Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

I contenuti della comunicazione

Relazioni istituzionali e economico-finanziaria

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • 1) i risultati complessivi di bilancio, che devono

essere presentati in forma sintetica e analitica e

corredati di tutte quelle informazioni che aiutino il

pubblico a coglierne gli elementi più rilevanti;

• 2) una selezione di risultati commerciali

particolarmente significativi, soprattutto in relazione a

prodotti o servizi immessi sul mercato di recente;

• 3) l’acquisizione di commesse pubbliche, a seguito

della vittoria di gare di appalto;

• 4) la sottoscrizione di accordi di partnership con altre

aziende o con amministrazioni pubbliche;

• 5) l’introduzione di nuove tecnologie;

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I contenuti della comunicazione

Relazioni istituzionali e economico-finanziaria

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • 6) lo sviluppo di progetti innovativi o comunque di

particolare rilievo;

• 7) il conseguimento di certificazioni di qualità;

• 8) l’entrata in servizio di nuovi manager;

• 9) l’ottenimento di riconoscimenti da enti pubblici e

associazioni di imprese.

• ogni attività di comunicazione tra l’impresa e i suoi

pubblici deve divenire occasione per contribuire a

colmare l’asimmetria informativa che caratterizza la

relazione tra le organizzazioni e i propri interlocutori

sui mercati finanziari

• la rete internet ha assunto un ruolo essenziale come

strumento per la comunicazione economico-finanziaria

____________________________

(Gowthorpe, 2004)

Stefano Scarcella Prandstraller I target delle financial PR

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • La comunicazione economico finanziaria si rivolge ai

pubblici;

• ha l’obiettivo di rispondere ai loro specifici bisogni

informativi e con le modalità più adatte;

• tra questi pubblici rientrano i dipendenti dell’impresa, gli

azionisti, i creditori finanziari, i clienti, i fornitori, le

istituzioni e gli organismi di vigilanza, i potenziali

investitori individuali e istituzionali e gli analisti finanziari

(Corvi, 2000)

i contenuti della comunicazione economico-

finanziaria devono essere sempre selezionati

in funzione dei pubblici cui sono destinati

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I dipendenti dell’azienda

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • la loro domanda di informazione economico-

finanziaria riguarda:

• 1) l’andamento complessivo dell’azienda;

• 2) la sua solidità sul mercato e le sue

prospettive future.

• I dipendenti possono essere persuasi a divenire

dipendenti-azionisti e in tal caso l’importanza di

questo tipo di comunicazione diviene sensibilmente

più consistente.

• Gli strumenti di comunicazione più adeguati sono:

• gli house organ, le newsletter, la rete intranet

dell’impresa, le brochures e le convention

aziendali.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Gli azionisti

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Forniscono all’impresa i capitali necessari alla sua

espansione;

• la loro domanda di informazione economico-finanziaria

riguarda le attività rilevanti poste in essere dalla società,

con particolare riferimento alle scelte strategiche di medio-

lungo periodo, che possono maggiormente incidere sul

valore patrimoniale dei titoli.

• Comunicare in modo sistematico ed efficace con

l’azionista significa rafforzare la sua fiducia nei confronti

della società e trasformarlo in testimonial della stessa

presso le comunità, in modo da convincere anche altri

soggetti a divenire azionisti.

• Gli strumenti di comunicazione più adeguati sono:

• il report annuale, le lettere e gli incontri periodici, le

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I creditori finanziari

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Rientrano in questa categoria:

• gli istituti di credito, che finanziano l’azienda

tramite mutui o in altre forme;

• gli obbligazionisti, e cioè gli acquirenti dei titoli

obbligazionari a tasso fisso o variabile emessi

dalla società per reperire i mezzi finanziari per la

gestione delle sue attività e che sono remunerati

da cedole periodiche;

• i lavoratori dipendenti, per quanto riguarda il

trattamento di fine rapporto.

• Lo strumento di comunicazione più adeguato è:

• il report annuale.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I clienti e i fornitori

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • rappresentano due pubblici molto importanti per una

società;

• soprattutto nel caso di un’azienda che produce beni di

largo consumo, un’attività di financial PR può avere

come obiettivo quello di trasformare ciascun cliente in

cliente-azionista;

• in tal modo si raggiunge un duplice obiettivo: la

fidelizzazione del cliente e l’incremento del valore del

titolo quotato.

• Lo stesso vale per i fornitori, che debbono essere

possibilmente convinti a divenire anche azionisti

dell’impresa.

• Lo strumento di comunicazione più adeguato è:

____________________________

• la pubblicità.

Stefano Scarcella Prandstraller La CONSOB

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Commissione Nazionale per le Società e la Borsa

• istituita con la legge 7 giugno 1974 n.216;

• esercita un potere di vigilanza a tutela della

trasparenza del mercato dei titoli e della correttezza

del comportamento degli operatori;

• vigila sulle sollecitazioni agli investimenti;

• controlla l’informazione delle società quotate;

• vigila sui mercati regolamentati, come la Borsa, e

sull’attività svolta nei confronti degli intermediari

finanziari, come società di gestione di fondi comuni

di investimento, società fiduciarie e società di

intermediazione mobiliare (SIM) ;

• disciplina gli obblighi informativi e il comportamento che

gli intermediari devono tenere nei confronti degli

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller la Borsa Italiana e la Banca d’Italia

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa

• La Borsa Italiana è una s.p.a. controllata da intermediari

finanziari;

• ha la funzione di gestire la borsa valori e il mercato

ristretto, ove hanno luogo le negoziazioni di titoli azionari con

modalità di accesso e di funzionamento semplificate;

• ha il compito di definire criteri e requisiti di ammissione di

una società alla quotazione.

• La Banca d’Italia esercita poteri di vigilanza su qualunque

società o istituto che raccolga depositi, conceda prestiti o

effettui operazioni in borsa o sul mercato dei cambi;

• dispone di un proprio servizio di comunicazione

istituzionale, che costituisce una fonte molto autorevole.

• Le istituzioni di vigilanza devono ricevere tutte le

informative previste dalla legge.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I potenziali investitori individuali

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • sono i risparmiatori, che costituiscono il c.d. mercato

retail e generalmente utilizzano l’investimento in Borsa

in un’ottica di redditività di medio-lungo periodo;

• in genere per i loro investimenti si affidano a

intermediari e consulenti finanziari;

• una volta effettuato l’investimento l’azienda deve fornire

loro in modo sistematico tutte le informazioni sulle sue

attività e sul suo valore economico e patrimoniale, per

far sì che il titolo continui ad essere ritenuto

interessante.

• Gli strumenti di comunicazione più adeguati sono:

• la pubblicità, le brochures e il materiale informativo

da veicolare in collaborazione con le banche presso gli

sportelli.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I potenziali investitori istituzionali

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

• Rientrano in questa categoria le banche, le compagnie

d’impresa di assicurazione, i fondi pensione, i fondi comuni di

investimento e le società di intermediazione

finanziaria;

• sono gli operatori più importanti del mercato borsistico;

• manifestano una domanda di informazione più

articolata e si aspettano di ricevere in modo sistematico

e tempestivo informazioni finanziarie sia di breve, sia di

lungo periodo;

• i criteri di valutazione adottati nelle decisioni possono

riferirsi alla crescita del mercato in cui l’azienda opera,

allo sviluppo di nuovi prodotti, agli investimenti in ricerca e

sviluppo.

• Gli strumenti di comunicazione più adeguati sono:

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller I mediatori

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • I mediatori nelle financial PR comprendono:

• gli analisti finanziari

• le società di rating

• le associazioni di categoria

• i mass media

• l’opinione pubblica

essi costituiscono interlocutori

importanti perché il loro giudizio su

una società

quotata si riverbera sui pubblici

quantitativamente più rilevanti.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Gli analisti finanziari

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • sono esperti di finanza aziendale in grado di valutare,

sulla base di parametri finanziari, l’andamento di una

società e il suo eventuale prezzo di vendita; sono

considerati una fonte autorevole, poiché sono una

terza parte rispetto all’azienda.

• La loro principale attività è quella di realizzare analisi

finanziarie sul bilancio e le informazioni fornite dalle

aziende, per individuare e valutare punti di forza e di

debolezza;

• Lo scopo di tali conoscenze è quello di essere utilizzate

al meglio dai potenziali investitori istituzionali e dalle

SIM.

• Gli strumenti di comunicazione più adeguati sono:

• la consegna del bilancio e del report annuale,

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Le società di rating

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • sono quelle titolate a emettere un giudizio sintetico

sull’affidabilità di una società sotto il profilo della sua

capacità di far fronte alle obbligazioni assunte;

• si pronunciano sulla base di un’ analisi approfondita

dei dati dell’azienda, del mercato in cui essa opera e

della sua struttura finanziaria.

• il rating non è obbligatorio per legge ma, soprattutto

nei mercati internazionali, rappresenta la chiave di

accesso a determinate fonti di finanziamento.

• Lo strumento di comunicazione consiste:

• nella messa a disposizione dei dati aziendali per la

valutazione del grado di affidabilità dell’azienda.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller

Le associazioni di categoria e i mass media

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Le associazioni di categoria aggregano le imprese

in base ai settori produttivi o merceologici in cui

svolgono la loro attività;

• aderiscono ad una delle confederazioni

imprenditoriali;

• sono destinatarie della comunicazione economico-

finanziaria delle imprese in quanto svolgono una

funzione di intermediazione verso altri pubblici,

come il sistema delle imprese e gli istituti di

credito.

• I mass media hanno rilievo come destinatari della

comunicazione economico-finanziaria delle imprese

per la loro capacità intrinseca di contribuire alla

formazione dell’opinione pubblica.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller L’investor relations manager

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • ha la responsabilità di costruire e gestire relazioni stabili

con gli investitori, attuali e potenziali, e con i loro

intermediari;

• fornisce loro tutte le informazioni essenziali sulle attività

dell’azienda per poter valutare la qualità

dell’investimento;

• è la fonte di informazione più autorevole per gli investitori;

• deve costruire una rete di relazioni con i protagonisti più

importanti del mercato, tra cui gli investitori istituzionali;

• Rientrano tra i suoi compiti:

• A) fornire al mercato i risultati finanziari dell’azienda;

• B) fare attività di marketing finanziario;

• C) comunicare la politica di corporate governance della

____________________________

società.

Stefano Scarcella Prandstraller L’investor relations manager

Relazioni istituzionali e

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • Gli strumenti di cui si serve sono:

• 1) i meeting, che si svolgono una o due volte l’anno e

sono rivolti alla comunità finanziaria:

• A) per far conoscere le informazioni relative

all’andamento dell’azienda;

• B) per raccogliere un feedback immediato;

• C) per stabilire relazioni personali con gli interlocutori

in presenza diretta;

• 2) le videoconferenze che consentono una

partecipazione audio-video degli invitati dalle

proprie sedi;

• 3) le conference calls, che permettono tale

partecipazione solo via audio attraverso il telefono.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller Il responsabile delle relazioni con gli

Relazioni istituzionali e azionisti

Gestione della

responsabilità sociale

d’impresa • deve costruire e gestire le relazioni con i piccoli

azionisti e soddisfare i loro bisogni informativi;

• gli azionisti si aspettano informazioni facilmente

comprensibili, sintetiche e indicative dell’andamento

complessivo della società e del mercato in cui essa

opera;

• gli strumenti di cui si serve sono:

• comunicati e interviste alla stampa e alle televisioni;

• i corporate mailing, che sono report periodici inviati a

casa dall’azienda per posta o per posta elettronica;

• i mailing speciali relativi a offerte pubbliche di acquisto

(OPA) da parte di acquirenti esterni;

• le assemblee degli azionisti, convocate almeno una

volta l’anno per l’approvazione del bilancio.

____________________________

Stefano Scarcella Prandstraller


PAGINE

40

PESO

300.43 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa lezione fa riferimento al corso di Relazioni istituzionali e responsabilità sociale d'impresa tenuto dal prof. Scarcella Prandstraller. Di seguito gli argomenti affrontati: le marketing public relations; brand awareness e brand credibility; la integrated marketing communication; le marketing PR nel settore no profit; le investor relations; le financial public relations.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in comunicazione de pubblicità per pubbliche amministrazioni e non profit
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di RELAZIONI ISTITUZIONALI E RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Scarcella Prandstraller Stefano.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Relazioni istituzionali e responsabilita’ sociale d’impresa

Bilancio sociale e rendicontazione
Dispensa
Teoria sociale - Relazioni e istituzioni
Dispensa
Eventi - Organizzazione
Dispensa
Relazioni istituzionali - Introduzione
Dispensa