Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

355 rivoluzione scientifica

tempo e movimento assoluti, il principio d’inerzia, non identificandosi (soprattutto tra i paracelsiani)

ecc.), che si saldavano ecletticamente con elementi con l’alchimia, mantenne con quest’ultima stretti

dottrinali – sottoposti da Newton a rigorosa auto- rapporti. L’incontro tra la tradizione alchemica me-

censura – del platonismo di Cambridge, della filoso- dievale e la teoria dei principi chimici o spagirici, so-

fia corpuscolare vacuista, delle filosofie animistiche stenuta da Paracelso e da van Helmont, contribuì in

della natura, e che trovarono nella nozione di forza maniera decisiva all’impiego delle ricerche alchemi-

il concetto unificatore dei principi della meccanica che nel più generale progetto di fondazione chimica

razionale, enunciati a partire dalla rielaborazione del- della filosofia naturale e della medicina, che costi-

le leggi del moto di Kepler, della legge galileiana di tuirà il nucleo della tradizione iatrochimica sei-set-

caduta dei gravi e dalla determinazione cartesiana del tecentesca, in opposizione sia alla fisiologia galenica

principio d’inerzia. Sulla legge della gravitazione uni- sia alla scuola iatromeccanica di derivazione carte-

versale, in cui trovarono unificazione matematica fi- siana, contro cui si indirizzerà anche la chimica cor-

sica celeste e fisica terrestre, si fondò l’impalcatura puscolare facente capo a R. Boyle. Pubblicato in

teorica del meccanicismo sette-ottocentesco e dei un’età che aveva visto la riscoperta dei trattati ana-

principi della dinamica sino alla loro radicale rifor- tomici di Galeno, il primo grande libro di anatomia

De humani corporis fabrica

mulazione, all’alba del Novecento, a opera della fi- dell’età moderna, il di A.

sica relativistica di Einstein. Vesalio (1543), dimostrò le straordinarie potenzia-

La tradizione sperimentale, la medicina e le scien- lità offerte dalla tecnologia della stampa nella ripro-

ze della vita. duzione grafica del corpo umano, nell’esigenza di

Nel 16° sec. il rinascimento delle lette- una nuova cartografia del corpo, fondata sull’esame

re e le nuove scoperte geografiche produssero un am- diretto delle sue strutture interne. Il capolavoro di

pliamento senza precedenti della conoscenza uma- Vesalio sancì il primato tutto moderno del ‘vedere’

na. L’invenzione della stampa, in partic., consentì sull’autorità della tradizione, dell’«osservare con i

l’ampia diffusione di quel che restava del patrimo- propri occhi» (autopsia) sulla parola scritta, posto al-

nio scientifico antico e dei più interessanti sviluppi la base di una metodologia di analisi sistematica del-

che esso aveva conosciuto nel Medioevo. Numerose

Na- le parti del corpo che prevedeva il ricorso alla disse-

furono le edizioni quattro-cinquecentesche della

turalis historia De rerum na- zione come primario strumento didattico, banco di

di Plinio il Vecchio e del

tura prova delle conoscenze anatomiche acquisite e fon-

di Lucrezio, che diffuse l’atomismo epicureo,

De architectura damento della medicina clinica. L’accuratezza delle

del di Vitruvio, dei trattati di Eucli- descrizioni anatomiche vesaliane, i nuovi dati del-

de, Archimede, Erone, ecc., potenzialmente utili al- l’osservazione empirica sistematica condotta da altri

la cerchia dei tecnici e dei pratici, il cui ruolo socia- grandi anatomisti cinquecenteschi (Serveto, R. Co-

le subì nel Rinascimento modificazioni profonde, e lombo, Cesalpino, F. d’Acquapendente), impresse-

determinò l’uscita dalle botteghe e dalle officine dei ro una svolta decisiva alle scienze del vivente quan-

loro «segreti» empirici. Da un lato, la letteratura del do trovarono organico e coerente assetto teorico nel

Quattrocento e del Cinquecento vide una vastissima De motu cordis Il moto del cuore)

(1628; trad. it. di W.

produzione di trattati di carattere tecnico, che die- Harvey, autore della scoperta della circolazione del

dero un contributo decisivo alla presa di contatto tra sangue. Tale scoperta, ben presto accolta dai due mas-

sapere scientifico e pratica tecnico-artigianale, de- simi esponenti del meccanicismo secentesco, De-

terminando un forte impulso della matematica ap- scartes e Hobbes, rovesciò alcune tesi fondamentali

plicata in svariati ambiti (cartografia, geografia, teo- della fisiologia galenica e fornì lo strumento teorico

ria delle macchine, balistica, idraulica, pneumatica, indispensabile per lo sviluppo della biologia mecca-

ecc.). Dall’altro lato, il Cinquecento conobbe lo svi- nicistica. Se l’insistenza harveyana sulla centralità del

luppo di discipline – anatomia, chimica, metallurgia, cuore, organo unico e fondamentale della vita, definito

geologia, botanica, storia naturale, ecc. – caratteriz- «Sole del microcosmo», si richiama a temi finalistici

zate dall’ampio ricorso all’esperienza, spesso aventi cari alla filosofia della natura rinascimentale, e, so-

radici nelle diverse professioni artigianali legate alle prattutto, alla tradizione aristotelica, la tesi, difesa nel

«arti del fuoco», come nella pratica medica e alche- De motu cordis, dell’unicità del sangue e del suo mo-

mica, che esercitarono un grande impulso all’emer- to in un sistema chiuso, rinviava a un contesto tecni-

gere di nuovi settori di ricerca empirica, riscontra- co di tipo idromeccanico, in cui il cuore assumeva la

bili nel programma e nei metodi d’indagine delle ac- funzione di una pompa aspirante e premente, men-

cademie scientifiche che dilagheranno nel Seicento, tre le vene e le arterie quella di condotti idraulici, in

in rottura con il sapere dogmatico aristotelico-scola- cui scorre un liquido, il sangue, in pressione e in con-

stico proprio delle istituzioni universitarie del tem- tinuo movimento, direzionato dalle valvole delle ve-

po. Ruolo non marginale nello sviluppo di un’atti- Discorso sul metodo

ne. Descartes celebrò nel (1637)

tudine alla ricerca sperimentale ebbe la magia natu- l’importanza della scoperta harveyana, reinterpre-

rale, come dimostra l’opera di F. Bacone che ne tando in senso rigorosamente meccanicistico la cau-

assimilò alcuni dei temi e degli scopi (rifiuto della fi- sa del moto del cuore secondo processi di combu-

losofia speculativa, produzione di opere utili, domi- stione e fermentazione organica, e ponendolo alla ba-

nio della natura, ecc.) nella sua riforma metodologi- se della teoria del corpo-macchina e dell’automatismo

ca empiristico-induttiva, reinterpretando le «simpa- Trattato sull’uomo,

animale. Nel pubblicato postu-

tie» e «antipatie» della tradizione magica come effetti

schematismi latentes, mo tra il 1662 e il 1664, fu formulato il programma di

di di configurazioni interne dei una descrizione meccanica delle strutture e delle fun-

corpi, secondo un modello di riconduzione delle «qua- zioni organiche, che ebbe duratura influenza in am-

lità occulte» a flussi invisibili di corpuscoli, che sarà bito medico-biologico, e contribuì in maniera essen-

adottato da molte teorie della materia secentesche e da ziale nell’indirizzare le ricerche sugli automatismi fi-

indirizzi della ricerca in campo chimico-alchemico. siologici, secondo un procedimento euristico che in

Fino alla metà del Seicento la chimica fu disciplina Descartes si rivelò particolarmente importante e fe-

soprattutto pratica, subordinata alla farmacia, alla condo nell’indagine analitico-strutturale dei dispositivi

medicina e alle tecniche di assaggio dei metalli, e pur


PAGINE

4

PESO

8.60 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia del pensiero scientifico e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Allocca Nunzio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia del pensiero scientifico

Filosofia della scienza - Crisi dei fondamenti
Dispensa
Teoria cartesiana della visione
Dispensa
Filosofia della scienza
Dispensa
Rinascimento - Rivoluzioni scientifiche
Dispensa