Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Perché il paradigma relazionale?

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • un paradigma è “un tipo di prospettiva, un

punto di osservazione da cui guardare la

realtà sociale che utilizza una specifica

logica e si avvale di un determinato

linguaggio”

• La sociologia relazionale è un paradigma

fondato sul presupposto che la società

stessa “è relazione sociale”, e quindi

spiega i fenomeni a partire dalla relazione

• parte altresì dalla constatazione che la

società contemporanea è caratterizzata da

un progressivo distanziamento fra l’umano

____________________________ e il sociale

Stefano Scarcella Prandstraller Relazioni istituzionali e sociologia relazionale

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale • le relazioni istituzionali sono per eccellenza il

d’impresa luogo del sociale, delle interazioni di ruolo, in cui

ad incontrarsi sono dei soggetti che agiscono

come attori sociali, interpretando i loro rispettivi

ruoli nell’ambito delle proprie organizzazioni in un

contesto di aspettative altamente

istituzionalizzato.

• sono però anche il luogo dell’umano, dello

sviluppo delle relazioni tra persone, che possono

muoversi sul piano della deontologia

professionale e dell’etica;

• è proprio l’umano in molti casi a fare la differenza,

a costituire l’elemento critico di successo di una

determinata esperienza relazionale, che è come

tale innanzi tutto una esperienza umana.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Le caratteristiche di un approccio sociologico-

Relazioni istituzionali e relazionale alle relazioni istituzionali

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • 1) centralità della relazione , in cui si

esprimono le attività più rilevanti ed

efficaci dei professionisti di relazioni

istituzionali;

• In particolare:

• A) il relatore istituzionale interpreta i

pubblici e dialoga con loro attraverso il

governo dei sistemi di relazione;

• B) il comunicatore si limita a progettare e

distribuire strumenti e programmi relativi a

contenuti definiti da altri (Muzi Falconi,

2005)

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Le caratteristiche di un approccio sociologico-

Relazioni istituzionali e relazionale alle relazioni istituzionali

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • 2) centralità della persona, intesa come

“individuo elevato a valore” (Bobbio, 1938) ed

essere unico ed irripetibile come protagonista

della relazione, che non può essere del tutto

ridotta nelle forme del sociale non umane, e cioè

delle pure interazioni di ruolo;

• 3) attenzione ai “diritti culturali” (Touraine

2008), al genere, alle identità ed alle particolarità

culturali delle persone;

• 4) attenzione alle culture organizzative come

identità plurali delle persone al lavoro ed

elemento essenziale della componente

istituzionale delle organizzazioni ed alla coerenza

tra le culture delle organizzazioni e le strategie di

____________________________ relazioni istituzionali e di comunicazione che si

Stefano Scarcella Prandstraller Le caratteristiche di un approccio sociologico-

Relazioni istituzionali e relazionale alle relazioni istituzionali

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • 5) ricorso costante alla teoria sociale ed ai

saperi sociologici soprattutto nella fase del

problem setting, (Minardi, 2005) che è la fase in

cui si attinge ai quadri concettuali per definire i

problemi da affrontare;

• 6) impiego sistematico dei metodi e delle

tecniche di ricerca della metodologia della

ricerca sociale;

• 7) enfasi sulla identità professionale del

relatore istituzionale e sull’esigenza di un

rafforzamento delle fondamenta disciplinari della

sua professione;

• 8) un’attenzione all’etica, in quanto i processi

etici sono espressione dell'umano e poiché l’etica

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I contenuti del corso

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Il corso di relazioni istituzionali ha i seguenti obiettivi:

• 1) dare una conoscenza di base a livello teorico e

pratico dei principali aspetti e problematiche della

disciplina e della professione delle relazioni istituzionali;

• 3) fornire un metodo di lavoro ed alcuni degli strumenti

operativi della professione di relatore istituzionale.

• La Parte introduttiva:

• definizioni di concetti base (interazione, soggetto, ruolo,

persona, relazione, istituzione e associazione) (Cap. I);

• approcci della teoria sociale (interazionismo simbolico,

funzionalismo, approccio drammaturgico,

neoistituzionalismo, etnometodologia e sociologia

relazionale) (Cap. II);

• indispensabili per il problem setting nelle relazioni

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I contenuti del corso

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa

• La Parte Generale:

• a) i target delle relazioni istituzionali (pubblici e pubblici

influenti, stakeholder, shareholder, opinion leader,

gatekeeper)(Cap. III) ;

• b) le origini e la storia della disciplina e della professione

negli Stati Uniti e in Italia (Cap. V);

• c) i quattro modelli delle relazioni istituzionali di Grunig

(Cap. VI);

• d) le relazioni istituzionali come funzione

dell'organizzazione (ambiti e ruoli, teorie, modelli, recenti

sviluppi) (Cap. VII);

• e) le relazioni istituzionali come professione (competenze,

associazioni professionali, mercato, aspetti deontologici)

____________________________

(Cap. X);

Stefano Scarcella Prandstraller I contenuti del corso

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • La Parte speciale:

• (specifici ambiti di applicazione della disciplina):

• a) le media relations (Cap. XI);

• b) l‘ organizzazione di eventi e le sponsorizzazioni

(Cap. XII);

• c) i public affairs e il lobbying (Cap. XIII);

• d) le marketing e le financial public relations (Cap.

XIV);

• e) le relazioni istituzionali tramite internet e i nuovi

media (Cap. XVII);

• f) la crisis communication (Cap. XVIII);

• g) il GOREL come metodologia operativa (Cap. XVI).

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Il manuale

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

• Stefano Scarcella Prandstraller (a cura di), Relazioni

d’impresa istituzionali e sociologia relazionale. Una disciplina, una

professione, un paradigma, disponibile per aprile 2011.

• Si compone di 20 Capitoli, di cui :

• Il I e il II dedicati alla Parte Introduttiva;

• Il III, il V, il VI, Il VII, il IX e il X dedicati alla Parte

Generale;

• L’XI, il XII, il XIII, il XIV, il XVI, il XVII e il XVIII alla Parte

Speciale;

• Il IV, l’VIII, il XIX e il XX dedicati ad approfondimenti, di

cui:

• Il IV a opinioni, atteggiamenti decisioni e comportamenti;

• L’ VIII a relazioni istituzionali e culture organizzative;

• Il XV alla comunicazione istituzionale integrata;

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller


PAGINE

21

PESO

198.67 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di RELAZIONI ISTITUZIONALI E RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scarcella Prandstraller Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Relazioni istituzionali e responsabilita’ sociale d’impresa

Bilancio sociale e rendicontazione
Dispensa
Teoria sociale - Relazioni e istituzioni
Dispensa
Eventi - Organizzazione
Dispensa
Relazioni istituzionali - Modelli
Dispensa