Che materia stai cercando?

Scrittura della storia nella Cina antica - Strategie di legittimità dallo Shujing a Wei Yuan

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Storia della Cina tenuto dalla professoressa Donatella Guida. Al fine di una riflessione critica sulla legittimazione dei sovrani e dei governi in generale attraverso l’utilizzo politico della narrazione storiografica nella Cina antica, si analizzare la narrazione storica a partire dal Classico dei Documenti... Vedi di più

Esame di Storia della Cina docente Prof. D. Guida

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La scrittura della storia nella Cina antica: strategie di legittimità dallo Shujing a Wei Yuan

Modalità d’esame:

prova orale. Inoltre, alla fine del corso gli studenti presenteranno in forma di lezione frontale alla

classe un argomento specifico assegnato

A. Obiettivo formativo del corso è la riflessione critica sulla legittimazione dei sovrani e dei

governi in generale attraverso l’utilizzo politico della narrazione storiografica nella Cina antica. Il

corso si propone di analizzare la narrazione storica a partire dal Classico dei Documenti e dalle

Primavere e Autunni sia dal punto di vista strutturale e stilistico sia come strumento di

legittimazione delle dinastie. Dopo aver esaminato lo Shiji di Sima Qian e averlo posto a

confronto con lo Hanshu di Ban Gu, si cercherà di delineare il percorso che conduceva alla

compilazione, a partire dalla dinastia Tang, delle storie dinastiche, testi di riferimento per la

burocrazia e dispositivo indispensabile a presentare in maniera sistematica la versione ufficiale

delle vicende relative alla dinastia precedente. In particolare, attraverso le descrizioni relative

alla figura di Ming Taizu (Zhu Yuanzhang) si approfondirà l’uso di alcuni moduli e temi narrativi

atti a enfatizzarne le qualità e il ruolo. Infine, si affronteranno alcuni esempi di opere

storiografiche delle dinastie successive, fino ad illustrare le nuove tendenze della storiografia

nella dinastia Qing.

A margine, saranno inoltre presentati altri tipi di fonti storiche, come le gazzette (difangzhi), le

enciclopedie (leishu) e le miscellanee (congshu).

B. Infine, si leggeranno passi relativi alle biografie femminili, al fine di verificare quanto le donne,

sebbene confinate all’interno della famiglia, dalle imperatrici alle eroine, servano da necessario

specchio delle virtù imperiali, nonché da modello per tutta la società.

La scrittura della storia nella Cina antica: strategie di legittimità dallo Shujing a Wei Yuan

Modalità d’esame:

prova orale. Inoltre, alla fine del corso gli studenti presenteranno in forma di lezione frontale alla

classe un argomento specifico assegnato

A. Obiettivo formativo del corso è la riflessione critica sulla legittimazione dei sovrani e dei

governi in generale attraverso l’utilizzo politico della narrazione storiografica nella Cina antica. Il

corso si propone di analizzare la narrazione storica a partire dal Classico dei Documenti e dalle

Primavere e Autunni sia dal punto di vista strutturale e stilistico sia come strumento di

legittimazione delle dinastie. Dopo aver esaminato lo Shiji di Sima Qian e averlo posto a

confronto con lo Hanshu di Ban Gu, si cercherà di delineare il percorso che conduceva alla

compilazione, a partire dalla dinastia Tang, delle storie dinastiche, testi di riferimento per la

burocrazia e dispositivo indispensabile a presentare in maniera sistematica la versione ufficiale

delle vicende relative alla dinastia precedente. In particolare, attraverso le descrizioni relative

alla figura di Ming Taizu (Zhu Yuanzhang) si approfondirà l’uso di alcuni moduli e temi narrativi

atti a enfatizzarne le qualità e il ruolo. Infine, si affronteranno alcuni esempi di opere

storiografiche delle dinastie successive, fino ad illustrare le nuove tendenze della storiografia

nella dinastia Qing.

A margine, saranno inoltre presentati altri tipi di fonti storiche, come le gazzette (difangzhi), le

enciclopedie (leishu) e le miscellanee (congshu).

B. Infine, si leggeranno passi relativi alle biografie femminili, al fine di verificare quanto le donne,

sebbene confinate all’interno della famiglia, dalle imperatrici alle eroine, servano da necessario

specchio delle virtù imperiali, nonché da modello per tutta la società.

C. Il programma di 12 CFU, focalizzato sulla legittimazione delle dinastie non-Han, prevede, in

aggiunta alle lettere A. e B., la stesura di un elaborato scritto e la seguente bibliografia:

• H. Franke, From Tribal Chieftain to Universal Emperor and God: The Legitimation of Yuan

Dynasty, München 1978.

• E. Rawski, The Last Emperors, Berkeley, University of California Press, 1998.

The writing of history in pre-imperial and imperial China: strategies of legitimation from the

Shujing to Wei Yuan.


PAGINE

2

PESO

17.02 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Storia della Cina tenuto dalla professoressa Donatella Guida. Al fine di una riflessione critica sulla legittimazione dei sovrani e dei governi in generale attraverso l’utilizzo politico della narrazione storiografica nella Cina antica, si analizzare la narrazione storica a partire dal Classico dei Documenti e dalle Primavere e Autunni sia dal punto di vista strutturale e stilistico sia come strumento di legittimazione delle dinastie. Dopo aver esaminato lo Shiji di Sima Qian e averlo posto a confronto con lo Hanshu di Ban Gu, si delinea il percorso che conduceva alla compilazione, a partire dalla dinastia Tang, delle storie dinastiche, testi di riferimento per la burocrazia e dispositivo indispensabile a presentare in maniera sistematica la versione ufficiale delle vicende relative alla dinastia precedente. Infine, si affrontano alcuni esempi di opere storiografiche delle dinastie successive, fino ad illustrare le nuove tendenze della storiografia nella dinastia Qing. Sono inoltre presentati altri tipi di fonti storiche, come le gazzette (difangzhi), le enciclopedie (leishu) e le miscellanee (congshu).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e culture orientali e africane (Facoltà di Lettere e Filosofia e di Studi Arabo-Islamici e del Mediterraneo)
SSD:
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della Cina e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli L'Orientale - Unior o del prof Guida Donatella.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia della cina

Riassunto esame Storia della Cina, prof. Guida, libro consigliato Cina, una storia millenaria, Vogelsang
Appunto
Storiografia cinese
Dispensa
Religioni e filosofie dell'India
Dispensa
Riassunto esame Storia e civiltà dell'Estremo Oriente, prof. Carioti, libro consigliato Storia dell'Asia Orientale, John K. Fairbank, Edwin, O. Reischauer
Appunto