Che materia stai cercando?

Rappresentazione - Classificazione e metodi

In questo materiale didattico vengono trattati i seguenti argomenti. Introduzione ai trasporti su strada. Il dimensionamento della sezione trasversale:
- Classificazione dei veicoli
- Criteri e caratteristiche compositive della piattaforma
- Le condizioni di servizio
- I condizionamenti della geometria d’asse e di piattaforma.
Strade urbane:
-... Vedi di più

Esame di Infrastrutture e mobilità territoriale - strade ferrovie e aeroporti docente Prof. F. Cirianni

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

Caratteristiche della Sede Stradale.

• Riferimenti normativi

“NORME FUNZIONALI E GEOMETRICHE PER LA COSTRUZIONE DELLE

STRADE” - D.M. 5 NOV. 2001 (G.U. n. 3 del 4.1.2002):

Le emana il Ministero, sentiti CNR e il Consiglio Superiore dei LL.PP. (ai sensi dell’art.

13, comma 1 del codice della strada).

In precedenza: NORME CNR 80:

Le norme CNR 1980 avevano semplicemente carattere di indirizzo per una buona

progettazione delle strade, le norme del 2001, invece, hanno forma cogente.

Strada.

È l'area ad uso pubblico destinata alla circolazione dei pedoni, dei veicoli e degli animali.

Le norme definiscono i criteri per la progettazione sotto gli aspetti funzionali degli

elementi geometrici delle strade, in relazione alla loro classificazione.

Tipi di componenti del traffico.

Le quattro componenti fondamentali del traffico sono:

a) circolazione dei pedoni;

b) movimento di veicoli per il trasporto collettivo con fermate di linea (autobus,

filobus e tram), urbani ed extraurbani;

c) movimento di veicoli motorizzati senza fermate di linea (autovetture, autoveicoli

commerciali, ciclomotori, motoveicoli, autobus turistici e taxi);

d) sosta di veicoli motorizzati, in particolare relativamente alle autovetture private.

Nell'individuazione delle suddette componenti, ai fini dell'organizzazione del traffico, si

ritiene prioritaria la caratterizzazione dei veicoli in "di linea" o "non di linea" piuttosto che

in "pubblici" e "privati".

La precedente elencazione delle componenti fondamentali non esclude, ove occorra, la

considerazione di altre componenti del traffico, definite in tale contesto componenti

secondarie (quali la circolazione di velocipedi), nonché il trattamento differenziato di

singole categorie di veicoli all'interno delle anzidette principali componenti di traffico

(movimento di autovetture separato dal movimento di veicoli commerciali pesanti, oppure

sosta di autovetture e sosta di mezzi collettivi).

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 1 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

Classificazione dei veicoli.

a) veicoli a braccia a) spinti o trainati dall’uomo a piedi

b) azionati dalla forza muscolare dello stesso conducente

a) veicoli destinati principalmente al trasporto di persone

b) veicoli a trazione animale veicoli destinati principalmente al trasporto di cose

b) carri agricoli destinati a trasporti per uso esclusivo delle aziende

c) agricole

c) velocipedi

d) slitte

e) ciclomotori a) motocicli

f) motoveicoli b) motocarrozzette

c) motoveicoli per trasporto promiscuo

d) motocarri

e) mototrattori

f) motoveicoli per trasporti specifici

g) motoveicoli per uso speciale

h) quadricicli a motore

a) autovetture

g) autoveicoli b) autobus

c) autoveicoli per trasporto promiscuo

d) autocarri

e) trattori stradali

f) autoveicoli per trasporti specifici

g) autoveicoli per uso speciale

h) autotreni

i) autoarticolati

l) autosnodati

m) autocaravan

n) mezzi d’opera

h) filoveicoli a) rimorchi per trasporto di persone

i) rimorchi b) rimorchi per trasporto di cose

c) rimorchi per trasporti specifici

d) rimorchi ad uso speciale

e) caravan

f) rimorchi per trasporto di attrezzature turistiche e sportive

a) SEMOVENTI

l) macchine agricole 1) trattrici agricole

2) macchine agricole operatrici a 2 o più assi

3) macchine agricole operatrici ad un asse

b) TRAINATE

1) macchine agricole operatrici

2) rimorchi agricoli

a) macchine impiegate per la costruzione e la manutenzione di opere

m) macchine operatrici civili o delle infrastrutture stradali o per il ripristino del traffico

b) macchine sgombraneve, spartineve o ausiliarie quali spanditrici di

sabbia e simili

c) carrelli

n) veicoli con caratteristiche atipiche

o) veicoli su rotaia in sede promiscua

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 2 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

Autoveicoli

La categoria più importante è costituita dagli autoveicoli (veicoli a motore con almeno due

assi e quattro ruote) e si distinguono in:

- autovetture: veicoli destinati al trasporto di persone, aventi al massimo nove posti,

compreso quello del conducente;

- autobus: veicoli destinati al trasporto di persone equipaggiati con più di nove posti

compreso quello del conducente;

- autocarri: veicoli destinati al trasporto di cose e delle persone addette all’uso o al

trasporto delle cose stesse;

- trattori stradali: veicoli destinati esclusivamente al traino di rimorchi o semirimorchi;

- autotreni: complessi di veicoli costituiti da due unità distinte, agganciate, delle quali

una motrice.

- autoarticolati: complessi di veicoli costituiti da un trattore e da un semirimorchio;

- autosnodati: autobus composti da due tronconi rigidi collegati tra loro da una sezione

snodata.

- autocaravan.

Sagoma Limite

Larghezza massima = 2.55 m

Altezza massima dal piano stradale = 4.00 m (per gli autobus e i filobus destinati a servizi

pubblici di linea urbani e suburbani circolanti su itinerari prestabiliti è consentito che tale

altezza sia di 4.30 m).

Motoveicoli a 2 o 3 ruote sagoma limite: 1.60 x 2.50 m

Lunghezza massima:

Veicolo a motore isolato: 12.00 m

Rimorchi con un solo asse 7.50 m

Rimorchio: 12.00 m

Autoarticolato: 16.50 m

Autotreno: 18.00 m

Motoveicoli a 2 o 3 ruote: 4.00 m

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 3 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

Peso massimo:

Veicolo isolato a due assi: 18 t

Rimorchio a tre assi: 24 t

Autotreni e autoarticolati a 5 o 6 assi: 40 t

Definizione e classificazione delle strade.

Ai fini dell'applicazione delle norme del codice della strada si definisce strada l'area ad

uso pubblico destinata alla circolazione dei pedoni, dei veicoli e degli animali.

Le strade sono classificate, ai sensi dell’articolo 2. del D.L. 285/92, riguardo alle loro

caratteristiche costruttive, tecniche e funzionali, nei seguenti tipi:

A - Autostrade;

B - Strade extraurbane principali;

C - Strade extraurbane secondarie;

D - Strade urbane di scorrimento;

E - Strade urbane di quartiere;

F - Strade locali.

Le caratteristiche minime che devono avere le strade come sopra classificate sono:

A - Autostrada: strada extraurbana o urbana a carreggiate indipendenti o separate da

spartitraffico invalicabile, ciascuna con almeno due corsie di marcia, eventuale

banchina pavimentata a sinistra e corsia di emergenza o banchina pavimentata a destra,

priva di intersezioni a raso e di accessi privati, dotata di recinzione e di sistemi di

assistenza all'utente lungo l'intero tracciato, riservata alla circolazione di talune

categorie di veicoli a motore e contraddistinta da appositi segnali di inizio e fine. Deve

essere attrezzata con apposite aree di servizio ed aree di parcheggio, entrambe con

accessi dotati corsie di decelerazione e di accelerazione.

B - Strada extraurbana principale: strada a carreggiate indipendenti o separate da

spartitraffico invalicabile, ciascuna con almeno due corsie di marcia e banchina

pavimentata a destra, priva di intersezioni a raso, con accessi alle proprietà laterali

coordinati, contraddistinta dagli appositi segnali di inizio e fine, riservata alla

circolazione di talune categorie di veicoli a motore; per eventuali altre categorie di

utenti devono essere previsti opportuni spazi. Deve essere attrezzata con apposite aree

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 4 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

di servizio, che comprendano spazi per la sosta, con accessi dotati di corsie di

decelerazione e di accelerazione.

C - Strada extraurbana secondaria: strada ad unica carreggiata con almeno una corsia

per senso di marcia e banchine.

D - Strada urbana di scorrimento: strada a carreggiate indipendenti o separate da

spartitraffico, ciascuna con almeno due corsie di marcia, ed una eventuale corsia

riservata ai mezzi pubblici, banchina pavimentata a destra e marciapiedi, con le

eventuali intersezioni a raso semaforizzate; per la sosta sono previste apposite aree o

fasce laterali estranee alla carreggiata, entrambe con immissioni ed uscite concentrate.

E - Strada urbana di quartiere: strada ad unica carreggiata con almeno due corsie,

banchine pavimentate e marciapiedi; per la sosta sono previste aree attrezzate con

apposita corsia di manovra, esterna alla carreggiata.

F - Strada locale: strada urbana od extraurbana opportunamente sistemata ai fini di cui al

comma 1 non facente parte degli altri tipi di strade.

È denominata strada di servizio la strada affiancata ad una strada principale (autostrada,

strada extraurbana principale, strada urbana di scorrimento avente la funzione di

consentire la sosta ed il raggruppamento degli accessi dalle proprietà laterali alla strada

principale e viceversa, nonché il movimento e le manovre dei veicoli non ammessi sulla

strada

CAT A AUTOSTRADE principale

AMBITO EXTRAURB V stessa.

p

300 375 375

400 300

375

375 90 - 140

25 , 00

375 375

375

300 400 375 300

375

375 32, 50 STR. DI SERVIZIO Vp 40/100

STR. DI SERVIZIO Vp 40 / 100 375

125 610 375

375 400 610 350 350 125

375

375

20, 60 23, 85

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 5 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

CAT A AUTOSTRADE ( )

AMBITO URBANO V p

300 375 375

320 300

375

375 80 - 140

24 , 20 375

375

375

300 320 375 300

375

375 31, 70 STR. DI SERVIZIO Vp 40/60

STR. DI SERVIZIO Vp 40 / 60 BUS

375

125 530 375 320

375 530 300 350 100

375

150 375 50

20, 90 22, 90

Prof 10

CAT. B EXTRAURB. PRINCIPALI Costruzioni di Strade ( V p

70 - 120

175 375 375

280 175

375

375 21 , 30 375

375

375

175 280 375 175

375

375 28 , 80 STR. DI SERVIZIO Vp 40/100

STR. DI SERVIZIO Vp 40 / 60 375

125 350 405 280 375 125

375

350 375 375 405

21, 20 17 , 95

CAT. C V p

EXTRAURBANE SECONDARIE 60 - 100

QEW

C1 150 375 375 150

10 , 50 QEW

C2 350 125

350

125 9,50

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 6 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

CAT. D

URBANE DI SCORRIMENTO V 50 - 80

p

V’’ 25 - 60

p

QEW

150 280

100 325 325 20 , 80

150 100 280

325 325 325 20 , 80

CAT. D

URBANE DI SCORRIMENTO V 50 - 80

p

V’’ 25 - 60

p

150 280

100 350 325 325 27 , 80

STR. DI SERVIZIO Vp 25 / 60

375

150 125 330 325 325 325 330 350 150

275

325 280 50

17, 70 STR. DI SERVIZIO Vp 25/60

CAT. E

URBANE DI QUARTIERE QEW V p

150

300

150 300 40 - 60

50

50 10 , 00 399

300

300 300

150 CORSIA DI

50 50 SOSTA A 90°

MANOVRA TOT. 27.00

TOT. 17,50

150 350 300

50 50

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 7 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

CAT. F LOCALI V p

AMBITO EXTRAURBANO 40 - 100

QEW

F1 125 350 350 125

9 , 50 QEW

F2 325 325 100

100 8,50

CAT. F LOCALI

AMBITO URBANO V p

25 - 60

QEW

F1 150 275 275 150

50 50

9,50 QEW

SOSTA SOSTA

F2 150 200 275 275 200 150

12 , 50

Per le esigenze di carattere amministrativo e con riferimento all'uso e alle tipologie dei

collegamenti svolti, le strade, secondo la classificazione esposta, si distinguono in strade

statali, regionali, provinciali, comunali, secondo le indicazioni che seguono.

Enti proprietari delle dette strade sono rispettivamente lo Stato, la regione, la provincia, il

comune. Per le strade destinate esclusivamente al traffico militare e denominate strade

militari, ente proprietario è considerato il comando della regione militare territoriale.

Le strade extraurbane principali e secondarie si distinguono in:

1 - Statali, quando:

a) costituiscono le grandi direttrici del traffico nazionale;

b) congiungono la rete viabile principale dello Stato con quelle degli Stati limitrofi;

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 8 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

c) congiungono tra loro i capoluoghi di regione ovvero i capoluoghi di provincia

situati in regioni diverse, ovvero costituiscono diretti ed importanti collegamenti

tra strade statali;

d) allacciano alla rete delle strade statali i porti marittimi, gli aeroporti, i centri di

particolare importanza industriale, turistica e climatica;

e) servono traffici interregionali o presentano particolare interesse per l'economia di

vaste zone del territorio nazionale.

2 - Regionali, quando allacciano i capoluoghi di provincia della stessa regione tra loro o

con il capoluogo di regione ovvero allacciano i capoluoghi di provincia o i comuni con

la rete statale se ciò sia particolarmente rilevante per ragioni di carattere industriale,

commerciale, agricolo, turistico e climatico.

3 - Provinciali, quando allacciano al capoluogo di provincia capoluoghi dei singoli

comuni della rispettiva provincia o più capoluoghi di comuni tra loro ovvero quando

allacciano alla rete statale o regionale i capoluoghi di comune, se ciò sia

particolarmente rilevante per ragioni di carattere industriale, commerciale, agricolo,

turistico e climatico.

4 - Comunali, quando congiungono il capoluogo del comune con le sue frazioni o le

frazioni fra loro, ovvero congiungono il capoluogo con la stazione ferroviaria,

tranviaria o automobilistica, con un aeroporto o porto marittimo, lacuale o fluviale,

con interporti o nodi di scambio internodale o con le località che sono sede di

essenziali servizi interessanti la collettività comunale. Ai fini del presente codice, le

strade “vicinali” sono assimilate alle strade comunali.

Le strade urbane di scorrimento e locali , sono sempre comunali quando siano situate

nell'interno dei centri abitati, eccettuati i tratti interni di strade statali, regionali o

provinciali che attraversano centri abitati con popolazione non superiore a diecimila

abitanti.

Le Reti Stradali.

CLASSIFICA DI TIPO FUNZIONALE

• E’ necessario disporre di una valutazione complessiva delle reti stradali a cui le

singole strade possono appartenere

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 9 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

• E’ necessario che per tali reti si definisca il rapporto gerarchico basato sulla

individuazione della funzione assolta dalla rete nel contesto territoriale e nell’ambito

del sistema globale delle infrastrutture stradali

Le reti stradali da un punto di vista funzionale possono essere classificate in base al:

- tipo di movimento servito (di transito, di distribuzione, di penetrazione, di accesso); il

movimento è da intendersi pure nel senso opposto, cioè di raccolta progressiva ai vari

livelli;

- entità dello spostamento (distanza mediamente percorsa dai veicoli);

- funzione assunta nel contesto territoriale attraversato (collegamento nazionale,

interregionale, provinciale, locale);

- componenti di traffico e relative categorie (veicoli leggeri, veicoli pesanti,

motoveicoli, pedoni, ecc.).

In considerazione dei quattro fattori fondamentali sopra elencati, si possono individuare

nel sistema globale delle infrastrutture stradali i seguenti 4 livelli di rete (+ 1 terminale):

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 10 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

PRIMARIA

PRINCIPALE

SECONDARIA

LOCALE

STRADE CORRISPONDENTI SECONDO CODICE

RETE in ambito extraurbano in ambito urbano

a - rete primaria autostrade extraurbane autostrade urbane

(di transito, strade extraurbane strade urbane di

scorrimento) principali scorrimento

b - rete principale strade extraurbane strade urbane di

(di distribuzione) principali scorrimento

c - rete secondaria strade extraurbane strade urbane di quartiere

(di penetrazione) secondarie

d - rete locale strade locali extraurbane strade locali urbane

(di accesso)

a) Rete primaria: È formata dalle strade classificate A, la cui funzione nel territorio è

quella di assicurare i collegamenti a carattere nazionale e interregionale ovvero, nel

caso di autostrade urbane, nell'intera area urbana.

b) Rete principale: Vi appartengono le strade classificate B e D ed il loro ruolo è quello

di distribuire i flussi di traffico dalla rete primaria a quella secondaria ed

eventualmente a quella locale; le strade B provvedono essenzialmente ai collegamenti

interregionali o regionali, mentre quelle D servono i collegamenti tra quartieri.

c) La rete secondaria: Comprende le strade C ed E che assicurano i movimenti di

penetrazione verso la rete locale; la loro funzione territoriale si esplica a livello

provinciale o interlocale per quanto riguarda le strade C, mentre le E hanno lo stesso

ruolo all'interno dei quartieri.

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 11 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

d) La rete locale: Vi appartengono le strade F con funzione essenzialmente di accesso (e

di uscita in senso inverso) con funzione territoriale interlocale e comunale, se in

ambito extraurbano, ed interna al quartiere per quelle in ambito urbano.

e) Il 5° Livello

5° LIVELLO = LIVELLO TERMINALE

Ai quattro livelli funzionali di rete sopra definiti deve essere aggiunto il livello

terminale, che si identifica con le strutture predisposte alla sosta dei veicoli, limitate

anche a poche unità di superficie, e che risulta caratterizzato nel modo che segue:

MOVIMENTO SERVITO:

sosta

ENTITÀ DELLO SPOSTAMENTO:

nulla

FUNZIONE NEL TERRITORIO:

locale

COMPONENTI DI TRAFFICO:

tutte le componenti

Individuata la classe funzionale di ciascuna delle reti stradali formanti il sistema globale, è

possibile individuare gli elementi componenti della stessa, cioè le strade, definendo per

essi le caratteristiche d’uso e di collocazione più idonea.

In linea teorica la funzione principale assegnata alla singola strada deve coincidere con

quella propria della rete di appartenenza.

In realtà si può raggiungere solo una coerenza funzionale tra rete ed elemento stradale; a

tale proposito può essere utile definire per il singolo tronco stradale una funzione

principale ed eventuali funzioni secondarie, le quali per garantire il buon funzionamento

della rete, devono corrispondere alle funzioni principali delle classi funzionali contigue:

funzione principale propria

o funzione principale della classe adiacente

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 12 di 30

URB-L21 – Corso di Strade, Ferrovie ed Aeroporti Dispensa:

Classificazione e Metodi di Rappresentazione

TIPO DI STRADA PRIMARIA PRINCIPALE SECONDARIA LOCALE

FUNZIONE

transito, • o

scorrimento •

o o

distribuzione •

o o

penetrazione •

o

accesso

Per assicurare il funzionamento del sistema globale devono essere aggiunte le

interconnessioni:

- OMOGENEE (collegano strade della stessa rete);

- DISOMOGENEE (collegano di norma strade appartenenti a reti di livello

funzionale adiacente).

INTERCONESSIONI OMOGENEE

INTERCONESSIONI DISOMOGENEE

Autori: G.Leonardi, F.Cirianni Pagina 13 di 30


PAGINE

31

PESO

782.12 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

In questo materiale didattico vengono trattati i seguenti argomenti. Introduzione ai trasporti su strada. Il dimensionamento della sezione trasversale:
- Classificazione dei veicoli
- Criteri e caratteristiche compositive della piattaforma
- Le condizioni di servizio
- I condizionamenti della geometria d’asse e di piattaforma.
Strade urbane:
- Piani Urbani del Traffico
- ZTL - Zone trenta
- Piste ciclabili
- Barriere architettoniche.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in urbanistica
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Infrastrutture e mobilità territoriale - strade ferrovie e aeroporti e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Cirianni Francis.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Infrastrutture e mobilità territoriale - strade ferrovie e aeroporti

Progettazione stradale
Dispensa
Inquinamento atmosferico
Dispensa
Intersezioni stradali
Dispensa
Piani urbani del traffico
Dispensa