Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

- VII/2 -

La corrente convenzionale di intervento, (I ), è quel valore specificato di corrente che

f

provoca, in condizioni determinate, l'intervento dell'interruttore entro un intervallo di tempo

convenzionale.

Fig. 1. Esempio di caratteristica di intervento di un interruttore automatico

Nella tabella 1 sono indicati i valori delle correnti I e I in funzione della corrente

nf f

nominale per gli interruttori rispondenti alle Norme CEI 23-3 e della corrente di regolazione

per gli interruttori regolabili rispondenti alle Norme CEI 17-5.

Tabella 1 - Valori della corrente convenzionale di intervento (If) e di non intervento (Inf) in

funzione della corrente nominale, o di regolazione, degli interruttori automatici.

Interruttori automatici

Regolabili Non regolabili I I Tempo

nf f

(CEI 17-5) (CEI 23-3) convenzionale

— I 1,13 I 1,45 I 1h

N N N

I 63 A 1h

— 1,05 I 1,35 I

r r r 2h

I > 63 A — 1,05 I I

r 1,25

r r

b) Fusibili

Per i fusibili valgono considerazioni analoghe a quelle svolte per gli interruttori

automatici, sebbene in esso non è possibile distinguere fisicamente il relè dal dispositivo di

manovra, essendo questi ultimi integrati in un unico sistema di protezione (appunto, il fusibile).

Un fusibile apre il circuito in tempi tanto più piccoli quanto più grande è la corrente che

lo attraversa, secondo una propria caratteristica di intervento (fig. 2).

- VII/3 -

Fig.2. Esempio di caratteristica di intervento di un fusibile

di corrente nominale compresa tra 10 e 25 A

Per tempo di prearco di un fusibile si intende il tempo intercorrente tra l'istante di inizio

della corrente e l'istante in cui ha inizio l'arco elettrico conseguente alla fusione dell'elemento

fusibile.

Anche per i fusibili si definiscono le correnti convenzionali di non fusione (I ) e di

nf

fusione (I ), con significato analogo a quello indicato per gli interruttori. I valori delle correnti

f

I e I e dei tempi convenzionali variano con la corrente nominale I . Essi sono indicati nella

f nf N

tabella 2.

Tabella 2 - Valori della corrente convenzionale di fusione (If) e di non fusione (Inf) in funzione

della corrente nominale dei fusibili.

I I I Tempo convenzionale

N nf f

≤ 1h

4 A < 1,5 I 1,9 I

I 10 A N N

N ≤ 1h

10 A < 1,4 I 1,75 I

I 25 A N N

N ≤ 1h

25 A < 1,3 I 1,6 I

I 63 A N N

N - VII/4 -

Scelta del sistema di protezione contro il sovraccarico

L'apparecchiatura contro il sovraccarico può essere posta in un punto qualsiasi del

circuito.

Ricordando che con I , I e I sono state indicate la corrente nominale del sistema di

N B Z

protezione, la corrente d'impiego del circuito e la portata del cavo, rispettivamente, deve

*)

(

essere: ≤ ≤

I I I (1)

B N Z

Il sistema di protezione contro il sovraccarico deve, infatti, essere adatto a portare con

continuità la corrente di impiego, che normalmente fluisce nel circuito, senza dar luogo a

interventi intempestivi; essa, inoltre, non deve consentire il permanere di correnti superiori alla

portata.

La condizione (1) sarebbe sufficiente a individuare la corrente nominale del sistema di

protezione, se questo intervenisse per correnti di poco superiori alla propria corrente nominale

I . Di fatto il sistema di protezione interviene, in modo certo solo per correnti uguali o

N

superiori alla corrente convenzionale di intervento I .

f

Se si assume I = I , le correnti comprese tra I e I costituiscono un sovraccarico per

N Z N f

il cavo; esse potrebbero, peraltro, non essere mai interrotte, dando luogo ad un sovraccarico

permanente (fig. 3).

Se si assume I = I , nessuna corrente superiore alla portata può permanere per un

f Z

tempo indefinito. Così facendo, aumenta però il divario tra la corrente d'impiego del circuito I B

(che deve essere inferiore a I ) e la portata I ; ne consegue che il cavo, che può portare la

N Z

corrente I , è utilizzato solo alla corrente I di gran lunga inferiore (fig. 3 ).

Z B

Un compromesso tra sicurezza ed economia è stato trovato in sede normativa (CEI

64-8) ammettendo che I possa superare I , in modo che I possa avvicinarsi a I , ma non di

f Z B Z

molto; deve essere soddisfatta la condizione (fig. 3 ):

I 1

, 45 I (2)

f Z

In definitiva, un sistema di protezione delle condutture contro sovraccarico è scelto

secondo le norme quando soddisfa entrambe le condizioni

≤ ≤

I I I

B N Z

I 1

, 45 I

f Z

Queste condizioni non sono indipendenti tra loro, ma legate dal rapporto I /I variabile con il

N f

dispositivo di protezione, sicché le condizioni necessarie e sufficienti per assicurare la

protezione contro il sovraccarico sono diverse, secondo che il circuito sia protetto da un

interruttore automatico o da un fusibile.

Si definisce corrente d'impiego I del circuito, la corrente da prendere in considerazione per la scelta dei

(*) B

componenti del circuito. Il valore di questa corrente dipende ovviamente dalla potenza degli apparecchi

utilizzatori, dal numero e dalla corrente nominale delle prese che il circuito alimenta.

- VII/5 -

Fig. 3. Scelta della corrente nominale dell’apparecchiatura per la protezione della

conduttura contro il sovraccarico

a) Interruttori automatici ≤

Secondo la tabella 1, per gli interruttori automatici si ha I 1,45 I ; se pertanto è

f N

soddisfatta la condizione I I , a maggior ragione lo è anche la (2).

N Z

Un circuito con corrente d'impiego I e con cavo di portata I si considera pertanto

B Z

protetto contro sovraccarico da un interruttore automatico se è:


PAGINE

11

PESO

189.83 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in ingegneria elettronica
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sistemi elettrici per l’energia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Mediterranea - Unirc o del prof Carbone Rosario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sistemi elettrici per l’energia

Sicurezza elettrica
Dispensa
Sistemi elettrici
Dispensa
Impianti di distribuzione - Dimensionamento
Appunto
Linee elettriche - Modellazione
Dispensa