Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Colore

Cromatoblasti: Cellule che dalla cresta neurale migrano

 precocemente nel Derma, successivamente compare il pigmento

nel citoplasma

Penne Uccelli: i Cromatoblasti passano dal Derma nel germe della

 penna trasformandosi in Cromatofori

Peli Mammiferi: Il pigmento presente nelle cellule dello “strato

 malpigiano” dell’epidermide e del bulbo del pelo (melanociti) derivante

dai Cromatoblasti mediante un processo

di Citocrinia

1. di Infezione Metabolica

2. Sistema Tegumentario 9

Ghiandole

Le ghiandole pluricellulari derivano da “gemme

epiteliali” dell’Epidermide, raggiungendo anche la Tela

Sottocutanea

Ghiandole Cutanee (Embriologia)

 Monoptiche – Epitelio secernente monostratificato

 Poliptiche – Epitelio secernente pluristratificato

 Sistema Tegumentario 10

Ghiandole

Ghiandole (funzioni)

 Merocrine – La cellula si mantiene integra

 Apocrine – La parte apicale della cellula si distrugge

 Olocrine – La cellula si distrugge all’atto della

 secrezione Sistema Tegumentario 11

Ghiandole

Ghiandole (fisiologia)

 Sudoripare: Merocrine – Monoptiche – Tubulari

 Sebacee: Olocrine – Poliptiche – Acinose

 Mammarie: Apocrine – Poliptiche – Acinose

 Mucose/Granulose: Merocrine – Monoptiche

 Sistema Tegumentario 12

Ghiandole

Ghiandole nei vertebrati

 Ciclostomi: Sacchi mucigeni (Mixinoidei) posizionati lungo i fianchi

 per la secresione del muco

Osteitti: Mancano le ghiandole pluricellulari ad eccezione delle

 ghiandole velenifere – poliptiche ­ olocrine

Condroitti: Mancano le ghiandole pluricellulari, solo cellule

 ghiandolari velenifere

Anfibi: Ghiandole mucose e granulose, ghiandole parotidi – merocrine –

 monoptiche, le ghiandole granulose secernono “bufonina”

Sistema Tegumentario 13

Ghiandole

Ghiandole nei vertebrati

 Rettili: Generalmente sprovvisti di ghiandole ad eccezione di:

 Cheloni (ghiandole Ascellari ed Inguinali)

 Coccodrilli (ghiandole Mandibolari e Dorsali)

 Squamati (pori Femorali)

Uccelli: Privi di ghiandole ad eccezione della ghiandola dell’uropigio

 situata sulla parte dorsale della cloaca

Mammiferi: Possiedono:

 Ghiandole sudoripare ( tubulari, monoptiche, merocrine)

 Ghiandole Sebacee (acinose – poliptiche – olocrine)

 Ghiandole Mammarie (acinose ­ poliptiche – apocrine)

 Sistema Tegumentario 14

Corpi Ghiandolari

Ceruminose

 Antorbitali

 Femorale

 Muschio

 Retroscrotali

 Rinario

 Sistema Tegumentario 15

Ghiandole Mammarie

Complesso ghiandolare che per forma sono da considerare di tipo ACINOSO e per

 modalita’ di secrezione APOCRINE

L’area mammaria corrisponde alla zona delle Gemme Epiteliali Ectodermiche

 Presenti anche nei (eccetto alcuni Marsupiali)

 L’accrescimento e’ determinato dagli ormoni dei follicoli ovarici e dei corpi lutei, la

 lattazione e’ determinata dalla “prolattina” (ormone ipofisario)

Sistema Tegumentario 16

Giandole Mammarie nei Mammiferi

Monotremi:

 Non hanno vere mammelle, bensi’ aree mammarie con ~100

ghiandole (monoptiche – merocrine) con secreto sieroso su ciuffi di pelo (Ornitorinco)

Marsupiali:

 Hanno vere mammelle addominali situate all’interno del marsupio

Euteri o Placentati:

 Hanno mammelle con capezzolo rilevato dall’inizio

 Specie pluripare e unipare

 Linea del latte: ascello – inguinale (cresta) [Myopotamus: Roditore anfibio ha

 mammelle dorsali]

Ruminanti: hanno 4 mammelle in una unica sacca mammaria con 4 capezzoli con seno

 del latte Sistema Tegumentario 17

Sistema Tegumentario 18

Bioluminescenza

Luce: Reazione ossidativa tra Luciferina (substrato capace di ossidarsi) e

 Luciferasi (catalizzatore enzimatico)

Bioluminescenza

 Intracellulare

 Extracellulare

 Simbiontica (batteri luminosi)

Organi luminosi cutanei (Fotofori)

 Selaci

 Spinacidi

Teleostei

 Stomiatidi

 Sternoptichidi

 Scopelidi

 Sistema Tegumentario 19

Squame Cornee (Derivati ectodermici)

Presenti in:

 Rettili: su tutta la pelle

 Uccelli: sulle zampe

 Mammiferi: Pangolini, Armadilli, Roditori

Si formano per ipercheratinizzazione dell’epidermide con un

 preciso ordinamento a righe o a quinconce

Sistema Tegumentario 20

Sistema Tegumentario 21

Squame Cornee (Tipologia)

Squama tubercoliforme: Cuscinetto dermico mammellonato (la squama piu’

 primitiva): Camaleonte (simili a verruche dei rospi)

Squama scudata: Cuscinetto spianato: Squamati (Lucertole e Serpenti),

 Loricati, Cheloni, Uccelli, Armadillo

Squama embricata: Margine posteriore aggetta su quello anteriore della

 squama retrostante: regione ventrale delle Lucertole e dei Serpenti, Mammiferi (Pangolino,

Topi e Ratti)

Squama embricata corazzata: Come la precedente ma in piu’ rinforzata

 da lamina ossea nel cuscinetto dermico: Orbettini (Rettili)

Sistema Tegumentario 22

Penne

Formazioni cornee di derivazione epidermica, con cellule

 completamente cheratinizzate (morte)

Partecipa anche il derma per la formazione della papilla (serve alla

 nutrizione degli elementi cellulari)

Il colore delle penne e’ dovuto ai cromatoblasti che nella papilla

 dermica cedono i loro pigmenti alle cellule epiteliali che li inglobano

Sistema Tegumentario 23

Penne ­ Struttura

Le penne si suddividono in:

Penna

 Calamo (infisso nella pelle)

 Rachide

 Barbe

 Barbule

 Amuli

Piuma (pulcini)

 Calamo (serie di Barbe – manca di Rachide)

Filopiume (funzione tattile)

 Rachide (Nudo o con poche barbe)

 Sistema Tegumentario 24


PAGINE

36

PESO

2.53 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale per il corso di Anatomia Comparata del prof. Giancarlo Gibertini riguardante i seguenti argomenti:
Il sistema tegumentario, la pelle
Le funzioni della pelle e i cromatofori
Le ghiandole cutanee e le loro funzioni
Le ghiandole mammarie nei mammiferi
Le squame cornee nei rettili e le piume negli uccelli
I peli, le unghie, le corna e le scaglie


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze biologiche
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di ANATOMIA COMPARATA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Gibertini Giancarlo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Anatomia comparata

Anatomia comparata - Introduzione
Dispensa
Cuore, sistema cardiocircolatorio
Dispensa
Vertebrati
Dispensa
Rettili - Caratteristiche e anatomia
Dispensa