Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Protocollo di Venezia (21 -

23.09.2007)

Fa propri i principi della Carta di Noto

„ Delinea e specifica, alla luce delle

„ attuali conoscenze scientifiche, le linee

guida alle quali gli esperti dovrebbero

attenersi nell

affrontare casi di abuso

su minori

sessuale collettivo

Contiene un

allegata guida

„ metodologica aggiornabile alla luce dei

progressi scientifici

Antecedenti …

Convenzione europea sull

esercizio dei diritti dei

„ minori, adottata dal Consiglio d

’ Europa a

Strasburgo il 25/01/1996.

Protocollo alla convenzione dei diritti del

„ fanciullo sulla vendita di bambini, la

prostituzione dei bambini e la pornografia

rappresentante bambini (stipulato il 6 settembre

2000 a New York, ratificato con legge dello Stato

11 marzo 2002 n. 46).

Art. 1 Carta di Noto

La consulenza tecnica e la perizia in materia di

abuso sessuale devono essere affidate a

professionisti specificamente formati , tanto se

scelti in ambito pubblico quanto se scelti in

ambito privato. Essi sono tenuti a garantire il

loro costante aggiornamento professionale

.

Nel raccogliere e valutare le informazioni del

minore gli esperti devono:

utilizzare metodologie e criteri riconosciuti come

„ affidabili dalla comunit

à scientifica di riferimento;

esplicitare i modelli teorici utilizzati

, cos ì da

„ permettere la valutazione critica dei risultati.

Art. 6 Protocollo di Venezia

La scelta degli strumenti usati dall

’ esperto

nella valutazione della idoneit

à a

testimoniare deve essere motivata sulla

base di precisi riferimenti alla letteratura

scientifica che ne dimostrino la validit

à nel

caso specifico, attraverso un approccio

basato sui risultati delle ricerche

empiriche scientificamente validati

( “ evidence based ” ).

Cfr. anche allegata guida metodologica

Partizioni della Psicologia Giuridica

Criminale: studia l ’

uomo autore del reato, la vittima, la

„ situazione criminale e vittimologica

Giudiziaria: studia l

’ imputato e gli altri attori del processo

„ (testimoni, giudici, avvocati, ecc.)

Legale: coordina le azioni psicologiche utili all

’ applicazione

„ delle norme penali e civili

Forense: si occupa dei fattori psicologici rilevanti al fine

„ della valutazione giudiziaria

Rieducativa: studia il significato, il valore, l

’ utilit à e l ’

effetto

„ sull ’ individuo della pena o di altro trattamento

Legislativa: contribuisce alla produzione e al miglioramento

„ delle norme giuridiche

Intervento della psicologia

Diretto: Come scienza avente specifici

„ contenuti e risultanze empiriche (es.,

personalit

à , attendibilit

à , ecc.)

Indiretto: Nel metodo (es., interrogazione,

„ argomentazione, ecc.)

Mondo psicologico Mondo forense

Oggetto di studio creato

Oggetto di studio non dall

uomo (ordinamento)

creato dall

’ uomo

Interpretazione fenomeni Interpretazione del

umani e sociali significato delle leggi

Descrittivo Prescrittivo

Esprime giudizi problematici Esprime certezze

Nomotetico Idiografico

Necessita di decisione

Le caratteristiche o cause di

un fenomeno possono

restare indecidibili

Mondo psicologico Mondo forense

Non ci sono termini per Termini perentori e

inizio e fine ricerche ordinatori

Giurisprudenza consolidata

Ricerca indirizzata ad e dottrina autorevole

ambiti nuovi

Empirico Fonti autorevoli

Risultati fondati sulla I risultati possono derivare

metodologia utilizzata da situazioni illegittime se

non eccepite in tempo e su

ciò che le parti rendono

noto al giudice

Codici di procedura

Metodologia scelta dai

ricercatori

Quale psicologia nel processo?

Preparazione aspecifica dei CdL

„ Preparazione inadeguata dello psicologo

„ clinico tout

- cout

Nessun insegnamento di psicologia nelle

„ facolt

à di Giurisprudenza

CONTESTO CLINICO CONTESTO PERITALE

Il paziente si rivolge volontariamente La persona si sottopone a perizia per

decisione altrui (il giudice) e

allo psicoterapeuta. spesso suo malgrado.

Il titolare dell’interesse clinico e Il titolare dell’interesse giuridico e il

dell’attività psicoterapeutica titolare dell’attività del perito sono

solitamente coincidono. diversi.

Lo psicoterapeuta ha come punto di Il perito ha come punto di riferimento

riferimento della sua attività i

l il giudice o una delle parti attive

paziente od un suo parente. nel processo.

La persona cerca di gestire ed

Il paziente cerca di essere sincero. influenzare le impressioni de

l

perito.

La fonte delle informazioni è il Il perito triangola le dichiarazioni del

periziato con gli altri documenti e

paziente. le dichiarazioni processuali.

L’uso dei test dipende dalle L’uso dei test è vincolato alla loro

preferenze del clinico. validità, sensibilità e specificità.

CONTESTO CLINICO CONTESTO PERITALE

Il paziente cerca di essere compreso La persona cerca di far valere le sue

ed aiutato. ragioni anche attraverso la perizia.

La persona spesso non ritiene di aver

Il paziente vuole essere curato poiché bisogno di terapia e non vuole

esperisce una sintomatologia e/o essere curata: dichiara, omette,

un comportamento fastidioso o simula o dissimula proprio ed

inaccettabile che comunica al altrui comportamenti o sintomi a

terapeuta. seconda del suo interesse

personale.

L’alleanza terapeutica è il pilastro Il perito non deve colludere con il

della psicoterapia. periziato.

Il perito deve esprimere la sua

Lo psicoterapeuta procede per gradi, diagnosi entro termini brevi fissati

generalmente senza limiti di dal giudice, e non riceve feedback

tempo, aggiustando nel corso della

terapia la diagnosi in funzione delle proprie valutazioni.

delle risposte del paziente ai suoi

interventi ed all’evolversi naturale

della sua esistenza.


PAGINE

26

PESO

210.00 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Le diapositive, di introduzione al corso, illustrano la psicologia forense oggi. Gli argomenti trattati sono: le differenze tra il giudice e lo storico, il diritto psicologico (Carta di Noto, Protocollo di Venezia), le partizioni della Psicologia Giuridica, l'intervento della psicologia, le linee guida per l'acquisizione della prova scientifica nel processo penale.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in psicologia clinica dello sviluppo e delle relazioni
SSD:
Università: Bari - Uniba
A.A.: 2012-2013

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia della testimonianza e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bari - Uniba o del prof Curci Antonietta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia della testimonianza

Memoria per i volti
Dispensa
Protocollo di Venezia
Dispensa
Carta di Noto
Dispensa
Linee guida deontologiche per lo psicologo forense
Dispensa