Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE

COMMAND & CONTROL

3

Processo

P di standard-setting

t d d tti : lungo,

l complesso,

l

 negoziato (consultazione di molti soggetti: esperti,

imprese, produttori materie prime, consumatori…) 

pericolo cattura

Pericolo di over-regulation, eccessiva complessità e rigidità

 Queste tecniche (non diversam. da altre) implicano scelte

 g ad es. “protezione

p dal rischio” o

discrezionali riguardo

“livelli di qualità” o ammontare dei costi per i regolati

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE

COMMAND & CONTROL

4

E

Enforcement

f t costi:

ti

 amministrativi : formulazione standards, monitoraggio e

 controllo ex post

di compliance : tutti i costi necessari per l’adeguamento allo

 standard prefissato (pericolo di “creative compliance” (Baldwin)

evitare

i la

l sostanza d

della

ll regola

l senza venire

i meno alla

ll l

lettera)

)

indiretti : non-intenzionali – talvolta perverse – conseguenze

 della regolazione; difficili da determinare (v

(v. rallentamento o

inibizione di innovazione tecnologica e produttiva)

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE

Tecniche di “quasi-mercato”

quasi mercato

5

Uso

U di strumenti

t ti economici

i i consente

t di superare l

le criticità

iti ità

 del tradizionale C&C:

Riduzione dei costi di informazione e amministrativi per

 regolatore e imprese

Maggiore libertà riconosciuta alle imprese

 Enforcement è più certo in quanto prevede il pagamento di

 determinate somme

P

Pagamento

t di imposte

i t e t

tasse può

ò consentire

ti il risarcimento

i i t d

dei

i

 danneggiati ad es. dalle esternalità negative

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE

Tecniche di “quasi-mercato”

quasi mercato

6

Questi

Q ti strumenti

t ti sono i

in generali

li messi

i i

in atto

tt d

dallo

ll stato

t t

attraverso leggi:

Tassazione: relativa a determinati comportamenti con un

 obiettivo di redistribuzione (rendite);

; finalizzata a scoraggiare

gg

certi comportamenti

(caso: emissioni inquinanti rilevante è il calcolo della tassa non

riconducibile al danno provocato ma al costo che la riduzione di

queste emissioni comporterebbe a tecnologia invariata)

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE

Tecniche di “quasi-mercato”

quasi mercato

7

Sussidi : strumento opposto a quello della imposizione di

 imposte o tasse; pagamenti a soggetti individuali o imprese per

indurle a ridurre o cessare attività indesiderate (il costo è a carico

della fiscalità generale);

il meccanismo può produrre incentivi perversi inducendo le

 imprese a incrementare gli effetti di esternalità negative per

attrarre maggiori sussidi

(obsolescenza dello strumento in partic. nell’area delle tutela

ambientale)

bi l )

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE

Tecniche di “quasi-mercato”

quasi mercato

8

Diritti trasferibili : scarsi costi amministrativi; rappresenta incentivo

 per le imprese a ridurre la condotta indesiderata (v. permessi di

scaricare nell’ambiente una certa quantità di sostanze inquinanti);

viene definita in anticipo la quantità di emissioni consentita; i

permessi sono acquistati da chi ne ha maggior bisogno; difficile

esercizio dei controlli e determinazione del prezzo dei permessi

 Recente evoluzione per la politica ambientale: creazione di mercati sui quali

scambiare i diritti (emission trading) collegata alla definizione di standard e

con la supervisione di AR dedicate; lo scambio consente che il risparmio dei

diritti rispetto

p ad un certo limite p

possa essere depositato

p p

presso l’AR o

utilizzato dalla stessa azienda o scambiato

STRATEGIE / TECNICHE DI REGOLAZIONE :

REGOLAZIONE BASATA SU INFORMAZIONE

9

Riguarda

Ri d il fl

flusso d

delle

ll i

informazioni

f i i a supporto

t d

delle

ll

 attività di mercato

forma meno intrusiva

 alternativa a standard-setting : influenza indiretta:non interferisce nelle

 scelte tecnologiche e organizzative delle imprese;

complementare a standard-setting: sicurezza alimentare

Si articola in 2 ambiti:

 Informazione/trasparenza obbligatoria (mandatory disclosure)

 Campagne

C di informazione

i f i - Informazione

I f i volontaria

l t i


PAGINE

16

PESO

80.01 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione pubblica e d'impresa
SSD:
Università: Milano - Unimi
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Regolazione del mercato e impresa e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Milano - Unimi o del prof Ammannati Laura.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Regolazione del mercato e impresa

Tutela della concorrenza
Dispensa
Tutela della concorrenza
Dispensa
Diritto delle radiotelevisioni - Il servizio pubblico
Dispensa