Che materia stai cercando?

Semina e cure colturali

Dispensa di sistemi colturali arborei per l'esame del prof Fagnano, della facoltà di Agraria, Corso di laurea in tecnologie agrarie, dell'Università degli Studi di Napoli Federico II sulle tecniche di coltivazione , in particolare la semina, la dispensa contiene inoltre immagini e figure dell'argomento trattato.

Esame di Sistemi colturali arborei docente Prof. M. Fagnano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

TECNICA DI SEMINA (4)

B) MODALITA’ DI ESECUZIONE

• a spaglio: spargimento del seme su tutta la superficie.

Una volta si eseguiva a mano, oggi si può fare con

seminatrici a righe (da frumento) private degli organi

interratori, oppure con spandiconcime. Scarsa uniformità.

Necessario coprire il seme con una leggera erpicatura.

Oggi si effettua solo con alcune foraggere (es: risemina di

pascoli degradati).

• a righe: il seme viene distribuito e interrato, con seminatrici,

in file continue (es: frumento) o a distanze predeterminate

lungo la fila (a postarelle, semina di precisione).

Le file possono essere semplici (equidistanti) o binate

(riunite in coppie, bine).

TECNICA DI SEMINA (5)

• La seminatrice a righe è composta da un serbatoio per il

seme (tramoggia) alla cui base sono situati gli organi

erogatori (bocchette munite di un cilindro dentato che ruota

a velocità regolabile e determina la quantità di seme da

erogare) distanti una decina di cm l’uno dall’altro. Alle

bocchette sono collegati, tramite un tubo flessibile, gli organi

interratori (scarpette, falcioni, dischi, ecc.). La distanza tra

questi è regolabile. Dietro agli organi interratori vi sono dei

sistemi di varia forma e tipo che

provvedono a chiudere il solchetto dove

tramoggia è stato riposto il seme.

erogatore

falcione Seminatrici (1)

Seminatrice universale a

fila continua

Seminatrice pneumatica

TECNICA DI SEMINA (6)

• La seminatrice di precisione (mais, girasole, altre

sarchiate a file distanti) ha una tramoggia indipendente per

ogni fila (seminatrice a 2, 3, 4, ecc. file) e, nelle più

moderne e costose, l’organo erogatore è pneumatico. La

distanza tra le file è regolabile, come è regolabile la

distanza tra i semi sulla fila). Per il resto lo schema non

differisce di molto dalla precedente.

Le seminatrici, sia “a righe” che “di precisione”, inoltre,

possono essere:

• semplici: erogano solo il seme;

• combinate: hanno una tramoggia supplementare ed un

sistema di distribuzione per la concimazione localizzata da

effettuare contemporaneamente alla semina.

Seminatrici (2)

Seminatrice di precisione, combinata

TECNICA DI SEMINA (7)

C) SCELTA DEL MOMENTO

• L’epoca di semina dipende dalla caratteristiche di adattamento

della coltura alle condizioni ambientali, in particolare a

temperatura e disponibilità idriche.

• Nei riguardi della temperatura le colture si suddividono in:

• microterme che germinano e resistono a temperature

basse (cereali autunno-vernini, favino, ecc.) e che possono

essere seminate in autunno;

• macroterme, più esigenti, che devono essere seminate in

primavera più o meno avanzata. Alcune specie, inoltre,

sono talmente sensibili alle basse temperature, da

richiedere la semina in semenzai ed il trapianto in campo

solo dopo che si sono sufficientemente alzate le

temperature.

Semenzai e trapianto

Semenzaio

di tabacco

Piantine in

vasetti di

torba

Trapiantatrice

meccanica

TECNICA DI SEMINA (8)

• La disponibilità idrica è un problema che riguarda

principalmente le colture primaverili-estive, che svolgono

buona parte del proprio ciclo in un periodo in cui è

inevitabile lo stress da carenza idrica.

• Per queste colture (mais, girasole, bietola, ecc.) può essere

importante anticipare il momento della semina perchè, in

tal modo, si consente loro di usufruire di una maggior

quantità di piogge (in primavera) e di ridurre la parte del

loro ciclo da trascorrere in estate.

• In linea di massima (e compatibilmente con le capacità di

adattamento delle colture) è sempre conveniente anticipare

le semine.


PAGINE

20

PESO

1.59 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze e tecnologie agrarie
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher darksoul98 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sistemi colturali arborei e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Fagnano Massimo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sistemi colturali arborei

Sistemi colturali erbacei per gli ambienti montani
Dispensa
Leguminose da granella
Dispensa
Fertilizzazione
Dispensa
Inerbimenti tecnici e recupero ambientale
Dispensa