Che materia stai cercando?

Scienza e pubblico - Evoluzione scienza e società Appunti scolastici Premium

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Storia della Medicina , tenute dal Prof. Mauro Capocci nell'anno accademico 2011 e tratta il tema generale della storia della sociologia della scienza, la storia della medicina e della sanità nell'Italia contemporanea, la storia e filosofia delle teorie... Vedi di più

Esame di Storia della medicina docente Prof. M. Capocci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

È CAMBIATO IL MODO DI GUARDARE ALLA SCIENZA

(critica della scienza). Anni 30-40:

JBS Haldane

JD Bernal

La critica "di sinistra" alla scienza,

soprattutto di segno marxista.

Le condizioni materiali della produzione di conoscenza,

in analogia con la produzione di altre merci.

Ruolo di consigliere: il governo

“scientifico”, la produzione “scientifica”,

la società “scientifica”.

Per alcuni, la scienza è al servizio della

società (da sinistra). BIG Nuova Atlantide, 1623

SCIENCE

WWII

Guerra Fredda

Nel Novecento salta la distinzione tra scienza applicata

e scienza di base

Aerei e guerra chimica: il

coinvolgimento della ricerca è

sempre maggiore

Werner von Braun: nasce la

tecnoscienza organizzata

L B S

A SCIENZA NELLA IG CIENCE

- Grandi finanziamenti Nasce come scienza applicata.

- Tanti ricercatori Seconda Guerra Mondiale:

- Grandi laboratori RADAR, Bomba, Penicillina

- Grandi macchine. Radar 1940s - pubblico

Penicillina 1943 – pubblico/privato

La Big Science militare provoca

reazione/conseguenze:

la scienza deve essere libera, la

sua ricerca della verità è

indipendente dalla società che la

produce.

Indipendenza: nel senso dei

problemi da affrontare, dei metodi

utilizzati, della diffusione dei

risultati, degli utenti. LHC, Ginevra

È la visione di Vannevar Bush:

Science, the Endless Frontier (1945)

Advances in science when put to practical use mean more jobs, higher

wages, shorter hours, more abundant crops, more leisure for

recreation, for study, for learning how to live without … the burden

of the past. Advances in science will also bring higher standards of

living, will lead to the prevention or cure of diseases, will

promote conservation of our limited national resources, and will

assure means of defense against aggression. But to achieve these

objectives - to secure a high level of employment, to maintain a

position of world leadership - the flow of new scientific knowledge

must be both continuous and substantial.

Science…can be effective in the national welfare only as a member

of a team, whether the conditions be peace or war. But without

scientific progress no amount of achievement in other

directions can insure our health, prosperity, and security as a

nation in the modern world.

It has been basic United States policy that Government should foster

the opening of new frontiers. It opened the seas to clipper ships and

furnished land for pioneers. Although these frontiers have more or less

disappeared, the frontier of science remains. It is in keeping with the

American tradition - one which has made the United States great - that

new frontiers shall be made accessible for development by all American

citizens.

Generally speaking, the scientific agencies of Government are not

so concerned with immediate practical objectives as are the

laboratories of industry nor, on the other hand, are they as free to

explore any natural phenomena without regard to possible economic

applications as are the educational and private research institutions.

we are entering a period when science needs and

deserves increased support from public funds.

As long as … scientists are free to pursue the truth wherever it may

lead, there will be a flow of new scientific knowledge to those who

can apply it to practical problems in Government, in industry, or

elsewhere.

Many of the lessons learned in the war-time application of science

under Government can be profitably applied in peace. The Government

is peculiarly fitted to perform certain functions, such as the coordination

and support of broad programs on problems of great national

importance. But we must proceed with caution in carrying over the

methods which work in wartime to the very different conditions of

peace. We must remove the rigid controls which we have had to

impose, and recover freedom of inquiry and that healthy

competitive scientific spirit so necessary for expansion of the

frontiers of scientific knowledge.


PAGINE

18

PESO

1.13 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Storia della Medicina , tenute dal Prof. Mauro Capocci nell'anno accademico 2011 e tratta il tema generale della storia della sociologia della scienza, la storia della medicina e della sanità nell'Italia contemporanea, la storia e filosofia delle teorie dell'evoluzione, il rapporto tra scienza e società. In particolare questa dispensa tratta l'argomento del rapporto tra scienza e società e come questo si è evoluto nel tempo.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'educazione e della formazione
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della medicina e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Capocci Mauro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia della medicina

Scienza e società - Leggi scientifiche
Dispensa
Scienza e pubblico - Accademie
Dispensa
Scienza e pubblico - SSK
Dispensa
Scienza e pubblico - Scienza accademica
Dispensa