Che materia stai cercando?

Politiche di cooperazione allo sviluppo Appunti scolastici Premium

Materiale didattico per il corso di Politica Economica Internazionale del Prof. Pierluigi Montalbano riguardante le politiche di cooperazione allo sviluppo ed in particolare: gli obiettivi delle politiche di cooperazione e i suoi limiti; l'entità degli aiuti allo sviluppo in percentuale del PIL da parte delle maggiori economie... Vedi di più

Esame di Politica economica internazionale docente Prof. P. Montalbano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Sapienza Università di Roma

Dipartimento di Analisi Economiche e Sociali

CORSO DI POLITICA ECONOMICA INTERNAZIONALE

Anno Accademico 2010-2011

Prof. Umberto Triulzi

La politica di cooperazione allo sviluppo

Cap. 12

Gli Obiettivi della Politica di Cooperazione

ƒ Nel corso degli ultimi cinquanta anni il termine «sviluppo» è

emerso nel dibattito economico e politico nazionale ed

internazionale con sempre maggiore frequenza e rilevanza fino a

costituire uno dei concetti economici più dibattuti ed insieme più

controversi.

ƒ Nel campo del pensiero economico, la riflessione sullo sviluppo

ha rivestito per un lungo periodo un ruolo marginale nelle

elaborazioni dei «padri fondatori della scienza economica. Con

l’eccezione di Karl Marx, gli economisti classici si sono

concentrati per lo più sul problema dell’equilibrio economico

generale, piuttosto che sulla questione di come accrescere il

livello complessivo di risorse del sistema.

Gli Obiettivi della Politica di Cooperazione (2)

ƒ Nel corso del XX secolo, alcuni elementi di rottura intervengono a

modificare questa situazione, spostando progressivamente il

problema dello sviluppo al centro dell’attenzione degli

economisti. Primo fra tutti, la fine del colonialismo europeo, che

ha determinato la nascita di nuovi soggetti statali indipendenti.

ƒ La riflessione degli economisti si concentra - per tutti gli anni ‘50

e per buona parte degli anni ‘60 - su una prospettiva di analisi che

identifica lo «sviluppo» con la «crescita» economica.

ƒ L’attenzione si focalizza, in tale periodo, sull’esigenza di

individuare una combinazione di metodi attraverso i quali

aumentare la capacità di produzione e consentire,

conseguentemente i livelli di reddito pro-capite.

Gli Obiettivi della Politica di Cooperazione (3)

ƒ A partire dalla metà degli anni ‘60, si assiste ad un vero e proprio

spostamento nell’orientamento del pensiero sullo sviluppo. In

particolare, la nascita delle teorie sullo «sviluppo sociale», che si

diffonderanno nel corso del decennio successivo, avvia una

profonda riflessione sui fattori sociali e culturali capaci di

bloccare lo sviluppo.

ƒ Alla crescita economica si sostituisce, quindi, il più ampio

concetto di «sviluppo» e l’attenzione, prima posta sugli

incrementi del livello di reddito, si focalizza sull’eliminazione

della povertà e sul soddisfacimento dei bisogni di base, quali

alimentazione, istruzione, e salute.

Gli Obiettivi della Politica di Cooperazione (4)

La cooperazione internazionale allo sviluppo nasce da motivazioni

politiche, ideologiche e strategiche (aiuti alle ex colonie, difesa dei

valori occidentali, difesa contro i regimi comunisti ecc.) più che da

reali interessi per il progresso economico dei paesi meno sviluppati.

I grandi paesi donatori negli anni ‘50-’60: Stati Uniti (circa il 50%),

Francia e Regno Unito con valori inferiori ma sempre rilevanti.

Motivazioni degli aiuti:

- esistenza di “interessi politici reciproci”, come evidenziato dal Piano

Marshall, gli aiuti economici degli USA indirizzati alla ricostruzione

delle economie dei paesi europei.

- importanza del criterio dell’equità sociale e della solidarietà. Ignorare la

povertà e le privazioni esistenti in molti Pvs può anche arrecare

gravi conseguenze per tutti (Rapporto della Commissione

Pearson,1969).

Gli Obiettivi della Politica di Cooperazione (5)

Negli anni più recenti il sostegno alle politiche di cooperazione è venuto

prevalentemente dall’opinione pubblica dei paesi donatori anche per le

crescenti preoccupazioni derivanti dallo sviluppo di fenomeni quali

l’immigrazione clandestina, la diffusione ed esportazione di attività

illegali, il terrorismo.

Le diverse caratteristiche storiche, politiche e culturali dei paesi donatori

spiegano perché le motivazioni alla base delle politiche di cooperazione

siano molto diverse (coesistenza di motivazioni altruistiche e di

solidarietà con motivazioni strategiche ed anche sensi di colpa verso le

ex colonie).

ƒ Significato del termine “cooperazione”: opera prestata ad altri o insieme

ad altri per la realizzazione di un’impresa (Treccani). Con l’utilizzo di tale

espressione si intende sottolineare la dimensione «cooperativa» negli

sforzi fatti per lo sviluppo dei Pvs. Nel dizionario inglese (Palgrave) i

trasferimenti di risorse ai Pvs vengono definiti foreign aid.


PAGINE

14

PESO

1.83 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Politica Economica Internazionale del Prof. Pierluigi Montalbano riguardante le politiche di cooperazione allo sviluppo ed in particolare: gli obiettivi delle politiche di cooperazione e i suoi limiti; l'entità degli aiuti allo sviluppo in percentuale del PIL da parte delle maggiori economie mondiali.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in cooperazione internazionale e sviluppo
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Politica economica internazionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Montalbano Pierluigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Politica economica internazionale

Politica Economica Internazionale
Dispensa
Coordinamento internazionale della politica economica
Dispensa
Steve Jobs - discorso alla Stanford 2011
Dispensa
Commercio internazionale e globalizzazione
Dispensa