Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Parte I: la religione principali concetti

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Che cosa non è la religione

­ ⇒

non si può identificare con il monoteismo fede in un solo Dio (in molti casi rientra

nel politeismo fede in una molteplicità di dèi);

­ (l’idea

non deve essere identificata con le prescrizioni morali che gli dèi siano

interessati a come ci comportiamo su questa terra è estranea a molte religioni);

­ non deve necessariamente spiegare le origini del mondo (molte religioni sono prive

di un mito delle origini);

­ non può essere identificata con una dimensione soprannaturale (alcune religioni si

propongono di accettare l’armonia naturale del mondo).

4

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Che cos’è la religione

La religione ricorre a una serie di simboli per ispirare sentimenti di riverenza o di

timore ed è collegata a riti o cerimonie praticati dalla comunità dei credenti.

Che cos’è la magia

La magia è il tentativo di influenzare gli eventi con l’uso di posizioni, formule o

pratiche rituali.

Religione cerimonie regolari, svolte in luoghi particolari, a cui prende parte la

comunità dei credenti.

Magia praticata da individui e non da una comunità di credenti.

5

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Si possono identificare diversi tipi di religione:

totemismo e animismo;

religioni monoteistiche giudaismo, cristianesimo e islam;

religioni dell’Estremo Oriente induismo, buddismo, confucianesimo e taoismo.

6

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Totemismo e animismo ⇒

totem

Il totemismo è la credenza nelle virtù taumaturgiche dei termine usato

per designare specie animali e vegetali ritenute in possesso di poteri soprannaturali.

spiriti fantasmi

L’animismo è la credenza negli o (benigni o maligni) che

popolerebbero lo stesso mondo degli uomini e che sarebbero in grado di influenzare

il comportamento umano.

Totemismo e animismo sono religioni diffuse nelle società di piccole dimensioni.

7

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Religioni monoteistiche

ebraismo):

Giudaismo (o risale circa al 1000 a.C.; fede in un unico Dio

onnipotente; Dio richiede obbedienza a rigidi codici morali; certezza nel

monopolio della verità.

Cristianesimo: risale a circa 2000 anni fa; filiazione del giudaismo; cattolicesimo,

protestantesimo e ortodossia sono le principali ramificazioni.

Islam: risale al VI secolo d.C.; il profeta Maometto ne è il fondatore; Allah ha il

dominio su tutta la vita umana e naturale.

8

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Religioni dell’Estremo Oriente

Induismo: risale a circa 6000 anni fa; politeistica; dottrina della

reincarnazione; caste.

sistema delle autodisciplina meditazione;

Buddismo: risale al VI secolo a.C.; vita di e

nirvana

raggiungimento del appagamento spirituale.

Confucianesimo: risale al VI secolo a.C.; accorda la vita umana all’armonia

interna della natura; venerazione degli antenati.

meditazione non violenza

Taoismo: risale al VI secolo a.C.; e per attingere

alla vita superiore. 9

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Parte II: Marx, Durkheim, Weber: tre

prospettive su religione e società

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Karl Marx e la religione

La religione è un insieme di idee e valori prodotti dagli esseri umani nel corso del

loro sviluppo culturale, ma erroneamente proiettati su forze o personificazioni

divine (L. Feuerbach). ⇒

­ La religione rappresenta l’autoalienazione umana valori e idee creati

dall’uomo, ma considerati il prodotto di esseri estranei o separati.

La religione è l’oppio dei popoli rimanda felicità e ricompense alla vita

ultraterrena e insegna l’accettazione delle condizioni date nell’esistenza presente.

11

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

Èmile Durkheim e la religione

“Una religione è un sistema coerente di credenze e di pratiche relative a cose sacre,

cioè separate e proibite, che riuniscono in una stessa comunità morale, chiamata

formes élémentaires de la vie

chiesa, tutti coloro che vi aderiscono” (Les

religieuse, p. 65) 12

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005

Capitolo 14. Religione

L’analisi di Durkheim:

1) Studio della religione nella 2) Distinzione fra

sua forma più semplice religione e magia

4) Riti e cerimonie rinsaldano il

3) Distinzione fra legame sociale

sacro e profano

L’oggetto del culto è la società stessa.


PAGINE

25

PESO

313.57 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Dispense al corso di Sociologia Generale del Dott. Francesco Antonelli. Al loro interno è affrontato il tema della religione con particolare riguardo a: il concetto di religione, i culti, il concetto di magia ed i principali credo religiosi; le teorie di Marx, Durkheim, Weber sulla religione e sul suo ruolo nella società; i moderni fenomeni religiosi.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze politiche per la cooperazione
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sociologia generale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Roma Tre - Uniroma3 o del prof Antonelli Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sociologia generale

Ricerca quantitativa e ricerca qualitativa
Dispensa
Teoria e ricerca empirica
Dispensa
Teoria dello scambio e della scelta razionale
Dispensa
Sè, mente e ruolo sociale
Dispensa