Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli SUN

Corso di Laurea in Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria a.a.

2010/11

Laboratorio di Disegno II

Rilievo dell’Archite7ura

Fondamenti teorici del rilievo

Prof. Alessandra Cirafici | prof. Alessandra Avella

Il rilievo delle altezze

Nella res:tuzione dei da: di rilievo ci si riferisce a rappresentazioni:

sul piano orizzontale;

sul piano ver:cale.

A tal fine, le operazioni di prelievo delle misure devono necessariamente essere condo7e:

orizzontalmente per quanto riguarda le rappresentazioni planimetriche (piante);

ver:calmente per le operazioni al:metriche (prospeG, sezioni).

Vengono dunque u:lizza: strumen1 di supporto al rilievo aG a garan:re le condizioni di

ver:calità e orizzontalità. Livella

Filo a piombo

Il rilievo delle altezze

Per il rilievo del dislivello tra due pun: pos: a quote

diverse:

se i pun: si trovano sulla stessa ver:cale, il rilievo è

immediato perché basta misurare la distanza tra i due

pun: A e B;

qualora si debba rilevare il dislivello fra due pun: A e

B, distan: fra loro, si può procedere con una

coltellazione;

se i pun: non si trovano sulla stessa ver:cale, occorre

iniziare il rilievo dal punto più basso facendo coincidere

con esso un regolo, che, disposto orizzontalmente a

mezzo di livella, si avvicini alla ver:cale del punto più

alto fino ad riportare la posizione al:metrica del

secondo punto sul primo punto.

Il rilievo delle altezze

Prima di dare avvio alle operazioni di rilievo delle altezze è

opportuno predisporre lo schizzo delle sezioni longitudinale e

trasversale, facendo a7enzione a far sì che il piano di sezione

interceG porte e finestre, scale e quant’altro possa res:tuire un

alto numero di informazioni sullo spazio interno.

Le misure al:metriche devono essere sempre riferite ad un

caposaldo metrico, inteso quale piano orizzontale a quota zero,

rispe7o al quale misurare le altezze dei pun:, che possono

trovarsi situa: al di sopra o al di so7o di de7o piano: nel primo

caso, vengono rappresenta: con il segno posi:vo, nel secondo,

con il segno nega:vo.

(Da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma 1994)

Il rilievo delle altezze

Le misure al:metriche devono essere sempre riferite ad un

caposaldo metrico, inteso quale piano orizzontale a quota

zero, rispe7o al quale misurare le altezze dei pun:, che

possono trovarsi situa: al di sopra o al di so7o di de7o

piano: nel primo caso, vengono rappresenta: con il segno

posi:vo, nel secondo, con il segno nega:vo.

(Da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma

1994)

Il rilievo delle altezze

Il riferimento ver:cale può essere cos:tuito da un filo a

piombo che cos:tuisce la fondamentale a cui devono far capo

tu7e le distanze orizzontali delle varie sporgenze della facciata

stessa.

Misurate tu7e le distanze intercorren: tra il filo a piombo e i

pun: che cara7erizzano la facciata, si passa al prelievo delle

misure ver:cali e cioè le soglie, gli architravi delle finestre, i

marcapiani, le cornici, il cornicione di copertura, eventuali

riseghe, ecc. La misurazione può essere effe7uata

dire7amente sulla facciata, con un doppio decametro ben

teso e disposto ver:calmente; se le sporgenze della facciata

non consentono questo :po di misurazione, l'operazione va

eseguita in corrispondenza del filo a piombo. In questo caso, i

pun: da rilevare situa: sulla facciata vengono riporta:

orizzontalmente, con un regolo munito di livella, sul filo a

piombo, dove possono essere misura:. Le misure ver:cali

possono essere rilevate con il sistema delle misure progressive

o con quello delle misure parziali, nel qual caso si ricorda che

sarà indispensabile rilevare l'altezza complessiva dell'edificio,

per avere un termine di controllo.

(Da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma

1994)

Posizione e determinazione dei solai

Per il rilievo dello spessore dei solai, si può procedere disponendo un regolo con livella sia sulla

soglia di una finestra, sia sull'architrave della finestra so7ostante; le misure che vanno dal regolo

inferiore al soffi7o e dal regolo superiore al pavimento, determinano la posizione del solaio. Con

questo metodo, non solo è possibile posizionare il solaio rispe7o alle finestre, ma conoscere

anche lo spessore di esso e, inoltre, riferire la quota del pavimento al caposaldo, detraendo dalla

quota della soglia della finestra la misura del parape7o della finestra.

(Da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma 1994)

Il rilievo delle altezze

Determinata la posizione dei solai, si passa al prelievo delle misure ver:cali interne, mentre le

misure orizzontali sono già state valutate con il rilievo della pianta. Vanno anche rilevate le misure

dell'altezza dal pavimento al soffi7o, quella di porte e finestre, dei parapeG delle finestre e di

tuG gli altri elemen: archite7onici presen: nell'ambiente.

Si fa coincidere il piano di riferimento orizzontale con un elemento archite7onico con andamento

orizzontale come ad esempio la zoccolatura.

Il rilievo dei prospe4

Per il rilievo dei prospeG occorre predisporre come sempre

uno schizzo congruente con l’ogge7o di studio. A tal fine è

opportuno preven:vamente studiarne le geometrie, i

rappor: proporzionali, la griglia di facciata, configurando

una stru7ura grafica capace di accogliere le determinazioni

metriche del manufa7o.

La rappresentazione del prospe7o consiste nel disegnarne

gli elemen: salien: in par:colare:

il contorno, verificandone il rapporto altezza /lunghezza in

riferimento a figure geometriche semplici;

la scansione delle par: fondamentali in riferimento alla

tripar:zione del fronte in basamento, fronte, copertura;

le delimitazioni pieni/vuo: in riferimento al ritmo

composi:vo; gli elemen: decora:vi.

Il rilievo dei prospe4

Sullo schizzo occorre posizionare una fondamentale orizzontale di riferimento, che deve

possibilmente essere la stessa u:lizzata nelle sezioni. Una volta predisposta la stru7ura grafica si

potrà procedere al rilievo delle singole par:.

(Da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma 1994)

Rilievo delle volte semplici e composte

Per il rilievo delle volte si può procedere u:lizzando il metodo della trilaterazione a

par:re da una base nota AB, oppure rilevandone il profilo per pun:, riconducendo

l’operazione al metodo per ascisse e ordinate.

Le misure fondamentali da rilevare sono:

la quota all’imposta;

• l’altezza in chiave;

• la luce.

Qualora la geometria non risultasse in modo evidente, sarà opportuno rilevare anche dei

pun: intermedi tra l’imposta e la chiave.

(immagini da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma 1998)

Strumento per il rilievo delle misure al1metriche

pun: intermedi tra l’imposta e la chiave.

Gli strumen: da u:lizzare sono:

l’asta telescopica;

• il distanziometro laser.

(immagini da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma 1998)

(immagini da M.Docci, D.Maestri, Manuale di rilevamento archite1onico e urbano, Roma 1998)


PAGINE

30

PESO

1.48 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Vengono trattati i seguenti argomenti. Il rilievo delle altezze. Posizione e determinazione dei solai. Il rilievo dei prospetti. Rilievo delle volte semplici e composte. Strumento per il rilievo delle misure altimetriche. Rilievo delle volte semplici. Rilievo delle volte composte. Rappresentazione di una scala in pianta. Rilievo planimetrico. Rilievo altimetrico. Scale su strutture voltate. Volta.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze dell'architettura
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Rilievo dell'architettura e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Avella Alessandra.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze dell'architettura

Materiali, processi ed elementi costruttivi
Dispensa
Analisi del Degrado - Fenomeni di degrado
Dispensa
Sistema edilizio -  Approccio esigenziale-prestazionale
Dispensa
Analisi del Degrado - Diagnostica: rilievo macroscopico
Dispensa