Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

IL SISTEMA DEI SERVIZI ALLE PERSONE.

L'attuazione dei fini dello stato sociale, postula un integrazione

tra stato e società civile.

Attivazione di servizi rispondenti agli specifici vissuti e attese

degli stessi per una diversa qualità della vita individuale e

collettiva.

Rete di servizi come sistema aperto a cui tutte le espressioni

comunitarie partecipano con la propria specificità istituzionale,

funzionale e culturale per programmare, organizzare e gestire

risorse e risposte efficaci.

Centralità del ruolo della famiglia, come luogo privilegiato

della cura alla persona e della comunità locale, come ambito di

vita e di relazioni in cui le persone realizzano il proprio progetto

di vita.

La famiglia e la comunità territoriale diventano soggetti

dell'azione sociale giacché competenti nella lettura ed

interpretazione dei propri bisogni e problemi e "nutritivi" nella

ricerca di risorse/risposte più congruenti con la specificità

soggettiva dei vissuti e delle attese.

Rilevanza del diritto/dovere di partecipazione.

Rilevanza delle cooperative sociali del volontariato e più in

generale delle ONLUS (D.leg.vo 412/97 n°470) Organizzazioni

non lucrative di utilità sociale.

L

i n

e

e e

m e

r g

e

n

t i d

e

l s

e

r v

i z

i o s

o

c

i a

l e

n

e

l s

i s

t e

m a a

t t u

a

l

e d

e

i s

e

r

v

i z i

1) funzioni e compiti del servizio sociale

2) Il servizio sociale professionale in

Italia (aspetti storici ed evolutivi)

3) Principi ispiratori, valori e

atteggiamenti professionali

4) Basi teoriche e procedimento

metodologico

ENTROPIA E BURN-OUT NEL LAVORO SOCIALE

La "burn-out syndrome" è quel processo perverso, che

(Maslach, 1992)

trasforma nel tempo ciò che prima dava piacere e interesse nella

professione, in altrettanti elementi di frustrazione.

Cortocircuito

Burn-out Entropia:

struttura che assorbe molte

energie e ne restituisce poche

all'ambiente, "struttura che

mangia più energia di quanta

ne metabolizza".

(Labos 1987)

Dicotomia tra essere e dover essere.

Sintomi tipici della diagnosi di burn-out:

senso di colpa;

♦ negativismo;

♦ isolamento e ritiro;

♦ rigidità di pensiero;

♦ sospetto e paranoia;

♦ alterazioni del tono dell'umore;

♦ perdita dell'ideale;

PROPOSTE PER FRONTEGGIARE IL FENOMENO DEL

BURN-OUT.

IL FENOMENO DEL BURN-OUT RELATIVO:

Al soggetto

terapia di sostegno singola o di gruppo;

♦ corsi di formazione;

♦ creazione di propri spazi creativi extra-lavoro.

All'organizzazione

creazione o rafforzamento di supervisione professionale

♦ all'interno dell'ambito lavorativo;

maggiori momenti di interscambio con il personale, onde

♦ evidenziare richieste e disservizi;

snellimento delle procedure burocratiche.

ALCUNE DELLE COSE CHE POSSIAMO FARE NOI, PER

CONTROLLARE IL NOSTRO STRESS PROFESSIONALE

ALL'INTERNO DELL'ORGANIZZAZIONE SONO:

se non è chiaro che cosa ci si aspetta da noi, dobbiamo

♦ chiederlo;

cercare di lavorare all'interno dell'organizzazione, con colleghi

♦ che hanno voglia di affrontare i loro problemi (alleanze

costruttive), piuttosto che, con chi si lamenta in continuazione

senza cercare di risolvere nulla; (Valetutti, 1980)

se vogliamo maggiore feed-back, dobbiamo chiederlo;

♦ non cercare di fare tutto da soli: se abbiamo bisogno di aiuto,

♦ dobbiamo chiederlo;

imparare a conoscere i nostri limiti e non impegnarci in cose per

♦ le quali non abbiamo la competenza necessaria;

divertirsi nel lavoro.

Se facciamo un lavoro serio, non significa che non possiamo

scherzare.

Mappa dei municipi nel Comune di Roma

Mappa delle ASL presenti nel territorio di Roma e provincia

ASL RM/A distretti sanitari: 1°- 2°- 3°- 4°

municipi: I - II - III - IV

Asl RM/B distretti sanitari: 1°- 2° - 3°- 4°

municipi: V - VII - VIII - X

Asl RM/C distretti sanitari: 6°- 9° - 11° - 12°

municipi: VI - IX - XI - XII

Asl RM/D distretti sanitari: 2°- 3° - 4°

municipi: XII - XV - XVI - Fiumicino

Asl RM/E distretti sanitari: 17°- 18°- 19°- 20°

municipi: XVII - XVIII - XIX - XX

Asl RM/F Civitavecchia

Asl RM/G Tivoli

Asl RM/H Albano Laziale

Cos’è un distretto - cos’è un municipio

Il distretto sanitario è una struttura operativa dell’Azienda

che ha il compito di individuare i bisogni di salute della

popolazione ed organizzare la risposta anche

promuovendo l’integrazione con i servizi sociali. La

risposta ai bisogni di salute è prevalentemente

organizzata per fasce d’età - minori, adulti ed anziani -

prevedendo di attuare interventi integrati di prevenzione,

cura e riabilitazione. Il responsabile del Distretto si

avvale della collaborazione di un responsabile

infermieristico ed amministrativo per struttura e di un

referente per ciascuna équipe multidisciplinare

(handicap, consultorio familiare, centro di salute

mentale-CSM-, servizio delle tossicodipendenze-SerT-

ed unità territoriale di prevenzione-UTP).

In pillole…l’organizzazione dell’amministrazione

centrale del Comune di Roma

Il DIPARTIMENTO è il luogo dove avviene il coordinamento centrale

dei seguenti settori dove a livello locale viene gestito da:

Dipartimento XI politiche educative servizi scolastici

Dipartimento XVI politiche della famiglia u.o. secs

(unità organizzativa socio educativa culturale e sportiva)

Dipartimento XII lavori pubblici u.o.t.

(unità organizzativa tecnica)

Dipartimento V politiche sociali u.o. secs

Dipartimenti XIX - XIV periferie sviluppo locale -lavoro u.o.secs

Dipartimento IV politiche culturali e sportive u.o.secs

Cons. Del. Handicap persone diversamente abili u.o. secs

La U.O.S.E.C.S.

Unità organizzativa Socio Educativa Culturale e Sportiva

Direzione Municipio

Servizi educativi Sport e Cultura

Servizi Sociali e scolastici

La struttura amministrativa del

Municipio

Direzione Direzione

Direzione Unità

Direzione Unità Unità Organizzativa Tecnica

Organizzativa Socio

Organizzativa Amministrativa Educativa Culturale e Sportiva (U.O.T)

(U.O.T.) (U.O.S.E.S.C.)

A.S.L. Azienda Sanitaria Locale

Il Direttore generale

il quale si avvale della collaborazione di due figure importanti quali il:

Direttore Sanitario

Direttore Amministrativo

coordina il Distretto Socio Sanitario

i servizi: area materno infantile

area della disabilità

area anziani e cure domiciliari

area delle cure primarie

area dell’igiene mentale

area della tossicodipendenza

I SERVIZI SOCIALI NEL MUNICIPIO

I Servizi Sociali municipali si dividono in settori: minori - adulti - anziani - handicap, anche

se in alcuni territori non c’è una suddivisione per aree tematiche ma per zone o quartieri

all’interno del municipio.

Minori: autorità giudiziaria, adozioni, affidamento, mediazione familiare, inserimenti in

casa famiglia e cura della situazione familiare, servizio di assistenza domiciliare per i

minori in difficoltà.

Adulti: interventi di sostegno e tutela, inserimenti lavorativi e borse lavoro, mediazione

culturale.

Handicap: assistenza domiciliare ed assistenza indiretta, assistenza educativa culturale,

progetti che riguardano la cura e l’assistenza per i disabili.

Gli interventi economici erogati secondo la Delibera Comunale 154/97 - 278/97 e 163/98

ed il servizio di segretariato sociale sono azioni che abbracciano tutti i settori del servizio

.

sociale

Il Servizio Sociale si avvale di uno strumento importantissimo di

programmazione triennale che è il Piano di Zona, per la

programmazione ed attuazione di interventi e progetto che rispondono

alle esigenze del territorio.


PAGINE

29

PESO

201.47 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Organizzazione del Servizio sociale, tenute dalla Prof.ssa Angelina Di Prinzio nell'anno accademico 2011 e tratta i seguenti argomenti:
[list]
Normativa di identificazione della professione;
Definizione di assistente sociale;
Servizio sociale: mandato sociale ed istituzionale;
Aspetti storici ed evolutivi del Servizio sociale in Italia;
Servizio sociale e Costituzione;
Cittadinanza;
Principio di sussidiarietà;

[/list]


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in servizio sociale e sociologia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Organizzazione del servizio sociale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Di Prinzio Angelina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Organizzazione del servizio sociale

Assistente sociale - Apprendimento organizzativo
Dispensa
Relazioni etniche
Dispensa
Diritti umani, universalismo e cosmopolitismo
Dispensa
Ricerca sociale
Dispensa