Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

File 3

Cap 5 Le sovvenzioni all’agricoltura nelle stime

OCDE { })

A metà degli anni ottanta l’OCDE, ( HYPERLINK "http://www.oecd.org/" l’organizzazione che raggruppa i

paesi industrializzati, pubblica ogni anno, siamo al diciannovesimo, uno studio organico ed articolato in cui viene

evidenziato l’aiuto che gli Stati dei Paesi industrializzati danno agli agricoltori sia in modo diretto che indiretto.

Alla fine del capitolo alleghiamo il capitolo del 2009.

Le metodologia può suscitare qualche perplessità, ma non è la sede per entrare in questa discussione.

Il dato più eclatante, che emerge da questo studio, è che, fatto cento il fatturato agricolo medio per i Pesi

OCDE. Il 37% (1986-88) deriva da trasferimenti pubblici, diretti in parole povere si tratta di sovvenzioni.

Questa percentuale è detta PSE, (Producer Support Estimate).

Sulla base dei vari accordi internazionali da qualche anno questo PSE tende a diminuire negli anni, ma in

modo molto lento

Nel 2001-2003 il PSE è al 31%. Il dato significa che solo 69 centesimi di ogni euro di reddito lordo dell’agri-

coltore di un paese OCDE, proviene dalla vendita dei prodotti ai prezzi di mercato.

Politicamente un aiuto di queste proporzioni è difficile da giustificare di fronte all’opinione pubblica.

Con l’aumento del commercio agricolo mondiale, la fine del commercio di stato dell’Ex Urss e le esigenze di

Paesi Emergenti Asiatici, si crea una spinta verso una maggiore libertà nel commercio agricolo.

La CEE, (CE, Ue) si incammina su questa strada con l’introduzione della PAC, ( Politica Agricola Comunitaria)

con gli “aiuti diretti” alle colture ed agli agricoltori, in cambio della diminuzione del sostegno ai prezzi ed ai

mercati. Producer Support Estimates as % of gross farm receipts, 2007-09 average

Capitolo 6

I prezzi delle commodity agricole negli ultimi anni

Il livello dei prezzi delle commodity agricole è aumentato bruscamente nel 2007 dopo un ventennio di prezzi

tendenzialmente stabili in termini nominali.

L’aumento è stato forte dal primo trimestre 2008, poi vi è stata una pausa.

All’inizio del’ 2008 vi è stato una lieve riflessione.

I valori fondiari in tutto il mondo si sono mossi al rialzo. Le politiche agricole di molti paesi sono state influenzate

da questi aumenti.

Le trattative in sede WTO si sono infatti arenate nell’Agosto 2008.

Come si nota in questa tabella l’andamento dei prezzi agricoli presenta forti variazioni, accompagnato però in una

caduta costante in termini reali.

Diamo qui una fotografia di dei prezzi secondo l’indice FAO.( prezzi nominali)

Prezzi dal 2004 al 2008

Il grafico dà una idea dell’andamento in termini reali, deflazionati dell’andamento dei prezzi delle diverse

commodity dal 2005 al 2008.

Il grafico seguente amplia lo spettro di osservazione ai prodotti extraagricoli

Grafico. Andamento dei prezzi delle principali commodity agricole e non agricole dal 1970 al 2007

Sources: UNCTAD, Handbook of Statistics database; and IMF staff calculations.

Prezzi costanti In termini costanti i prezzi di molte materie prime restano comunque al di sotto dei massimi

raggiunti negli anni ’70 e all’inizio del 1980, a parte petrolio greggio, piombo e nichel che costituiscono le

principali eccezioni.

I precedenti aumenti di prezzi si sono avuti in corrispondenza della fine di lunghi periodi di espansione delle

attività industriali a livello mondiale, specialmente nel 1973 e nel 2000, e hanno determinato una conseguente

diminuzione delle attività di crescita. 1

Tabella.

Medie annuali dal 1972 al I° bimestre 2008 delle quotazioni del prezzo del grano al CBOT Us dollar (Wheat Futures, 1

bushel = 25,4 kg) Anno $ per quintale $ per bushel Anno $ per quintale $ per bushel

1972 1991

7,150374878 181,6195219 11,94123277 303,3073123

1973 1992

13,82431102 351,1375 14,43842957 366,7361111

1974 1993

18,50474088 470,0204183 13,23096332 336,0664683

1975 1994

14,46783731 367,4830677 14,0177595 356,0510913

1976 1995

12,98642357 329,8551587 16,59866735 421,6061508

1977 1996

10,04815804 255,2232143 18,97335545 481,9232283

1978 1997

12,52803746 318,2121514 16,92434609 429,8783906

1979 1998

15,84348831 402,4246032 11,42825465 290,277668

1980 1999

17,78340207 451,6984127 10,17449885 258,4322709

1981 2000

16,6426115 422,722332 10,14211354 257,6096838

Tesi di Laurea, Scienze Politiche , 2008, laureando Carla Bologna relatore Prof Antonio Piccinini.

1

2209 1982 2001

13,62879192 346,1713147 10,71124949 272,0657371

1983 2002

13,88709502 352,7322134 12,75918635 324,0833333

Tendenze al ribasso dei

1984 2003

13,83076313 351,3013834 13,17901669 334,7470238

prezzi sono evidenziate dal

1985 2004

12,86187794 326,6916996 13,61126734 345,7261905

grafico in più periodi, in parti-

1986 2005

11,33585945 287,93083 12,55737564 318,9573413

colare negli anni dal 1975 al 1978,

1987 2006

11,20649606 284,645 15,8497506 402,5836653

e dal 1998 al 2000,

1988 2007

14,47354145 367,6279528 25,1066273 637,7083333

Nel 2009 qui non

1989 2008

16,11798525 409,3968254 38,88656496 987,71875

rappresentato il calo ha superato

1990 12,6416856 321,0988142

di gran lunga gli aumenti del

2008,

Frumento: prezzi reali

Si è proceduto a deflazionare i prezzi nominali , registrati nelle quotazioni ufficiali, trasformandoli in prezzi reali

2 3

utilizzando come misura aggregata di prezzi l’indice dei prezzi al consumo (CPI) secondo la seguente formula:

4

{ }

EMBED Equation.3

I dati sono relativi agli anni dal 1970 al 2007, si tratta di medie annuali, calcolate su medie mensili.

Nella prima colonna si fa riferimento al valore dell’indice con base 1982 – 1984 = 100, e nella seconda colonna alla

variazione percentuale dell’indice.

Grafico.

FRUMENTO Confronto tra prezzi reali e prezzi nominali delle medie annuali delle quotazioni del frumento presso il

CBOT.

I prezzi reali sono stati calcolati prendendo come anno base il 1972 (in $ 1972)

Corn Futures

Il mais è un cereale che sta assumendo a livello mondiale una diffusione e un’importanza crescenti. Oltre che per

l’alimentazione del bestiame è diventato importante negli USA per la produzione di etanolo.

Di seguito le medie annuali dei prezzi calcolate sulle quotazioni giornaliere dal 1972 al I bimestre 2008- di mais

presso il Chicago Board of Trade.

Le medie, espresse in per nelle contrattazioni ufficiali, sono state convertite in per quintale secondo la

$ bushel $

Il prezzo nominale (a prezzi correnti) di un prodotto è il suo prezzo assoluto.

2 Il prezzo reale (a prezzi costanti) di un prodotto è il suo prezzo relativo rispetto ad una misura aggregata di prezzi.

3 L’Indice dei prezzi al consumo è una serie temporale di misura del livello dei prezzi di beni e servizi. Il Bureau of Labor Statistics

4

(USA) pubblica l’IPC su base mensile. L’IPC è calcolato osservando le variazioni di prezzo di una vasta gamma di prodotti nelle aree

urbane e pesando questi cambiamenti di prezzo con la quota di reddito spesa dai consumatori per l’ acquisto dei beni. La risultante

statistica è una delle principali misure dell’ inflazione negli Stati Uniti, tuttavia, l’IPC si configura come un indice del costo della vita

non come un indice generale dei prezzi.

seguente equivalenza: Anche in questo caso appare evidente l’impennata dei

bushel future Chicago Board of Trade.

prezzi che si è avuta a partire dal 2006.

Dal 2005 al 2007 l’aumento del prezzo è stato pari al 78,8%, in termini nominali.


PAGINE

13

PESO

655.28 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Economia dello sviluppo sostenibile del prof. Antonio Piccinini all'interno del quale sono affrontati i seguenti argomenti: le sovvenzioni all'agricoltura stimate dall'OCDE, l'andamento dei prezzi dei prodotti agricoli fra il 2004 ed il 2008, il mercato dei futures sui prodotti agricoli.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in cooperazione internazionale e sviluppo
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia dello sviluppo sostenibile e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Piccinini Antonio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia dello sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile
Dispensa
Organismi Geneticamente Modificati
Dispensa
Economia e politica delle risorse naturali
Dispensa
Futures e prezzi dei prodotti agricoli
Dispensa