Che materia stai cercando?

Risposta all'enargheia: il gusto Appunti scolastici Premium

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Estetica tenuto dalla professoressa Clementina Gily. La magia che si invoca nella fascinazione dell'arte, nell'invocazione delle Muse, è in realtà la razionalità estetica. Gli elementi che leggono l'immagine sono misteriosi perché organicamente connessi, perché aperti agli affetti, perché... Vedi di più

Esame di Estetica docente Prof. C. Gily

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La risposta all'enargheia: il gusto, Clementina Gily « Estetica « Facoltà ... http://www.federica.unina.it/lettere-e-filosofia/estetica/risposta-enarghe...

Home

«

1/13

»

Clementina Gily » 16) La risposta all'enargheia: il

gusto

La magia disvelata in realtà la razionalità esteti

La magia che si invoca nella fascinazione dell'arte, nell'invocazione delle Muse, è

Shaftesbury

La riflessione sul gusto passa per la rivalutazione del sentimento co

Per Shaftesbury: "Se con la parola intendiamo l'opinione e il

senso L'ingegno si esercit

Agire con ingegno: è il t

Silia Pellegrino, L’attenzione verso la Shaftesbury osserva il m

natura EXPO. Silia Pellegrino, L’illuminazione verso il

buio EXPO. Silia Pellegrino, L’unive

l’energia EXPO.

1 di 3 24/10/2011 10:38


PAGINE

3

PESO

270.52 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questo materiale didattico si riferisce al corso di Estetica tenuto dalla professoressa Clementina Gily. La magia che si invoca nella fascinazione dell'arte, nell'invocazione delle Muse, è in realtà la razionalità estetica. Gli elementi che leggono l'immagine sono misteriosi perché organicamente connessi, perché aperti agli affetti, perché il mistero della presenza ritorna intatto ogni volta. Il Tutto e la parte sono i lati del cammino che impone un pellegrinaggio, quell'andamento oscillatorio dell'occhio nella visione. Le immagini non hanno vocabolario alfabetico, la regola è nel continuum ma è solida. Si trova nel gusto – che è compiacimento, che è variabile per definizione. L'estetica del Settecento l'ha meditato tanto da capire che sotto la continua eccessiva variazione esso conserva la singolarità significante, in cui è l'universale senza trascendimento, astrazione, precisione. Ma è l'universale della bellezza, che per Kant è nel gusto, nel giudizio riflettente che non determina ma conosce.


DETTAGLI
Esame: Estetica
Corso di laurea: Corso di laurea in filosofia
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Estetica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Napoli Federico II - Unina o del prof Gily Clementina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Estetica

La filosofia allo specchio (R. G. Collingwood)
Dispensa
Estetica della percezione
Dispensa
L'arte della memoria
Dispensa
Arte e critica: Guido de Ruggiero
Dispensa