1987-1988 ricopre Giovanni Spadolini (Firenze, 21 Giugno1925 – Roma, 4 Agosto 1994)

la carica di Direttore dell’Istituto dell’

Architettura e Storia dell'Arte, Facoltà Roberto Di Stefano (Napoli, 20 Novembre 1926 – Napoli, 14 Giugno

di Architettura del Politecnico di

Varsavia; dal 1998 è responsabile dei 2005)

monumenti storici (Conservation

Department). Professore presso

l’Istituto per lo studio avanzato a

Berlino (1985) e l'Università Johannes

Gutenberg di Magonza-(1986-87). 5

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano

DEFINIZIONE ED INDIVIDUAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE POSTA A BASE DEGLI

STUDI E DELLE ATTIVITA’ CONCERNENTI I BENI CULTURALI

Le attività di studio e di lavoro relative ai Beni Culturali si svolgono tramite la

consultazione o produzione dei seguenti documenti che costituiscono gli strumenti

della conservazione:

CARTA: Generalmente la carta è la regola fondamentale di un’organizzazione ufficiale

A (es. Carta delle Nazioni Unite)

PRINCIPI: (sottointeso da applicarsi) – Generalmente il principio è una regola di azione

che si appoggia sul processo di valore e costituente un modello, una regola, uno

B scopo.

DOCUMENTI: Generalmente un documento viene scritto perché serva come prova, o

C insegnamento

RISOLUZIONE: Generalmente la risoluzione è una decisione volontaria creatasi dopo

D una delibera e con l’intenzione di confermarla

CONVENZIONE: Patto, accordo tra più persone, organismi o Stati per regolare una

E determinata attività nel rispetto dei reciproci impegni 6

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano

GLI STRUMENTI DELLA CONSERVAZIONE

A Le Carte Internazionali per la conservazione ed il restauro dal 1931 ad oggi

(1931) Carta di Atene per il Restauro dei Monumenti Storici

• (1964) Carta internazionale sulla conservazione e il restauro dei monumenti e dei siti detta Carta di

• Venezia

(1979) Carta dell’ICOMOS Australia per la conservazione dei luoghi e dei beni patrimoniali di valore

• culturale detta Carta di Burra

(1981) Carta dei giardini storici detta Carta di Firenze

• (1987) Carta internazionale per la salvaguardia delle città storiche detta carta di Washington

• (1990) Carta internazionale per la gestione del Patrimonio Archeologico

• (1996) Carta internazionale sulla protezione e la gestione del Patrimonio culturale subacqueo

• (1999) Carta del patrimonio architettonico vernacolare

• (1999) Carta internazionale del turismo culturale

• (2008) Carta ICOMOS degli Itinerari Culturali

• (2008) Carta ICOMOS per l’interpretazione e la presentazione dei siti beni culturali

• 7

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano

GLI STRUMENTI DELLA CONSERVAZIONE

I PRINCIPI

B (1996) Principi per la Creazione di Archivi Documentari, di Monumenti, Insiemi e Siti

• (1999) Carta dei Principi da seguire per la conservazione delle strutture storiche in legno

• (2003) Principi per l’analisi, la conservazione e il restauro del patrimonio architettonico

• (2003) Principi per la salvaguardia e la conservazione/restauro delle pitture murali

C I DOCUMENTI

Documento Nara sull’Autenticità (1994)

E LE RISOLUZIONI

(1972) Risoluzione del simposio sull’inserimento dell’architettura contemporanea negli

• agglomerati antichi (ICOMOS 3a Assemblea Generale)

(1975) risoluzione sulla Conservazione delle piccole Città Storiche (ICOMOS 4a Assemblea

• Generale) 8

Prof. Ing. Arch. Maurizio Di Stefano


PAGINE

10

PESO

472.15 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Definizione ed individuazione della documentazione posta a base degli studi e delle attività concernenti i beni culturali: gli strumenti della conservazione.
Le carte internazionali per la conservazione ed il restauro dal 1931 ad oggi sono:
- la carta;
- le convenzioni;
- i principi;
- i documenti;
- le risoluzioni.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in restauro, conservazione e valorizzazione dei beni architettonici e ambientali
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Aspetti teoretici e tecnici della conservazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Di Stefano Maurizio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Aspetti teoretici e tecnici della conservazione

Aspetti Teoretici e Tecnici della Conservazione
Dispensa
Convenzione sulla Protezione del Patrimonio Culturale e Naturale Mondiale - Parte I
Dispensa
Tutela Siti Italiani di Interesse Culturale - Legge 20 febbraio 2006, n. 77
Dispensa
Patrimonio mondiale - Lista
Dispensa