Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

A) Conto della produzione: Prodotto interno lordo e Prodotto

interno netto

Lo scopo di questa sezione è di giungere alla misurazione del

Prodotto interno del paese, al lordo o al netto degli ammortamenti.

Il prodotto interno corrisponde al valore aggiunto creato dai

fattori produttivi operanti all’interno del paese.

Il valore aggiunto è misurato come differenza fra il valore della

produzione totale e il valore dei beni intermedi utilizzati

32

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Da un punto di vista generale, il valore aggiunto viene calcolato

detraendo dal valore monetario della produzione interna il costo

dei beni intermedi utilizzati nel processo produttivo.

In pratica, la misura del valore della produzione nasconde molte

insidie. In particolare, per alcuni beni e servizi prodotti da alcuni

fattori produttivi, o unità istituzionali, quali tipicamente la pubblica

amministrazione il “valore” della produzione non è misurabile

direttamente (ad esempio, qual è il valore dell’istruzione pubblica,

della difesa, etc.).

Per queste componenti della produzione il valore aggiunto viene

perciò misurato ricorrendo ad una approssimazione: il valore dei

beni e servizi prodotti coincide con il costo dei fattori produttivi

utilizzati. 33

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Un altro aspetto tecnico da tenere in considerazione consiste nella

possibilità di doppi conteggi.

Se per produrre un bene finale si utilizzano più beni interni prodotti,

il conteggio del valore dei beni intermedi insieme a quello dei beni

finali produrrebbe un valore della produzione di molto superiore a

quella effettiva. 34

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Per superare questo problema esistono sostanzialmente due

metodologie applicate a seconda dei casi:

a) per ciascuna fase del processo produttivo si considera

solo il valore aggiunto da essa creata.

a) al fine del calcolo della produzione si tiene in

considerazione il valore dei soli beni finali, dove questi

ultimi si distinguono per essere destinati al consumo o

all’esportazione, ossia per non essere più soggetti a processi

produttivi interni. 35

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

35 VALORE AGGIUNTO

30 COSTO DEI BENI INTERMEDI FINALE DEL VALOERE

25 VALORE AGGIUNTO

20 BENE

COSTO DEI BENI INTERMEDI

15 VALORE AGGIUNTO

10 COSTO DEI BENI INTERMEDI

ESTRAZIONE RAFFINAZIONE DISTRIBUZIONE

Metodo A: VA = Valore aggiunto

Produzione = VA +VA + VA

Estrazione Raffinazione Distribuzione

15 = 5 + 5 + 5

Il valore di ciascun bene o servizio utilizzo utilizzato nel corso del

processo produttivo viene conteggiato come costo nello stadio

36

produttivo successivo.

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

35 VALORE AGGIUNTO

30 COSTO DEI BENI INTERMEDI FINALE DEL VALOERE

25 VALORE AGGIUNTO

20 BENE

COSTO DEI BENI INTERMEDI

15 VALORE AGGIUNTO

10 COSTO DEI BENI INTERMEDI

ESTRAZIONE RAFFINAZIONE DISTRIBUZIONE

Metodo B: II = Costo dei beni intermedi

Produzione =Valore del bene finale - II -II –II

Estrazione Raffinazione Distribuzione

15 = 35 - 10 - 5 - 5

Per ottenere il valore della produzione si detrae dal valore del bene finale

37

il costo dei beni intermedi utilizzati durante le varie fasi produttive.

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

E’ importante precisare che l’oggetto della misurazione non sono

genericamente tutte le attività umane che danno luogo ad un

prodotto o ad un servizio, secondo la classificazione in

precedenza illustrata.

Il prodotto delle proprie attività per uso e consumo personale

non rientra nel concetto di produzione (ad esempio, i servizi

domestici prestati da un componente della famiglia, i servizi offerti

dal volontariato). 38

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Un’ulteriore precisazione per quel che concerne il valore della

produzione riguarda l’unità di misura.

Non essendo direttamente sommabili fra loro quantità di beni e

servizi eterogenei, la produzione viene calcolata con riferimento al

valore monetario degli stessi.

Il passaggio fra quantità prodotta e valore monetario non avviene

tuttavia considerando il prezzo di mercato dei beni, ma i cosiddetti

“prezzi base” dei beni e servizi prodotti. 39

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

I prezzi base sono calcolati detraendo dal valore di mercato la

tassazione indiretta al netto dei contributi ricevuti dalle imprese

indipendentemente dalla quantità e dal valore della produzione.

Essi rappresentano i prezzi ai quali fanno riferimento i

produttori per le decisioni circa la quantità da produrre.

40

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Sommando ai prezzi base il valore della tassazione indiretta al

netto dei contributi ricevuti si giunge al valore della produzione

ai prezzi di mercato.

Detraendo dal valore della produzione ai prezzi di mercato il valore

dei beni intermedi si giunge alla valutazione del prodotto interno

lordo ai prezzi di mercato.

Sottraendo dal prodotto interno lordo l’ammortamento riferito al

consumo subito dai beni capitali durante il processo produttivo per

effetto dell’uso e dell’obsolescenza tecnologica si ottiene il prodotto

interno netto. 41

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Valore della produzione ai prezzi base

+

Imposte indirette CONTO

-

contributi alla produzione

= DELLA

Valore della produzione ai prezzi di mercato

-

Valore dei beni intermedi utilizzati nel PRODUZIONE

processo produttivo

=

Prodotto Interno Lordo

-

Ammortamenti

=

Prodotto Interno Netto 42

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: IL CONTO DELLA PRODUZIONE

Introducendo alcune notazioni possiamo indicare il prodotto interno

lordo (PIL o Y) come la differenza fra valore della produzione

nazionale (P) e consumo di prodotti intermedi (II):

PIL = Y = P – II

Ed il prodotto interno netto (PIN) come differenza fra prodotto

interno lordo e spesa per gli ammortamenti (A) di beni capitali

utilizzati nei processi produttivi.

PIN = Y- A = P –II -A 43

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: LA DISTRIBUZIONE PRIMARIA

B) Conto della distribuzione primaria: il Reddito nazionale netto.

Il conto della distribuzione primaria, distinto nelle due

sottocategorie, della generazione e della attribuzione dei redditi

primari ha lo scopo di porre in evidenza il processo di

remunerazione dei fattori produttivi capitale e lavoro tenuto

conto dei redditi primari pagati e ricevuti nei confronti del resto del

mondo.

Il reddito nazionale netto misura quindi la remunerazione

percepita dai fattori produttivi nazionali per i servizi prestati sia

all’interno che all’esterno del territorio del paese, al netto delle

remunerazioni pagate per l’uso di fattori produttivi esteri per la

produzione nazionale. 44

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: LA DISTRIBUZIONE PRIMARIA

Un aspetto importante da tener presente nell’ambito della contabilità

nazionale è che il valore aggiunto della produzione coincide con i

redditi monetari distribuiti.

Questi ultimi possono essere classificati in:

a) redditi da lavoro dipendente (retribuzioni e contributi

sociali a carico del datore di lavoro);

b) redditi da capitale (interessi e rendite); RISULTATO DI

GESTIONE +

c) redditi da imprese (profitti). REDDITO MISTO

45

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: LA DISTRIBUZIONE PRIMARIA

La principale particolarità di tale operazione è che all’interno del

sistema economico nazionale le voci corrispondenti a questi

trasferimenti fra unità residenti, seppur singolarmente di importo

molto rilevante, si elidono a vicenda.

In particolare le varie forme di reddito percepite dai fattori produttivi

nazionali corrisponde in larghissima parte al costo dei fattori

produttivi capitale e lavoro per le unità produttive residenti.

Avendo cura di eliminare queste transazioni fra residenti il saldo

complessivo (il reddito nazionale netto) viene influenzato solo

dalle remunerazioni percepite dai fattori produttivi esteri per

attività svolte all’interno e quelle percepite dai fattori produttivi

nazionali per attività svolte all’estero. 46

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: LA DISTRIBUZIONE SECONDARIA

C) Conto della distribuzione secondaria: il Reddito nazionale

disponibile netto.

Per giungere al Reddito nazionale disponibile netto dal Reddito

nazionale netto andranno sommati i trasferimenti che le “unità

istituzionali” ricevono sotto forma di contributi e prestazioni

sociali e detratti quelli che pagano sotto forma di imposte correnti

sul reddito e sul patrimonio. 47

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: LA DISTRIBUZIONE SECONDARIA

Anche per questa sezione appare opportuno sottolineare che

all’interno del sistema economico nazionale le voci

corrispondenti a questi trasferimenti fra unità residenti si

elidono a vicenda.

L’esempio più eclatante è in questo caso quello delle imposte sul

reddito che a fronte di una uscita per le imprese e le famiglie,

fanno registrare una pari entrata del settore istituzionale

pubbliche amministrazioni, portando perciò ad un saldo nullo in

aggregato (diverso è il caso in cui si vada a misurare il reddito

disponibile di un singolo settore istituzionale, ad esempio le

famiglie).

Rimangono rilevanti a livello di sistema economico nazionale i

trasferimenti da e per l’estero. 48

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI: L UTILIZZAZIONE DEL REDDITO

D) Il Conto della utilizzazione del reddito: il Risparmio nazionale

netto.

L’ultimo dei conti correnti rappresenta l’anello di congiunzione con

i conti dell’accumulazione.

La parte di reddito disponibile nazionale non utilizzata per i consumi

costituisce il risparmio nazionale disponibile per alimentare il

processo di accumulazione. 49

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI DELL’ACCUMULAZIONE: IL CONTO CAPITALE

E) Il Conto del capitale: variazione della posizione finanziaria

verso l’estero.

Il conto del capitale rappresenta il primo dei conti

dell’accumulazione che da un punto di vista logico chiude i conti

nazionali e svolge da anello di collegamento con i conti con

l’estero.

Nel conto capitale è mostrato l’impiego delle risorse finanziarie

rese disponibili dal risparmio nazionale netto per il

finanziamento degli investimenti reali netti (investimenti reali

lordi – ammortamenti + variazione delle scorte). 50

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI DELL’ACCUMULAZIONE: IL CONTO CAPITALE

L’eventuale eccesso di investimenti rispetto al risparmio, al netto

di altre poste di minore importanza presenti nel conto del capitale,

corrisponde alle risorse finanziarie fornite all’economia

nazionale dal resto del mondo.

Viceversa, un eccesso di risparmi rispetto agli investimenti mette

a disposizione del resto del mondo parte del risparmio nazionale.

51

IL SISTEMA DEI CONTI

ECONOMICI NAZIONALI

PRINCIPALI MOMENTI DEL PROCESSO

ECONOMICO, AGGREGATI FONDAMENTALI E

CONTI NEI QUALI SONO STATI ANALIZZATI

(Fonte: ISTAT, I conti degli italiani, Edizione 2001)

52

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTI CORRENTI 2006 – PREZZI CORRENTI

IMPIEGHI RISORSE

A) CONTO DELLA PRODUZIONE

Consumi intermedi 1,607,248 Produzione (ai prezzi base) 2,923,833

Prodotto interno lordo (ai prezzi di mercato) 1,475,401 Imposte al netto dei contributi ai prodotti 158,817

Ammortamenti 231,672

Prodotto interno netto 1,243,730

B1) DISTRIBUZIONE PRIMARIA: CONTO DELLA GENERAZIONE DEI REDDITI PRIMARI

Redditi da lavoro dipendente (interni) 607,699 Prodotto interno netto 1,243,730

Imposte sulla produzione e sulle importazioni 222,251

Contributi (-) 18,782

Risultato di gestione + reddito misto (netto) 432,561

B2) DISTRIBUZIONE PRIMARIA: CONTO DELL'ATTRIBUZIONE DEI REDDITI PRIMARI

Reddito nazionale (netto) 1,239,712 Risultato di gestione + reddito misto (netto) 432,561

Redditi da lavoro dipendente (nazionali) 607,381

Imposte indirette nette versate al resto del mondo 1,242

Imposte sulla produzione e sulle importazioni 222,251

Contributi (-) 18,782

Redditi da capitale netti dall’estero -4,941

C) CONTO DELLA DISTRIBUZIONE SECONDARIA DEL REDDDITO

Saldo delle imposte correnti sul reddito sul

patrimonio, ecc. (pagate meno ricevute) con il Resto

del Mondo 794 Reddito nazionale (netto) 1,239,712

Saldo dei contributi sociali (pagati meno ricevuti) con

il Resto del Mondo 281

Saldo delle prestazioni sociali diverse dai

trasferimenti sociali in natura (pagate meno ricevute)

con il Resto del mondo 1,625

Saldo degli altri trasferimenti correnti (pagati meno

ricevuti) con il Resto del Mondo -15,898

Reddito nazionale disponibile (netto) 1,226,515

D) CONTO DELLA UTILIZZAZIONE DEL REDDITO

Spesa per consumi finali nazionali 1,174,481 Reddito nazionale disponibile (netto) 1,226,515

Rettifica per variazione dei diritti netti delle famiglie Rettifica per variazione dei diritti netti delle famiglie

sulle riserve dei fondi pensione 10,469 sulle riserve dei fondi pensione 10,469

Risparmio (netto) 52,034 53

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

CONTO DEL CAPITALE 2006 – PREZZI CORRENTI

VARIAZIONI DELLE ATTIVITA' VARIAZIONI DELLE PASSIVITA'

E) CONTO DEL CAPITALE

Investimenti fissi lordi 306,605 Risparmio (netto) 52,034

Ammortamenti (-) 231,672 Saldo dei trasferimenti in conto capitale con il resto del mondo 1,991

Variazione delle scorte e acquisizioni meno cessioni di oggetti di valore 6,426

Acquisizioni meno cessioni di attività non finanziarie non prodotte 98

Accreditamento (+) / Indebitamento (-) -27,432 54

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

IL CONTO DI EQUILIBRIO DEI BENI E SERVIZI

Il conto di equilibrio dei beni e servizi costituisce una

rappresentazione alternativa a quella dei conti correnti e dei conti

dell’accumulazione del sistema economico nazionale più vicina

alla usuale rappresentazione macroeconomica.

Dal lato delle risorse (offerta) vengono conteggiate il prodotto

interno lordo e le importazione, dal lato degli impieghi

(domanda) i consumi, gli investimenti (comprensivi della

variazione delle scorte) e le esportazioni. Y = PIL

Y + M = C + I + X dove M = Importazioni

C = Consumo

I = Investimenti

E = Esportazioni

55

IL SISTEMA DEI CONTI ECONOMICI NAZIONALI

IL CONTO DI EQUILIBRIO DEI BENI E SERVIZI (2001-2005)

VALORI CONCATENATI - ANNO DI RIFERIMENTO 2000

RISORSE IMPIEGHI

Consumi finali nazionali Investimenti fissi lordi

Prodotto interno Importazioni Totale Spesa delle Spesa della Totale macch., attr. mezzi di costruzioni Variaz. Esportazioni

lordo di beni e famiglie P.A. e ISP e prod. vari trasp. scorte e ogg. di beni e

servizi fob di val. servizi fob

2001 1,248,648 321,125 974,537 733,562 240,974 248,082 113,773 27,376 106,933 1,673 323,816

2002 1,295,226 320,776 1,009,106 755,855 253,250 257,974 117,275 28,651 112,048 1,579 310,783

2003 1,335,354 320,512 1,051,968 784,333 267,635 253,669 114,649 25,388 113,632 1,568 303,219

2004 1,388,870 342,256 1,089,855 809,360 280,495 257,851 116,620 25,931 115,300 1,946 312,372

2005 1,417,241 373,743 1,121,633 828,723 292,910 256,622 115,912 25,033 115,677 1,888 313,178

56


PAGINE

57

PESO

265.19 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Dispense di Economia Politica sotto forma di slides, messe a disposizione dal Prof. Piero Bini, a cura di Claudio Picozza. Al loro interno si analizza il sistema dei conti economici nazionali: unità economiche, articolazione dei conti, conti correnti, conto dell'accumulazione, conto del capitale, conto di equilibrio di beni e servizi, schema semplificativo finale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche per il governo e l'amministrazione
SSD:
Docente: Bini Piero
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia politica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Bini Piero.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Economia politica

Esercitazioni di Economia Politica
Esercitazione
Euro, BCE e gli strumenti della politica monetaria
Dispensa
Politica monetaria dell'Eurosistema
Dispensa
Contabilità finanziaria con l'estero
Dispensa