Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il modello di Lee o Public information o

Relazioni istituzionali e dell’informazione

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Il modello della comunicazione è a una via, poiché la

comunicazione fluisce dall’organizzazione, per il tramite

del relatore istituzionale, ai giornalisti e da questi al

pubblico, e quindi “dall’emittente al ricevente, senza

alcuna forma di ascolto o di feedback”;

• la differenza con il modello di Barnum sta nell’impegno

a fornire informazioni veritiere e complete;

• Gli indicatori di efficacia sono limitati a test di leggibilità

per valutare il grado di difficoltà dei testi e ricerche sui

lettori per verificare se i testi in questione vengono

davvero letti;

• il ruolo del giornalista è quello di chiedere e ricevere

informazioni il più dettagliate possibile, valutarle,

interpretarle e decidere se e come renderle note ai

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Il modello di Lee o Public information o

Relazioni istituzionali e dell’informazione

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Fra il relatore istituzionale e il giornalista si stabilisce una

relazione di “fiducia e interdipendenza”, basata su regole

condivise, che tende a durare nel tempo, che si interrompe

se:

• il relatore istituzionale fornisce al giornalista informazioni

non fondate, confidando che dia le notizie senza ulteriori

verifiche;

• il giornalista pubblica informazioni riservate senza

autorizzazione o ne attribuisce la provenienza a fonti

dell’organizzazione.

• Chi comunica persegue solo il suo obiettivo e si preoccupa

di soddisfare in modo esclusivo quelle che unilateralmente

suppone siano le aspettative del giornalista, cui viene però

riconosciuto un ruolo di tutela dell’interesse dei lettori.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Il modello di Lee o Public information o

Relazioni istituzionali e dell’informazione

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa Non penserai mica No, mi aspetto che tu Puoi lavorare

che io scriva un pubblichi il mio oppure ubriacarti,

articolo favorevole comunicato stampa ma la paga è

sulla tua azienda con la tua firma e ti sempre la stessa

solo perché mi hai comporti come se lo

offerto da bere. avessi scritto tu.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Bernays o Two-way asymmetric

Relazioni istituzionali e o della persuasione scientifica

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Si afferma intorno agli anni venti con Edward L. Bernays

(1891-1995), autore dell’approccio scientifico alle relazioni

pubbliche, che ne tiene nel 1922 alla New York University

il primo corso e nel 1923 scrive Crystallizing public

opinion;

• evidenzia l’importanza delle indagini della pubblica

opinione al fine di conoscere gli atteggiamenti e le

propensioni prima di progettare una campagna di

relazioni pubbliche;

• da “the public must be informed” a “the public should be

understood and its need considered”;

• Il modello Two-way asymmetric prevede una attività di

comunicazione a due vie, i cui flussi, tuttavia, sono

asimmetrici;

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Bernays o Two-way asymmetric

Relazioni istituzionali e o della persuasione scientifica

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Il pubblico viene ascoltato anche con l’impiego di

strumenti scientifici di rilevazione e analisi dei dati;

• tuttavia “il flusso di comunicazione dell’emittente verso il

ricevente è dominante rispetto a quello inverso”;

• l’obiettivo è quello della persuasione scientifica,

finalizzata a far accettare al pubblico il punto di vista

dell’organizzazione;

• la natura della comunicazione è a due vie ed è

asimmetrica, in quanto gli effetti della comunicazione tra

organizzazione e pubblico sono sbilanciati a favore della

prima;

• Il modello della comunicazione prevede che essa fluisca

dall’organizzazione al pubblico, ma con la presenza di

un feedback per monitorarne i risultati.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Bernays o Two-way asymmetric

Relazioni istituzionali e o della persuasione scientifica

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa

• E’ prevista un’attività di ricerca empirica, che si propone,

con strumenti propri della metodologia della ricerca sociale:

• a) di individuare le preferenze del pubblico;

• b) di rilevare gli atteggiamenti e i comportamenti del pubblico

prima e dopo l’intervento di relazioni pubbliche.

• Il modello propone la ricerca degli aspetti dell’organizzazione

che il pubblico apprezza maggiormente e la progettazione di

una campagna di comunicazione imperniata proprio sugli

aspetti dell’organizzazione più corrispondenti alle preferenze

del pubblico

• Questo modello ancora oggi prevale nelle grandi imprese

internazionali e, da qualche tempo, anche in quelle italiane.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Bernays o Two-way asymmetric

Relazioni istituzionali e o della persuasione scientifica

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Assume i parametri delle discipline psicologiche e

sociologiche e si propone la persuasione scientifica di

determinati segmenti di pubblici influenti, in funzione degli

obiettivi dell’organizzazione.

• prevede un intenso uso delle ricerche sociali, in modo

particolare di sondaggi di opinione e di focus groups

• L’interlocutore viene effettivamente ascoltato, ma secondo

le modalità previste dal disegno della ricerca;

• il pubblico è selezionato con criteri di campionamento e

invitato:

• a compilare un questionario o a rispondere alle domande

di una check list predisposti sulla base delle ipotesi e delle

categorie concettuali e interpretative del ricercatore;

____________________________

• a partecipare a un focus group sugli argomenti proposti da

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Bernays o Two-way asymmetric

Relazioni istituzionali e o della persuasione scientifica

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Il pubblico nelle risposte è costretto entro l’universo di

senso del ricercatore in modo più o meno rigido a seconda:

• A) del grado di direttività e standardizzazione della tecnica ;

• B) del grado di strutturazione dello strumento di rilevazione;

• il modello è asimmetrico anche per il modo in cui i dati

rilevati vengono impiegati dopo la rilevazione;

• l’ascolto viene valutato esclusivamente come informazione

che permette di ottenere una persuasione scientifica, in

funzione di obiettivi unilateralmente decisi e non negoziati;

• non ci si rivolge a giornalisti, ma a cittadini e opinion leader;

• identificare gli opinion leader e persuaderli ad esprimere

comportamenti e opinioni per influenzare l’opinione

pubblica attraverso i media diviene parte del lavoro di

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Grunig o Two-way symmetric o

Relazioni istituzionali e della negoziazione

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Comincia a essere impiegato a partire dagli anni cinquanta;

• Cultip e Center in Effective Public Relations (1952) lo

sostengono:

• le relazioni istituzionali dovrebbero consistere nella

comunicazione di idee e informazioni tra l’organizzazione e

i suoi pubblici, nel tentativo di realizzare un mutual

adjustement;

• il modello è più frequentemente denominato modello di

Grunig, dal nome dell’autore che lo ha formalizzato e

razionalizzato;

• è fatto proprio da professionisti come Harold Burson;

• evidenzia l’importanza della comunicazione a due vie con

flussi tendenzialmente simmetrici; aumenta il rilievo del

____________________________

ricevente;

Stefano Scarcella Prandstraller

Il modello di Grunig o Two-way symmetric o

Relazioni istituzionali e della negoziazione

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • L’obiettivo del modello è la comprensione reciproca tra

l’organizzazione e i suoi pubblici;

• il professionista di relazioni istituzionali assolve una

funzione di mediatore, anche se resta al servizio

dell’organizzazione;

• la natura della comunicazione è a due vie e consiste in

un dialogo tra le due parti: sia il management

dell’organizzazione, che il pubblico si mostrano

disponibili ad un cambiamento dopo l’intervento di

relazioni pubbliche;

• l’organizzazione e il pubblico, per l’influenza reciproca,

non si possono più definire emittente e ricevente, bensì

gruppi;

• l’ascolto non è orientato solamente alla costruzione di

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller


PAGINE

23

PESO

261.21 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Relazioni istituzionali e responsabilità sociale d'impresa tenuto dal prof. Scarcella Prandstraller. Di seguito gli argomenti affrontati: il modello della propaganda; il modello dell'informazione; il modello della persuasione scientifica; il modello della negoziazione.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di RELAZIONI ISTITUZIONALI E RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scarcella Prandstraller Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Relazioni istituzionali e responsabilita’ sociale d’impresa

Bilancio sociale e rendicontazione
Dispensa
Teoria sociale - Relazioni e istituzioni
Dispensa
Eventi - Organizzazione
Dispensa
Relazioni istituzionali - Introduzione
Dispensa