Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

borderline

Disturbo di personalità (gruppo B)

Impulsività in almeno due aree (con potenzialità

 auto-lesive): spese, sesso, guida, abuso di sostanze,

abboffate.

Ricorrenti minacce, gesti o tentativi di suicidio o di

 auto-mutilazione.

Instabilità affettiva, dovuta a marcata reattività

 dell’umore (irritabilità, ansia, disforia episodica)

Sibilia - 2010

borderline

Disturbo di personalità (gruppo B)

Sentimenti cronici di vuoto

 Rabbia inappropriata e

 intensa o difficoltà a

controllare la rabbia

Transitoria ideazione

 paranoidea, correlata a

episodi di stress, o gravi

sintomi dissociativi. Sibilia - 2010

Disturbo di personalità istrionico (gruppo B)

Quando c’è chiara evidenza di almeno tre dei seguenti elementi:

Teatralità, esagerata espressione emozionale

Suggestionabilità

Affettività labile e superficiale

Ricerca continua di emozioni, di apprezzamento e

attenzione altrui

Aspetto (inappropriatamente) seduttivo

Interesse eccessivo per l’aspetto fisico

 Sibilia - 2010

Disturbo di personalità anancastico (gruppo C)

Quando c’è chiara evidenza di almeno tre dei seguenti elementi:

Eccessivi dubbi e cautele

Preoccupazione per i dettagli, l’ordine, gli elenchi, i programmi

Perfezionismo

Coscienziosità e scrupolosità eccessive

Pedanteria e aderenza alle convenzioni sociali

Rigidità e cocciutagine

Insistenza che gli altri si sottomettano esattamente al proprio

modo di agire

Intrusione di pensieri “parassiti”

 Sibilia - 2010

Disturbo di personalità ansioso (gruppo C)

Quando c’è chiara evidenza di almeno tre dei seguenti elementi:

Tensione e apprensione persistenti e pervasivi

Convinzione di essere incapace, inferiore

Preoccupazione eccessiva di essere rifiutato o criticato

Bisogno di forti garanzie di accettazione prima di

intrattenere relazioni nuove

Evitamento di attività sociali che possano esporre a critiche

o disapprovazione Sibilia - 2010

Disturbo di personalità dipendente (gruppo C)

Quando c’è chiara evidenza di almeno tre dei seguenti elementi:

Tendenza a lasciare ad altri il compito di prendere

decisioni importanti per sé

Subordinazione dei propri bisogni a quelli di altri

Esitazioni ad avanzare richieste ragionevoli

Disagio della solitudine

Paura di essere abbandonati o lasciati soli

Limitata capacità di prendere decisioni nella vita

quotidiana senza consigli altrui Sibilia - 2010

ICD10 - F50: Disturbi del comportamento

alimentare

Anoressia nervosa

 Bulimia nervosa

 Iperalimentazione associata a disturbi

 psicologici

Vomito associato a disturbi psicologici

 Altri Binge eating

 (disturbo da abbuffate o

disorder, disturbo da alimentazione incontrollata,

bulimaressia, ecc...) Sibilia - 2010

Sibilia - 2010

Testimonianze (interviste) in rete - 1

“ Sono una ragazza di 23 anni e... soffro non ricordo neanche più da

quanto tempo di crisi bulimiche ultimamente ho seguito una dieta

equilibrata per 3 mesi che mi ha permesso di perdere 10 chili.

ultimamente però a causa di nervosismo sto ricominciando ad avere crisi

bulimiche.

Tutto è cambiato da un giorno all'altro, un giorno ero a dieta contenta del

mio corpo e tranquilla e il giorno dopo a causa di qualche nervosismo

stupido mi sono ritrovata a mangiare, per 3 giorni ho mangiato tantissimo

e ho vomitato. ...”

http://www.mclink.it/personal/MC2038/crp_dap.htm Sibilia - 2010

Testimonianze (interviste) in rete - 1

...Poi ho cercato di riprendere volontà e sono stata una settimana di nuovo

attenta; quest' ultimo settimana ho di nuovo assunto una quantità

incredibile di cibo.

HO PAURA DI RIPRENDERE TUTTI I CHILI CHE HO

FATICOSAMENTE PERSO!

Ho paura perchè so che mi sto facendo del male da sola, è come se fossi

divisa in due persone distinte, quando arriva un attacco di fame perdo la

volontà e quano passa trovo la forza di riflettere e scrivere cio che potrete

ora leggere....”

http://www.mclink.it/personal/MC2038/crp_dap.htm Sibilia - 2010

Testimonianze (interviste) in rete - 2

Problema? “Bulimia, ormai caratterizzata in un rituale di dodici ore al giorno,

abbuffate seguite da vomito.”

Sistemi adottati? “vomito continuo ed una iponutrizione”

Inizio : “dieci anni fa, all'età di vent'anni”

Conseguenze? “sono stata più volte ricoverata d'urgenza. Non ho più alcuna forma di

vita sociale, ne il lavoro ne gli amici ne una vita sentimentale”.

Durata? “ne soffro tuttora da più di 10 anni”

Aiuti? “Sono in analisi [freudiana] da dieci anni ma il sintomo è sempre più prepotente

Forse ho capito alcune cose di me ma non riesco a venirne fuori”.

http://www.mclink.it/personal/MC2038/crp_dap.htm Sibilia - 2010

Testimonianze (interviste) in rete - 3

Problema? “E' molto semplice credo: da un certo momento in poi il cibo è

diventato l'incubo principale della mia vita, inserendosi e radicandosi in

tutte le situazioni e le esperienze che ho vissuto e tutt'ora vivo. Tutto questo

è accompagnato da un fortissimo stato di depressione, che influenza i miei

rapporti con l'esterno e mi rende incapace di essere costante nelle cose che

faccio.”

Sistemi adottati? “Rigurgito di tutti gli alimenti ingeriti dopo scorpacciate di

ore anche più volte al giorno

Lassativi..

http://www.mclink.it/personal/MC2038/crp_dap.htm Sibilia - 2010

Testimonianze (interviste) in rete - 3

...Diete periodiche e cicliche di qualsiasi tipo

Centri di dimagrimento

ecc...”

Conseguenze? “Totale dipendenza dal cibo, condizionamento

psicologico completo.

Se possibile vorrei delle indicazioni per sapere a chi rivolgermi per

essere seguita e curata”.

Durata? “9 anni”

Aiuti? “ ”.

http://www.mclink.it/personal/MC2038/crp_dap.htm Sibilia - 2010

Il ciclo perverso della dieta

Peso

corporeo rimbalzo

dieta

rimbalzo

dieta

rimbalzo

dieta Tempo

Sibilia - 2010

Anoressia Nervosa - criteri

paura morbosa di aumentare di peso, nonostante

 l'evidenza di una estrema magrezza , con costanti

ed irrazionali preoccupazioni circa il proprio peso e

la forma fisica,

comportamenti volti a mantenere basso il peso

 corporeo, tramite un bilancio energetico negativo ,

attuato sempre con un attivo ed ossessivo

evitamento del cibo, ed integrato da vomito auto-

indotto, purganti, oppure da esercizio fisico

strenuo, o dall’uso di anoressanti e diuretici, Sibilia - 2010

Anoressia Nervosa (AN) - criteri

peso corporeo almeno del 15% inferiore alla

 norma , in rapporto all'altezza, età e sesso,

distorsione dell'immagine corporea e della

 percezione della propria forma fisica,

alterazioni ormonali , tra cui amenorrea (nelle

 fem-mine) e perdita dell'interesse sessuale

(entrambi i sessi) e della potenza sessuale (per i

maschi). Possono o meno esserci episodiche crisi

bulimiche. Sibilia - 2010

Il ciclo del DCA (bulimia)

Malessere emotivo Sollievo

Abboffarsi

Senso di “Fame-vuoto”

Vomitare Malessere fisico

Sollievo Sibilia - 2010

Bulimia Nervosa (BN) - Criteri

ricorrenti episodi di " abbuffate " compulsive

 senso di mancata capacità di controllo del

 comportamento alimentare durante le "abbuffate"

persistente eccessiva preoccupazione riguardante il

 proprio peso e la forma fisica

dieta rigorosa (ma incostante), digiuno o energici

 esercizi fisici al fine di prevenire l'aumento di peso

vomito auto-indotto o uso di lassativi, diuretici

 Sibilia - 2010

ICD10 - F51: Disturbi del sonno

Insonnia

– Ipersonnia

– Disturbo del ritmo sonno-veglia

– Sonnambulismo

– Terrori da sonno

– Incubi

– Altri

– Sibilia - 2010

Disturbi del sonno

Dissonnie:

 condizioni psicogene di disturbo della quantità,

qualità o distribuzione temporale del sonno

(insonnia, ipersonnia, disturbo del ritmo

sonno/veglia)

Parasonnie:

 eventi anormali episodici durante il sonno

(sonnombulismo, panico notturno, incubi) Sibilia - 2010

ICD10 - F52: Disfunzioni sessuali

Evitamento e mancanza di godimento sessuale

 Difetto della risposta genitale

 Disfunzione orgasmica

 Eiaculazione precoce

 Vaginismo

 Dispareunia

 Impulso sessuale eccessivo

 Altri

 Sibilia - 2010

Sindromi del puerperio

Insorgono entro 6 settimane dal parto

Depressione post-natale

 Psicosi puerperale

 Altri disturbi psichici o comportamentali

 Sibilia - 2010

Fattori psicologici o comportamentali

associati a malattie

Fattori psicologici o comportamentali che

si ritiene abbiano giocato un ruolo nella

genesi di malattie o sindromi somatiche

(es.: preoccupazioni, conflitti, apprensioni).

Sibilia - 2010

Abuso di sostanze non

dipendentizzanti

Antidepressivi

 Lassativi

 Analgesici

 Antiacidi

 Vitamine

 Steroidi o altri ormoni

 Erbe o rimedi popolari

 Altre sostanze

 Sibilia - 2010

F20-F29: Schizofrenia, disturbi

schizotipici e deliranti

Sintomi (diagnostici) della schizofrenia:

– “ Voci” e/o allucinazioni di altro tipo

• Eco, inserzione o “furto” del pensiero

• Deliri di controllo, riferimento, influenzamento, di

• identità o onnipotenza

Disorganizzazione di pensiero e linguaggio

• Sintomi “negativi” (apatia, povertà ideo-affettiva,

• negativismo)

Comportamento catatonico, o sovreccitato

• Cambiamenti significativi nella personalità e

• interessi (chiusura, mancanza di scopi, etc.) Sibilia - 2010

L’esperienza psicotica Sibilia - 2010

Caso psichiatrico - Mario

Attacchi di panico, ideazione delirante

a sfondo persecutorio

(Nota: il nome Mario è fittizio; il luogo è un città del Nord Italia)

Mario è un paziente di trentanove anni con una storia

psichiatrica da oltre dieci anni, caratterizzata da deliri a

contenuto persecutorio, allucinazioni uditive e

conseguente ritiro sociale. Sibilia - 2010

Caso psichiatrico - Mario

Il primo contatto con il Servizio Pubblico di Igiene Mentale

avviene nel 1989, mediato da uno dei due fratelli (Mario è

il primogenito) che conosce lo psicologo del nostro

Servizio, al quale esprime la propria preoccupazione per i

suoi comportamenti “strani”.

In quel periodo, Mario che ha 28 anni, dopo un esperienza

universitaria fallimentare, in quanto veniva colto da

attacchi di panico ogni volta che doveva sostenere un

esame, ha intrapreso un attività lavorativa presso un

sindacato dove già aveva svolto il Servizio Civile. Sibilia - 2010

Caso psichiatrico - Mario

Acconsente ad iniziare una psicoterapia nel corso della quale

emerge un’ideazione delirante a sfondo persecutorio

verso il sindacato, allora sottovalu-tata dal terapeuta.

Solo quando anche lo psicologo viene inglobato nel delirio

come persecutore, questo gli suggerisce di farsi vedere

da uno psichiatra per una farmaco-terapia.

Mario non accetta perché ormai non si fida più del

terapeuta e, dopo aver lasciato il lavoro, inter-rompe il

rapporto con il Servizio. Sibilia - 2010

Caso psichiatrico - Mario

Dopo circa un anno, i genitori si rivolgono al nostro Servizio

chiedendo un aiuto psichiatrico per Mario che continua a

delirare.

Questa volta, il paziente viene curato ambulato-riamente

con terapia farmacologica con scarso successo e, di

nuovo, s'interrompe il rapporto.

Inizia, per Mario e per i genitori, come spesso succede, un

pellegrinaggio presso vari specialisti senza tuttavia

ottenere un reale beneficio. Sibilia - 2010

Caso psichiatrico - Mario

Mario decide di “autocurarsi” con l’alcool che, se da un lato,

lo aiuta a contenere l’angoscia psicotica, successivamente

non tarda a condurlo ad un ricovero in una clinica privata

per disintossicarsi.

Si ripresenta al nostro Servizio nel 1992 ma abbandona

ancora una volta la cura psichiatrica dopo pochi mesi.

In seguito, non abbiamo sue notizie per quattro anni durante

i quali è andato incontro ad una progressiva

cronicizzazione, pur continuando ad assumere

psicofarmaci, regolarmente prescritti da uno psichiatra

che lo seguiva privatamente. Sibilia - 2010

Caso psichiatrico - Mario

Fino a quando, nel 1996, con l’apertura del Centro Diurno e

l’inizio di una serie di attività risocializzanti, attraverso

la mediazione del fratello, che, lavorando in una

cooperativa sociale, ha contatti con alcuni nostri

operatori, Mario viene ripreso in carico e vi rimane a

tutt’oggi.

Porrati M., in http://www.noimedici.it/cclinic/cclinic.htm#caso1 Sibilia - 2010

Schizofrenia, disturbi

schizotipici e deliranti

Forme di schizofrenia

– paranoide

• catatonica

• ebefrenica

• indifferenziata

• residua

• simplex

• altre

• Sibilia - 2010

Schizofrenia paranoide

IL DELIRIO. Es.:

di persecuzione / di riferimento

 di grandezza / di controllo

 di gelosia

Strutturato e sistematico

Impenetrabile agli interlocutori

Il contesto del delirio: “la scoperta” Sibilia - 2010

Schizofrenia catatonica

Comportamento motorio:

 sovreccitato (es. infuriato)

– congelato o stuporoso

– flessibilità cerea

Allucinazioni e deliri

 (stati acuti)

es.: una catastrofe se si muove!

Negativismo

 Sibilia - 2010

Schizofrenia ebefrenica

Affettività fatua o inappropriata

 Deliri e allucinazioni fluttuanti frammentari

 Comportamento irresponsabile, imprevedibile

 Manierismi frequenti

 Pensiero molto disorganizzato e incoerente

- Esordio precoce (15-25 anni)

- Rapido sviluppo di sintomi negativi Sibilia - 2010

Schizofrenia residua

Marcati sintomi negativi

 Presenza nel passato di un chiaro episodio

 psicotico (schizofrenico)

Assenza di sintomi positivi da almeno 1 anno

 Assenza di demenza o depressione

 Sibilia - 2010

Schizofrenia simplex

Esordio lento ed insidioso di sintomi

 negativi, stranezze di comportamento, ecc.

non preceduti da un chiaro episodio

 psicotico (allucinazioni, deliri)

graduale ritiro sociale, assenza di scopi,

 declino delle prestazioni, autismo Sibilia - 2010

Schizofrenia indifferenziata

Sono soddisfati i criteri per la diagnosi di

 schizofrenia

Non corrisponde ai criteri di nessuna delle

 forme precedenti Sibilia - 2010

Schizofrenia: altri disturbi

Disturbi dell’attenzione

 deficit delle funzione di filtro

– distraibilità (associazioni intrusive)

– iperinclusività

Disturbi affettivi

 Difficoltà motivazionali

– L’ansia psicotica

– Sibilia - 2010

Ipotesi patogenetiche

Ipotesi del doppio legame

 (paradosso)

Ipotesi neurotrasmettitoriale

 Ipotesi cognitive

 Sibilia - 2010

PSICHIATRIA INFANTILE

1- Disturbi comportamentali ed emotivi

con esordio tipico nell’infanzia e

nell’adolescenza (F90-98)

2- Sindromi e disturbi da alterato

sviluppo psicologico (F80-89) Sibilia - 2010

F90-98 Disturbi comportamentali

nell’infanzia e nell’adolescenza

Sono disturbi caratterizzati

da condotte abnormi con

esordio precoce nell’infanzia

e nell’adolescenza Sibilia - 2010

F90-98 Disturbi comportamentali

nell’infanzia e nell’adolescenza

1. Sindromi ipercinetiche

2.Disturbi della condotta

3.Disturbi misti della condotta e della sfera

emozionale

4.Sindromi e disturbi della sfera emozionale

con esordio nell’infanzia. Sibilia - 2010

F90-98 Disturbi comportamentali

nell’infanzia e nell’adolescenza

5.Disturbi della socialità con esordio

nell’infanzia e nell’adolescenza

6.Disturbi a tipo tic

7.Altri disturbi comportamentali ed

emozionali con esordio nell’età evolutiva Sibilia - 2010

1. Sindromi ipercinetiche (ADHD)

Iperattività, irrequietezza

 Difficoltà a controllare impulsi a

 comportamenti problematici

Compromissione dell’attenzione (con secon-

 dari ritardi dell’apprendimento cognitivo)

Dal 3 al 5% dei bambini

Prima dei 7 anni Sibilia - 2010

1. Sindromi ipercinetiche (ADHD)

2 principali tipi:

Disturbo dell’attività e dell’attenzione

Disturbo ipercinetico della condotta

 Sibilia - 2010

2. Disturbi della condotta

Presenza di condotte:

 antisociali, aggressive, provocatorie

– (es. violenze vs. persone o animali, spacconerie,

danni, incendi, furti, menzogne o disobbedienze

continue, accessi d’ira, ecc.)

ripetitive

Possono evolvere in un disturbo della

personalità antisociale Sibilia - 2010

2. Disturbi della condotta

Possono essere:

Limitati al contesto familiare

 Con ridotta socializzazione

 (mancanza di integrazione con coetanei)

Con socializzazione normale

 (in soggetti ben integrati)

Disturbo oppositivo-provocatorio

 Sibilia - 2010

ADHD: rischi di abuso

Tendenza alla iperdiagnosi : vengono dia-

 gnosticati ADHD bambini che non lo sono

Tendenza all’abuso farmacologico : vengono

 trattati con farmaci come metilfenidato

(es. Ritalin) bambini che potrebbero invece

rispondere bene a interventi psicosociali

e/o trattamenti psicoterapici. Sibilia - 2010

Disturbo oppositivo-provocatorio

Età inferiore ai 10 anni

 Comportamenti negativistici, ostili,

 provocatori (oltre i limiti accettabili)

Assenza di gravi violazioni

 Sibilia - 2010

3.Disturbi misti della condotta

e della sfera emozionale

Comportamento persistentemente

 aggressivo, antisociale o provocatorio

Evidenti sintomi di disturbo distimico

 (ansia, depressione o altri disturbi

emozionali) Sibilia - 2010

4. Sindromi e disturbi della sfera

emozionale con esordio nell’infanzia

Sindrome ansiosa da separazione (persi-

 stente ed inappropriata paura di restare solo)

Sindrome fobica dell’infanzia

 Sindrome di ansia sociale dell’infanzia

 (prima dei sei anni)

Disturbo da rivalità tra fratelli

 (ostilità vs. il fratello, regressione) Sibilia - 2010

5. Disturbi della socialità con esordio

nell’infanzia e nell’adolescenza

Mutismo elettivo

 (chiusura comunicativa selettiva)

Disturbo reattivo dell’attaccamento

 (relazione abnorme con le figure di accudimento)

Disturbo disinibito dell’attaccamento

 (ricerca indiscriminata di contatto affettivo ed

attenzione) Sibilia - 2010

6. Tic

Movimento o produzione vocale involontaria

rapida, disritmica e ricorrente

Disturbo a tipo tic transitorio

 Disturbo a tipo tic cronico

 Tic combinati motori e verbali

 (sindrome di Tourette) Sibilia - 2010

7. Altri disturbi comportamentali ed

emozionali con esordio in età evolutiva

Enuresi non organica

 Encopresi

 Disturbo dell’alimentazione

 Disturbo da movimenti stereotipati

 Balbuzie

 Farfugliamento

 Sibilia - 2010

Sindromi e disturbi da alterato

sviluppo psicologico (F80-89)

Caratteristiche:

Insorgenza nella I o II infanzia

 Compromissione o ritardo di maturazione

 biologica del SNC

Decorso continuo, senza remissioni o

 recidive Sibilia - 2010

Sindromi e disturbi da alterato

sviluppo psicologico (F80-89)

1. Disturbi evolutivi specifici dell’eloquio e del

linguaggio

2.Disturbi evolutivi specifici delle abilità scolasti-

che (Disturbi specifici dell’apprendimento o DSA)

3.Disturbo evolutivo specifico della funzione

motoria

4.Sindrome da alterazione globale dello sviluppo

psicologico Sibilia - 2010

1. Disturbi evolutivi specifici

dell’eloquio e del linguaggio

Disturbo dell’ articolazione dell’ eloquio

 Disturbo del linguaggio espressivo

 Disturbo della comprensione del linguaggio

 Afasia acquisita con epilessia

 (sindrome di Landau-Kleffner)

Altri

 Sibilia - 2010

2. Disturbi evolutivi specifici

delle abilità scolastiche

Disturbi specifici dell’apprendimento (DSA):

Disturbo specifico della lettura

 Disturbo specifico della scrittura

 Disturbo specifico delle abilità aritmetiche

 Disturbo misto delle capacità scolastiche

 Sibilia - 2010

3. Disturbo evolutivo specifico della

funzione motoria

Sindrome del “bambino goffo”

Disprassia evolutiva ,

o Disturbo evolutivo della coordinazione :

Compromissione grave della coordinazione

(non dovuta a ritardo intellettivo) della

prestazione nei compiti visuo-spaziali Sibilia - 2010

4. Sindromi da alterazione globale

dello sviluppo psicologico

Autismo infantile precoce (Sindrome di Kanner)

 Autismo atipico

 Sindrome di Rett

 Sindrome disintegrativa dell’infanzia

 Sindrome iperattiva associata a ritardo

 mentale e stereotipie

Sindrome di Asperger

 Sibilia - 2010

Autismo infantile: caratteristiche

Interazione sociale deficitaria già prima

 dei tre anni: comunicazione non verbale e

comprensione/espressione emozionale

compromessa o ridotta

Limitazione degli interessi e delle attività

 Stereotipie o attività ripetitive

 Resistenza ai cambiamenti dell’ambiente

 personale Sibilia - 2010

Autismo infantile: altri sintomi

Fobie

 Accessi di collera

 Disturbi del sonno, alimentazione

 Autolesionismo

 Riduzione del QI (possibile)

 Sibilia - 2010

Autismo atipico

Dopo i tre anni

 Solo alcuni dei sintomi primari dell’autismo:

 Ridotta interazione sociale

– Comunicazione deficitaria

– Condotte abnormi

Ritardo mentale pronunciato (spesso) Sibilia - 2010

Sindrome di Rett

Sesso femminile

 Sviluppo iniziale normale (<7-24 mesi)

 Perdita delle capacità manuali e del linguaggio

 Movimenti stereotipati delle mani

 Rallentato accrescimento cranico

 Atassia e aprassia del tronco con scoliosi nella

 seconda infanzia Sibilia - 2010

Sindrome disintegrativa dell’infanzia

Sviluppo iniziale normale (fino a 2 anni)

 Perdita in pochi mesi di capacità acquisite, in

 aree diverse: linguaggio / gioco / interazione

sociale / controllo degli sfinteri / movimenti

Perdita di interesse per l’ambiente fisico e

 sociale (tipo autistico)

Manierismi e stereotipie

 Sibilia - 2010

Sindrome iperattiva

con ritardo mentale e stereotipie

Grave ritado mentale (QI < 50)

 Iperattività grave

 Deficit attenzionali gravi

 Stereotipie motorie

 Sibilia - 2010

Sindrome di Asperger

Nessun ritardo del linguaggio e dello sviluppo

 cognitivo

Riduzione ed anomalie dell’interazione sociale

 Attività ed interessi ripetitivi e stereotipati,

 coltivati in isolamento

- M:F = 8:1, persiste nell’età adulta

- possono esservi episodi psicotici Sibilia - 2010

Tossicodipendenze

Sintesi

Usi rituali e curativi delle sostanze psicoattive

 Classificazione farmacologica delle sostanze

 psicoattive

Classificazione clinica dei disturbi mentali da

 sostanze psicoattive

Terapie

 Sibilia - 2010

Usi rituali e curativi

delle sostanze psicoattive

Tossicologia nella storia:

 Preistorica,

– Antica,

– Medioevale

– Moderna

Droghe e società nella cultura contemporanea

 Sibilia - 2010

Droghe e società

nella cultura contemporanea

la fantasia al potere (allucinogeni)

 gli anni di piombo (anestetici)

 gli yuppies (stimolanti)

 il consumismo: usa e getta (droghe di sintesi)

 Sibilia - 2010

Aspetti farmacologici

Classificazione farmacologica delle droghe

 Definizione di droga

 Tolleranza e sensibilizzazione

 Intossicazione acuta

 Intossicazione cronica

 Sindrome astinenziale

 Sibilia - 2010

Classificazione farmacologica

delle droghe

Droghe psico-depressive

 Droghe psico-stimolanti

 Droghe psico-alteranti o dislettici

 Sibilia - 2010

Le droghe

Definizione di droga

(tolleranza, astinenza, dipendenza)

Tolleranza e sensibilizzazione

 Sibilia - 2010

Droghe psico-depressive

Analgesici oppiacei: morfina, eroina

Analgesici sintetici: metadone

Barbiturici, GHB, Alcool etilico, Sedativi-

ipnotici (benzodiazepine)

Antistaminici

 Sibilia - 2010

Droghe psico-stimolanti

ATS (Amphetamine Type Stimulants)

Cocaina

Nicotina

Caffeina

Antidepressivi

 Sibilia - 2010

Droghe psico-alteranti (dislettici)

Cannabici

Indolici: LSD, psilocibina, ibogani

joscimbano, triptamine (DMT)

Piperidinici:

 atropinici, deliranti (PCP, ketamina)

Feniletilaminici: mescalina, MDMA

Solventi

 Sibilia - 2010

Mortalità

Tabacco

 Alcool

 Droghe illecite

 Sibilia - 2010

Altri elementi di tossicità

Tipo di preparazione :

modalità, purezza, sostanze di taglio

Tipo di somministrazione :

endovena, fumo (crack)

Condizioni fisiche

 Sibilia - 2010

Classificazione clinica

Dipendenza / Consumo dannoso

 Disturbi cognitivi

 Disturbi della memoria (Sindrome amnesica)

 Deficit cognitivi (Disturbo psichico residuo)

 Sindrome amotivazionale

 Sindrome psicotica

 Attacchi di panico

 Sibilia - 2010

Terapia delle tossicodipendenze

Sindrome astinenziale : somministrazione

scalare, sostitutivi, sintomatici

Dipendenza psichica (condizionamento):

antagonisti, stimoli sostitutivi, suggestione

Generale : stile di vita, motivazioni, disturbi

psichici precedenti/attuali, ricostruzione Sibilia - 2010

PSICOFARMACOLOGIA

Ipotesi neurochimica dei disturbi mentali

 Neurotrasmettitori

 Classificazione degli psicofarmaci

 Sedativi

– Antipsicotici

– Antimaniacali

– Antidepressivi

– Sibilia - 2010

Psicofarmacologia

Scoperta casuale degli antidepressivi

Farmacoterapia dei disturbi dell’umore

Ipotesi neurochimica dei disturbi dell’umore

 Depressione

Sindrome bipolare

Distimia

 Sibilia - 2010

Psicofarmacologia

Scoperta casuale dei neurolettici

Farmacoterapia dei disturbi psicotici

Ipotesi neurochimica dei disturbi psicotici

 Schizofrenia

Autismo

Psicosi acute

 Sibilia - 2010

I neurotrasmettitori (NT)

Sostanze chimiche prodotte nelle termi-

nazioni sinaptiche dei neuroni in seguito a

stimolazione nervosa. I principali:

noradrenalina (NA)

– acetilcolina (Ach)

– dopamina (DA)

– serotonina (5-HT)

– acido gamma-amminobutirrico (GABA)

– β

– beta-endorfina ( -End) Sibilia - 2010

Il dialogo tra neuroni

I NT si raccolgono nelle vescicole sinaptiche

 Vengono liberati all’arrivo dell’impulso nervoso nella

 fessura sinaptica

Agiscono sul neurone post-sinaptico legandosi a

 proteine specifiche della membrana neuronale

(i recettori ) come se fossero “chiavi”

I NT vengono ricaptati dal neurone che li ha liberati,

 mediante recettori del neurone pre-sinaptico Sibilia - 2010

Effetti dei NT

L’attivazione del recettore altera la membrana

 del neurone post-sinaptico, modificandone il

potenziale elettrico -> nuovo impulso o inibizione

dell’impulso

I NT possono quindi essere inibitori o eccitatori

 Variano a seconda del NT e del tipo di neurone

 “bersaglio” Sibilia - 2010

Noradrenalina (NA)

Ipotesi norardrenergica della depressione:

ridotti livelli di NA causano s. depressiva,

 aumentati livelli provocano s. maniacale.

Reserpina depressione

Anfetamine eccitamento

Antidepressivi riducono la

e IMAO depressione Sibilia - 2010

Serotonina (5HT)

Ipotesi “serotonergica” della depressione:

nella sindrome depressiva si riduce la attività

della serotonina (5HT). Dati empirici:

Serotonina ridotta nei pazienti suicidi

 Serotonina ridotta nel liquor dei depressi

 Inibitori selettivi della ricaptazione (ISRS)

 riducono la depressione Sibilia - 2010

Acetilcolina (Ach)

NT “risvegliante” (attenzione, memoria)

 Ach o farmaci “colino-mimetici”:

 possono dare depressione in soggetti normali.

Si trova aumentata nei pazienti con morbo di

 Parkinson (associato a depressione) Sibilia - 2010

Dopamina (DA)

Ipotesi dopaminergica delle psicosi:

Nelle condizioni psicotiche si verifica un

eccesso di attività della dopamina.

Riducendo l’attività della dopamina, si riducono i

sintomi psicotici (allucinazione, delirio).

I neurolettici bloccano i recettori della

 dopamina Sibilia - 2010

GABA

L’acido Gamma-Amino-Butirrico (GABA) ha

 effetto sedativo in soggetti normali.

Le benzodiazepine (BDZ) si legano ai

 recettori GABA-ergici.

Ipotesi: una ridotta attività del recettore

 GABAergico si associa ad ansia. Sibilia - 2010

Gli psicofarmaci: classificazione

Neurolettici o tranquillanti maggiori

 (antipsicotici)

Antidepressivi

 Sedativi o tranquillanti minori

 Antimaniacali

 Altri

 Sibilia - 2010

Farmaci antipsicotici

(o neurolettici o tranquillanti maggiori)

Meccanismo d’azione: bloccano i recettori

 (D2) della dopamina, stimolano Ach

Effetti

 clinici

– secondari

– della sospensione

Classificazione

 Sibilia - 2010

Farmaci neurolettici

(o antipsicotici o tranquillanti maggiori)

Effetti clinici :

 effetto antipsicotico

– sedazione psicomotoria

– effetto ipno-induttore

Effetti secondari :

 Extrapiramidali (parkinsonismo)

– Effetti muscarinici (Ach-simili)

– Altri sintomi neurologici

– (distonie, discinesia, acatisia)

Sindrome maligna da neurolettici (pericolosa!)

– Sibilia - 2010

Farmaci antipsicotici

(o neurolettici o tranquillanti maggiori)

Effetti della sospensione

la “sindrome da interruzione” produce effetti

 psicotici “di rimbalzo”:

agitazione psicomotoria

– ansia psicotica

– allucinazioni / delirio

– Sibilia - 2010

Classificazione dei neurolettici

Si basa sui prevalenti effetti:

sedativi (effetto anti-DA)

 muscarinici (stimolazione della Ach)

 extrapiramidali (effetto Ach e anti-DA)

 Sibilia - 2010

Farmaci antidepressivi

Meccanismo d’azione: aumento NA e 5HT

 Effetti clinici: non immediati

 Effetti secondari: variabili

 Classificazione

 Triciclici (stimolano i recettori di NA e 5HT)

– IMAO (inibitori delle monoaminossidasi)

– ISRS (inibitori della ricaptazione della 5HT)

– Altri

– Sibilia - 2010

Farmaci antimaniacali

Benzodiazepine (BDZ)

 Farmaci antiepilettici:

 Acido valproico

– Carbamazepine

Sali di litio

 effetto ritardato

– controllo della litiemia

– effetti secondari

– Sibilia - 2010

Farmaci sedativi

Barbiturici

 Ipnotici

 Ansiolitici (o tranquillanti minori)

 Benzodiazepine (BDZ)

– Altri

– Sibilia - 2010

Effetti delle BDZ

Effetto ipnoinducente

 Effetto miorilassante

 Effetto sedativo (e antiepilettico)

Attenzione agli effetti secondari:

1. sedazione (es.: pericolo per la guida!)

2. dipendenza (con uso prolungato!)

3. inibizione respiratoria (dosi eccessive!) Sibilia - 2010

PSICOTERAPIE

Psicoanalisi e psicoterapia

 Varietà delle prospettive

 Il problema dell’efficacia

 Fattori specifici ed aspecifici

 Le psicoterapie attuali

 Le psicoterapie validate

 Sibilia - 2010

Psicoanalisi: Sigmund Freud

I concetti della psicoanalisi freudiana:

1. L’energia psichica o “libido”

2. L’”inconscio”

3. Il “transfert”

4. I “meccanismi di difesa”

5. Io / Id / Super-Io

6. Le fasi di sviluppo psicosessuale Sibilia - 2010

Caratteristiche della psicoanalisi

Scopo terapeutico : portare alla coscienza i conflitti

 motivazionali e altri “contenuti” inconsci

Metodi : associazioni, analisi dei sogni, del transfert

 Implicazioni culturali:

 si è governati da forze oscure, che né si conoscono né si

– possono controllare (le pulsioni inconsce)

le “vere” motivazioni sono ignote all'uomo (sono eviden-

– ziabili solo dall'”analista”)

abbiamo pulsioni distruttive contro noi stessi e gli altri

– Sibilia - 2010

Psicologia analitica: Carl Gustav Jung

I concetti della psicologia analitica:

1. L’”Inconscio collettivo”

2. Gli “Archetipi”

3. Il “Destino”

4. “Animus” e “Anima”

5. L’”Equazione personale” Sibilia - 2010

Le nuove ricerche del II dopoguerra

Progressi delle scienze sperimentali

 Dall’intrapsichico all’interpersonale:

 Cibernetica e comunicazione

Teorie dell’apprendimento socio-cognitivo

 Condizionamento (Da I. Pavlov a B. Skinner)

– Pragmatismo (J. Dewey)

– Psicologia sociale (A. Bandura)

Le necessità di riabilitazione dei veterani

 Sibilia - 2010

Principio del rinforzo

Nel corso del suo “operare” nell’am-

B. H. Skinner biente, l’organismo incontra uno

speciale tipo di stimoli (rinforzatori),

che modificano le probabilità di

emissione in futuro del comportamento

che li ha preceduti.

Se un comportamento non viene più

 seguito da rinforzatori [positivi], ne

risulterà una probabilità più ridotta di

riemissione in futuro. Sibilia - 2010

La ricerca empirica in psicoterapia

I primi cognitivisti: C. Rogers, A. Ellis, G.A. Kelly

 ‘ 50 Gli studi di Hans Jurgen Eysenck sull’efficacia

 behaviour therapy

‘ 60 Emergenza della “ ”

 ‘ 70 Le ricerche sperimentali ed il “responso del Dodo”

 (equivalenza delle psicoterapie)

‘ 80 L’evoluzione cognitiva della psicologia

 ‘ 90 Dallo studio degli esiti ai processi

 ‘ 00 La confluenza pragmatica degli orientamenti

 Sibilia - 2010

Efficacia delle psicoterapie

La misura della psicopatologia

 Il metodo sperimentale in psicoterapia:

 Studio del caso clinico singolo

– Studi clinici controllati

– Rassegne e metanalisi degli esiti

Deterioramento, placebo e “fattori aspecifici”

 Le psicoterapie empiricamente validate (PEV)

 Sibilia - 2010

Varietà delle prospettive attuali:

i primi cognitivisti

terapia centrata sul cliente

Carl Rogers. “ ”: la

 relazione terapeutica facilita il cambiamento.

terapia razionale-emotiva

Albert Ellis. “ ” o

 RET: le convinzioni irrazionali sono alla base

della psicopatologia.

psicoterapia dei costrutti

George Kelly. “

 personali ”: la conoscenza personale è

organizzata in un sistema di costrutti. Sibilia - 2010

Varietà delle prospettive attuali:

La Scuola di Palo Alto e la prospettiva sistemica

La centralità della comunicazione

 (G. Bateson, P. Watzlavick & al.):

Non si può non comunicare

1. ” ”

2. Pragmatica e semantica della comunicazione.

3. Contesto e significato del comportamento.

4. Significati di contenuto e di relazione.

escalation

5. Squalifiche, simmetrie, comunicative e

paradossi. Sibilia - 2010

Varietà delle prospettive attuali:

altri approcci

Gestalterapia

La di Fritz S. Perls

 Logoterapia

La di Victor Frankl

 Analisi transazionale

L’ di Eric Berne

 terapie di gruppo

Le

 psicodramma

Lo di Jacob Levi Moreno

 terapie psicodinamiche brevi

Le

 Sibilia - 2010


PAGINE

252

PESO

2.75 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Questa dispensa si riferisce alle lezioni di Psichiatria, tenute dal Prof. Lucio Sibilia nell'anno accademico 2010.
Controversie in psichiatria e sulla psichiatria.
Valutazione del paziente psichiatrico.
Nosografia e diagnosi nell'adulto:
Dei disturbi psicotici
Dei disturbi affetivi
Dei disturbi di ansia e da stress
Dei disturbi di personalità
Disturbi dell'alimentazione, sonno e sessuali
Disturbi organici: delirium e demenze
Nosografia e diagnosi nell'età evolutiva
Disturbi dello sviluppo intellettivo e psicoaffettivo
Disturbi psichiatrici durante lo sviluppo
Patogenesi, trattamento e riabilitazione


DETTAGLI
Esame: Psichiatria
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in pedagogia e scienze dell'educazione e della formazione
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psichiatria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Sibilia Lucio.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!