Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

REPERTI NON ASPORTABILI

In caso di reperti non asportabiliper pesoo

dimensioni:

• Tecnicadella fissazione (swabbing)

• Prelievo delle tracce di esplosivodalle

superfici tramitetamponi imbevuti di

specifici solventi

• Acetone (componenteorganica)

• Acqua distillata(componente inorganica)

TIPOLOGIE DI REPERTI

• Campioni di sostanze:

• Oggetti integri:

• Materiali residui e tracce:

• In laboratorio verranno sottoposti ad

accertamenti tecnici di tipo distruttivo e quindi

irripetibili

Rinvenimento di ordigni

esplosivi integri

• Intervento degli ARTIFICIERI

ANTISABOTATORI (fase di safety): messa in

sicurezza del sito, disattivazione degli ordigni.

• Successivo intervento della Polizia Scientifica

con repertamento dei campioni. In particolare:

- ESPLOSIVO

- DETONATORI

- MICCE

- INVOLUCRO DEGLI ESPLOSIVI

- MATERIALI COSTITUENTI L’ORDIGNO

IL SOPRALLUOGO

IN CASO DI INCENDIO

L’INCENDIO

• Sotto il profilo tecnico può essere definito

come un evento dovuto a ossidazione

rapida di materiali combustibili,

accompagnatada notevoleemissione di

calore, fiamme,gas, fumo e luce.

• E’ classificato come: combustionein

atmosferadi ossigeno

CONDIZIONI

• Lo sviluppo di un incendiorichiede la

simultaneapresenza di 3 condizioni(IL

TRIANGOLO DEL FUOCO):

1. Presenzadi materialec ombustibile

2. Presenzadel comburente(ossigeno)

3. Presenzadella temperaturaminima di

accensionedel combustibile

Classificazione delle modalità

di produzione del calore

1.MODALITA’ CHIMICA: reazione esotermica

2. MODALITA’ MECCANICA: attrito

3. MODALITA’ ELETTRICA: cortocircuiti, scintille

4. LA COMPRESSIONE: produce calore

5. MODALITA’ NUCLEARE:(energia nucleare)

IL SOPRALLUOGO

• Scopo primario: è doloso?

• Raccolta elementiper la valutazione

della dinamica dell’evento e la ricerca

della causa.

• Tipologiadi sopralluogoparticolarmente

difficoltoso: distruzionee modificazione

delle tracce a causa del fuoco.

• Approcciointerdisciplinare e competenze

tecniche diverse.

CLASSIFICAZIONE

DELLE CAUSE DI INCENDIO

• Naturali

• Accidentali: atti non intenzionali,

negligenza

• Dolose

• Non determinate: cause sconosciutee

impossibilida determinare


PAGINE

20

PESO

90.16 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

La dispensa fa riferimento alle lezioni di Criminologia e Scienze Forensi, tenute dalla Prof. ssa Laura Di Fazio, nell'anno accademico 2011.
Il documento analizza due particolari tipi di sopralluogo giudiziario:
- in caso di esplosione (tipi di esplosivi, detonazione, deflagrazione, swabbing, safety,)
- in caso di incendio (triangolo del fuoco, liquidi infiammabili, case report).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in giurisprudenza
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Criminologia e Scienze Forensi e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Modena e Reggio Emilia - Unimore o del prof Di Fazio Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Criminologia e scienze forensi

Criminologia - Introduzione
Dispensa
Stalking
Dispensa
Tossicologia forense
Dispensa