Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Formule miste: il caso italiano (II)

- come era: dal 1994 al 2001

• Senato (aspetti principali):

• attribuzione in ogni regione di tre quarti dei seggi con sistema

maggioritario a turno unico nell'ambito di altrettanti collegi

uninominali; fanno eccezione la regione Valle d'Aosta, che è

costituita in un unico collegio uninominale e la regione

Molise, il cui territorio è ripartito in due collegi uninominali;

• ripartizione dei restanti seggi spettanti alla Regione con

sistema proporzionale (secondo il metodo d'Hondt)

nell'ambito della circoscrizione regionale tra gruppi di

candidati concorrenti nei collegi uninominali;

• attribuzione a ciascun elettore di un solo voto, da esprimere

a favore di uno dei candidati presentati nel collegio

uninominale;

• sottrazione totale dalla cifra elettorale di ciascun gruppo dei

voti conseguiti dai candidati eletti nei collegi uninominali (c.d.

“scorporo totale”).

Il caso italiano: come è dal 2006 (I)

• Camera (aspetti principali):

• Sistema proporzionale: ripartizione seggi secondo la formula

Hare (quoziente e più alti resti) in un unico collegio nazionale

• Voto di lista bloccato

• I partiti collegati in coalizioni presentano un unico programma

elettorale in cui viene indicato il nome della persona come

capo della coalizione

• Soglie di sbarramento: il 4% per un partito che corre da solo; il

(o essere il “miglior perdente”)

2% per un partito legato a una

coalizione che ha ottenuto complessivamente almeno il 10%

• Premio di maggioranza: alla coalizione vincente sono

assegnati, nel caso non li ottenga dalle urne, 340 seggi (il 54%

dei 630 seggi tot.). Poiché la maggioranza è di 316 seggi, il

futuro governo ha un margine di almeno 24 deputati


PAGINE

5

PESO

128.97 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Scienza politica del prof. Luigi Curini. Trattasi di slides a cura del professore riguardanti il sistema elettorale italiano dal 1994 al 2006 ed in particolare: il sistema elettorale misto (c.d. Mattarellum); la riforma elettorale del 2006 e l'introduzione del maggioritario di coalizione con ripartizione proporzionale dei seggi e soglie di sbarramento.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze internazionali e istituzioni europee
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Scienza politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Curini Luigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Scienza politica

Esempi di giochi ed equilibrio di Nash
Dispensa
Gioco degli innamorati
Dispensa
Sistemi elettorali e formula D'Hondt
Dispensa
Riassunto esame Scienza politica, prof. L.Fasano, libro consigliato Scienza politica, Caramani
Appunto