Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ipotesi di valutazione

Continuazione Liquidazione

Valore di presunto

Impianti Costo realizzo diretto

Valore di presunto

Merci Costo * realizzo diretto

Valore di presunto Valore di presunto

Crediti realizzo realizzo diretto

Valore di presumibile Valore di presumibile

Debiti estinzione estinzione

(*) Tranne che il valore di recupero sia minore rispetto al costo 5

6

S.P. nell’ipotesi di continuazione

Impianti 10.000 Capitale sociale 15.000

Merci 5.000

S.P. nell’ipotesi di liquidazione

Impianti 3.000 Capitale sociale 10.000

Merci 7.000*

(*) Si presume che:

a) alcune unità vengano vendute ad un valore maggiore rispetto al costo

b) alcune unità (più vecchie) vengano vendute a un valore inferiore rispetto al costo

c) alcune unità (obsolete) non si venderanno proprio e saranno rottamate 7

TUTTI I DUBBI DEI REVISORI DEI CONTI SUI CONTI

Società Giudizio dei revisori sul bilancio Osservazioni

Incertezza su liquidità e piano industriale,

Impossibilità di giudizio

♦ Crespi rilievi sull’informativa

Impossibilità di giudizio Incertezza sul piano industriale

♦ Eutelia Rilievi su avviamenti, crediti, informativa,

Impossibilità di giudizio

♦ Omnia Network ricapitalizzazione

Rilievi su informativa per vicende giudiziarie,

Impossibilità di giudizio

♦ Sadi avviamento, derivati

Impossibilità di giudizio Rilievi su impairment test e crediti

♦ Socotherm Impossibilità di giudizio Rilievi su contenziosi aperti

♦ Tiscali Impossibilità di giudizio Incertezza sui piani, rilievi su aspetti fiscali

♦ Viaggi del Ventaglio Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Gabetti Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ KR Energy Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Everel Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Aedes Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Eems Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Pininfarina Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Zucchi Conforme ai principi contabili Incertezza sulla continuità aziendale

♦ Risanamento Tratto da Milano Finanza del 25 aprile 2009

- E’ legato al principio della prudenza

del quale ne costituisce una

Principio n. 4 parziale esplicitazione

Si deve tener conto

dei rischi e delle

perdite di competenza - Esso si ricollega anche al problema

dell’esercizio, anche della inteso in senso

competenza

se conosciuti dopo la contabile e della prevalenza della

chiusura di questo sostanza sulla forma

Caratteristiche

generali - Riguarda le operazioni conosciute

tra la fine dell’esercizio e la data

di approvazione del bilancio

(3-4 mesi) 10

Esprime il divieto di compensare perdite

• previste (minusvalenze) con utili maturati

(plusvalenze) relative ad una voce di bilancio

(Es. merci)

Bisogna imputare al C.E. le sole perdite

• previste senza tener conto degli utili maturati

Significati

Principio n. 5 (detti anche

del principio sperati)

Valutazione Va nello stesso senso del divieto di compensi di

separata partite, già espresso dall’art. 2423-ter, 6° C.C.

Rappresenta una esplicitazione del principio

“Gli elementi della prudenza

eterogenei

ricompresi nelle

singole voci

devono essere Si possono fare compensazioni tra elementi

valutati eterogenei ossia tra perdite previste ed utili

separatamente” sperati interdipendenti:

a) sia se compresi nella stessa voce

Eccezioni

• b) sia se compresi in voci diverse

Per non violare il principio della prudenza

• e della rappresentazione veritiera e corretta 11

Esempio:

Costo delle rimanenze formate da camicie di cotone 1.500

• Valore corrente al momento della valutazione 1.100

• PERDITA PREVISTA € 400

• Costo delle rimanenze formate da camicie di lana 1.500

• Valore corrente al momento della valutazione 1.750

• UTILE MATURATO (detto, anche, SPERATO) € 250

• Per il principio della realizzazione dei ricavi l’utile maturato, € 250

• non deve partecipare al calcolo del reddito;

Per il principio, invece, della prudenza, occorre rilevare soltanto

• la perdita prevista di € 400.

Con la compensazione, invece, si addosserebbe all’esercizio, un

componente negativo di reddito di € 150 (dato dalla somma algebrica

tra la perdita prevista di € 400 e l’utile maturato di € 250) invece di € 400,

violando pertanto il principio della prudenza e quello della realizzazione

dei ricavi. 12

13

Esempio di compensazione tra elementi interdipendenti appartenenti alla stessa voce

Supponiamo:

Partita di una merce comprata a € 2.500

• Partita della stessa merce comprata a € 2.800

• Al momento del bilancio il prezzo di vendita si riduce a € 2.100 per entrambe le partite

• prevista: Costo sostenuto 2.500 Compensazione

•Perdita Valore pres. realizzo 2.100

Perdita prevista € 400 € 400

Utile previsto: Costo sostenuto 1.800

• Valore pres. realizzo 2.100

Utile previsto € 300 € 300

Saldo tra perdita prevista e utile previsto: € 100

È indubbio che alla perdita prevista di € 400 si contrappone l’utile

previsto di € 300 per cui tali elementi sono tra di loro interdipendenti

e si possono pertanto compensare, indicando nel Conto Economico

soltanto il loro saldo, ossia la perdita prevista di € 100 14

Esempio di compensazione tra elementi interdipendenti appartenenti a voci diverse

Supponiamo:

Crediti in € 1.000 per vendite in $

• Debiti in € 3.000 per acquisti in $

• Al momento della chiusura il tasso di cambio €/$ aumenta del 10%.

• negativa di cambio sui debiti in moneta estera:

•Differenza Debiti al cambio di chiusura € 3.300

Debiti al cambio storico € 3.000

Differenza negativa di cambio € 300

Differenza positiva di cambio sui crediti in moneta estera:

• Crediti al cambio di chiusura € 1.100

Crediti al cambio storico € 1.000

Differenza positiva di cambio € 100

Saldo tra differenza negativa e positiva di cambio: € 200

È indubbio che alla differenza negativa di cambio di € 300 si contrappone

necessariamente la differenza positiva di cambio di € 100 per cui tali elementi sono tra di

loro interdipendenti e si possono pertanto compensare, indicando nel Conto Economico

soltanto il loro saldo, ossia la differenza negativa prevista di € 200.

Per la conversione delle partite in moneta estera si rinvia, più diffusamente, 15

alle relative slides.

Prevalenza della Sostanza sulla Forma

Quadro Generale

art. 2423 – bis, 1° comma

Previsione

• introdotto con

normativa il D.Lgs. n° 6/2003

principi IAS/IFRS

Nei casi ovviamente in cui non vi è coincidenza

• tra forma del contratto e sostanza economica

La valutazione delle voci deve essere fatta…

• …tenendo conto della funzione economica

Prevalenza dell’elemento dell’attivo o del passivo considerato

della Testo poco chiaro

Sostanza del principio

sulla Sarebbe stato preferibile utilizzare l’espressione più

Forma chiara e di generale accettazione “della prevalenza

della sostanza sulla forma”

per la contabilizzazione

Effettiva

• di “pronti contro termine”

Portata applicativa

• per le interferenze

• di natura fiscale

Scarsa

• 17

per il leasing

Pronti Contro Termine 18

Nozione del documento OIC n. 1 del 25 Ottobre 2004

• “Si ha una operazione di vendita con obbligo di retrocessione

allorché il contratto o la pattuizione stipulati tra le parti

comportino il riacquisto da parte del venditore della cosa

originariamente venduta ad una certa data e per un certo

A) Con obbligo di prezzo e quando tale pattuizione rende obbligatorio il

retrocessione a riacquisto”.

termine Caratteristiche dell’operazione:

comporta l’obbligo del venditore al riacquisto dei titoli;

• comporta l’obbligo dell’acquirente a retrocedere i titoli.

Pronti contro

termine Disciplinati dal provvedimento della

• Banca d’Italia del 15 Luglio 1992

B) Con facoltà di

retrocessione Caratteristiche dell’operazione:

a termine comporta soltanto l’obbligo del venditore al riacquisto dei

• titoli;

non comporta l’obbligo dell’acquirente a retrocedere i titoli.

• 19

Esempio di pronti contro termine con obbligo di retrocessione a termine

Si consideri la seguente operazione di pronti contro termine con obbligo di retrocessione

della durata di 6 mesi (dal 1/09/20X0 al 1/03/20X1):

il prezzo a pronti (di cessione) dei titoli è di € 1.000;

• il prezzo a termine (o di riacquisto) dei titoli è di € 1.600;

• l’onere finanziario, pari alla differenza tra prezzi a termine e prezzi a pronti, è di € 600 (di cui

€ 400 [600/6*4 mesi]di competenza dell’esercizio 20X0 ed € 200 [600/6*2 mesi]di competenza

dell’esercizio 20X1);

Scritture contabili nella contabilità del venditore

1) 1 Settembre 20X0: momento della cessione AVERE

1/10/20X0 DARE

Banca x c/c 1.000 1.000

Debiti per oper.ni di pronti c/termine

2) 31 Dicembre 20X0: rilevazione del rateo (€ 400) sul costo dell’operazione (€ 600)

AVERE

31/12/20X0 DARE

Interessi passivi su pronti c/termine 400 400

Ratei passivi

Calcolo del rateo passivo

600 : 6 = x : 4

X = 400

3) 1 Marzo 20X1: momento del riacquisto dei titoli da parte del venditore (scadenza

del contratto) AVERE

01/03/20X1 DARE

Ratei passivi 400

Interessi passivi su pronti c/termine 200

Debiti per oper.ni di pronti c/termine 1.000 20

1.600

Banca X c/c


PAGINE

36

PESO

919.08 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

I principi di redazione evidenziati dall'appunto si riferiscono a:
Prudenza
Continuazione della gestione (ipotesi di valutazione)
• Prevalenza della sostanza sulla forma
• Indicazione esclusiva degli utili realizzati alla data di chiusura dell’esercizio
• Considerazione dei rischi e delle perdite conosciuti dopo la chiusura dell’esercizio
• Valutazione separata degli elementi eterogenei
Continuità dei criteri di valutazione
• Deroga al principio della continuità dei criteri di valutazione


DETTAGLI
Esame: Ragioneria
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia e management
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Ragioneria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Sarcone Salvatore.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ragioneria

Operazioni di assestamento
Dispensa
Ragioneria - Ratei e risconti
Esercitazione
Eccezioni al criterio del costo
Dispensa
Strutture di conto economico
Dispensa