Che materia stai cercando?

Politica monetaria e riserve Appunti scolastici Premium

Materiale didattico per il corso di Macroeconomia della professoressa Anna Soci. Trattasi di slides a cura del docente all'interno delle quali sono affrontati i seguenti argomenti: la politica monetaria e le riserve; il moltiplicatore dei depositi ed il moltiplicatore della moneta; i target monetari... Vedi di più

Esame di Economia degli Intermediari Finanziari docente Prof. C. Baldan

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

In sintesi… (2)

Il “corridoio” dei tassi

• Tasso delle operazioni di rifinanziamento principale: è un tasso

“non ufficiale”, cioè non viene fissato d’impero dalla BCE, ma viene negoziato con

il mercato attraverso il meccanismo d’asta prescelto dall’autorità monetaria.

Intorno a questo tasso ruotano i tassi del mercato interbancario che vengono

condizionati da:

– tasso di rifinanziamento marginale;

– tasso sui depositi presso la BC.

Costituiscono il corridoio all’interno del quale oscillano i prezzi dei fondi

interbancari dell’Eurosistema. Sono “tassi centrali” e hanno effetti segnaletici ex

ante o ex post e servono alla BC per segnalare che si sono raggiunti o che si

tendono a raggiungere determinati risultati nelle grandezze macroeconomiche

(produzione/drenaggio base monetaria), nei livelli inflazionistici, nelle condizioni

dell’economia reale.

Euro OverNight Index Average

• Tasso Eonia ( ): media ponderata dei

tassi overnight sui prestiti non garantiti negoziati sul mercato interbancario da un

gruppo di banche di primario importanza. È un tasso ex post calcolato dalla BC.

EUro InterBank Offered Rate

• Tasso Euribor ( ): tasso d’interesse al

quale una banca di primaria importanza offre, ad un’altra banca del medesimo

standing ex ante

, di raccogliere depositi a tempo nell’area dell’Euro. È un tasso

calcolato da imprese senza obblighi di politica monetaria.

Tassi di interesse della Bce e tassi di mercato monetario

valori % in ragione d’anno, dati giornalieri

( )

= tasso di rifinanziamento principale

= tasso sui depositi presso la Banca Centrale

= tasso min. offerta operazioni di rifinanziamento marginali

= Euribor a 3 mesi

Rapporto annuale 2007

Fonte: Bce, : 18 (Nota: per le operazioni regolate prima del 28 giugno 2000 il tasso sulle

operazioni di rifinanziamento principali è quello applicato nelle aste a tasso fisso, mentre per le operazioni regolate

dopo questa data viene riportato il tasso minimo di offerta delle aste a tasso variabile)

Tassi ufficiali delle operazioni dell’Eurosistema

Tasso partecipazione op.ni Tasso operazioni su iniziativa delle controparti

standing facilities

rif.to principali (*) ( )

Tasso deposito Tasso op.ni

overnight rif.to marginale

Data inizio Data inizio

validità validità

3,75 15/10/2008 3,25 4,25 09/10/2008

4,00 13/06/2007 3,00 5,00 13/06/2007

3,75 14/03/2007 2,75 4,75 14/03/2007

3,50 13/12/2006 2,50 4,50 13/12/2006

3,25 11/10/2006 2,25 4,25 11/10/2006

… … … … …

2,25 06/12/2005 1,25 3,25 06/12/2005

2,00 09/06/2003 1,00 3,00 06/06/2003

2,50 12/03/2003 1,50 3,50 07/03/2003

2,75 11/12/2002 1,75 3,75 06/12/2002

Il processo di trasmissione della politica monetaria

L R O

A ISERVA BBLIGATORIA

D L (RO )

I IQUIDITÀ B

EIF - A.A. 2008/2009

Gli aggregati monetari: M1 – M2 – M3

p/t + bond scad. orig. < 24 mesi

+ quote di fondi monetari

+ strumenti di mercato monetario

depositi con scadenza < 24 mesi

“strumenti

finanziari” M3

M2

Moneta bancaria

pagamenti da regolare M1

B.M.

pagamenti regolati 30

EIF - A.A. 2008/2009

Riserva OBbligatoria di liquidità

• OBIETTIVI del SEBC:

– a) controllare la liquidità del sistema;

– b) stabilizzare i tassi (dal mercato monetario al mercato

del credito).

• FUNZIONAMENTO: tramite il sistema dei pagamenti (BI-Rel

e Target)

• ADEMPIMENTO: utilizzo della mobilizzazione infragiornaliera

(possibile una banca intermediaria)

• La BCE fissa:

– aliquote

– aggregati di riferimento

– periodi di mantenimento 31

EIF - A.A. 2008/2009

Governare la ROB per governare la MONETA

La ROb:

1. è un debito a vista della BCE

2. è la parte prevalente della base monetaria = R )

3. vincola la riserva totale di ogni banca (ROb+R

lib disponibile

4. influisce sul moltiplicatore dei depositi (moneta bancaria)

5. influisce sul volume di moneta bancaria.

È il fulcro del governo di M1

B.M.

M1 raccolta

Moneta soggetta:

bancaria ROb = 2%

M2 depositi < 24 mesi

Titoli di debito scadenza originaria < 24 mesi raccolta

M3 altri strumenti di mercato monetario soggetta:

ROb = 0%

32

EIF - A.A. 2008/2009

La Riserva Obbligatoria (ROb)

• La BCE richiede agli istituti di credito di detenere RISERVE su conti

costituiti presso le banche centrali nazionali nell’ambito del quadro

dell’Eurosistema.

del regime di riserva obbligatoria

• L’ammontare di riserva obbligatoria che ciascuna istituzione deve

detenere è determinato in relazione all’aggregato soggetto a

riserva.

• Il regime di riserva obbligatoria dell’Eurosistema consente alle

controparti di fare ricorso alla mobilizzazione della riserva

obbligatoria: il rispetto dell’obbligo di riserva è determinato in

base alla media dei saldi di fine giornata, riferita a un periodo di

mantenimento, dei conti di riserva delle controparti.

• L’ammontare della riserva obbligatoria detenuta dalle istituzioni è

al tasso delle operazioni di rifinanziamento principali

remunerato

dell’Eurosistema. 33

EIF - A.A. 2008/2009

ROb: obiettivi di politica monetaria

• Stabilizzazione dei tassi di interesse del mercato

monetario: la mobilizzazione della ROb è volta a favorire la

stabilizzazione dei tassi di interesse del mercato monetario,

incentivando le istituzioni ad attenuare gli effetti di

variazioni temporanee di liquidità.

• Creazione o aumento del fabbisogno strutturale di

liquidità: il regime della ROb contribuisce alla creazione o

all’aumento del fabbisogno strutturale di liquidità degli

istituti di credito. Ciò può essere utile al fine di migliorare la

capacità dell’Eurosistema di agire efficientemente sulle

condizioni di offerta di liquidità. 34

EIF - A.A. 2008/2009

ROb: Aggregato soggetto e aliquote di Riserva

AGGREGATO SOGGETTO A RISERVA E ALIQUOTE DI RISERVA

A. Passività incluse nell’aggregato soggetto a riserva alle quali si applica un’aliquota

di riserva positiva

Depositi:

• Depositi a vista

• Depositi con scadenza predeterminata fino a due anni

• Depositi rimborsabili con preavviso fino a due anni

Titoli di debito

• Titoli di debito con scadenza originaria fino a due anni

B. Passività incluse nell’aggregato soggetto a riserva alle quali si applica un’aliquota

di riserva pari a zero

Depositi

• Depositi con scadenza predeterminata di oltre due anni

• Depositi rimborsabili con preavviso di oltre due anni

• Pronti contro termine

Titoli di debito

• Titoli di debito con scadenza originaria superiore a 2 anni

C. Passività escluse dall’aggregato soggetto a riserva

• Passività nei confronti delle altre istituzioni soggette al regime di riserva obbligatoria

dell’Eurosistema

• Passività nei confronti della BCE e delle banche centrali nazionali 35

Riserve delle banche

• BASE MONETARIA

– Circolante

– Depositi presso BC +

• RISERVE BANCARIE DI LIQUIDITÀ

stand by

– Conti interbancari (linee di credito )

– Titoli di largo mercato

(LIQUIDABILI: prontamente ed

economicamente vendibili) 36

EIF - A.A. 2008/2009

Riserve libere e Attivo

Attivo 31.12.XX Passivo

10. Cassa e ROB (deposito c/o BCE)

• HfT

• 20. AF detenute per la negoziazione ( )

fair value

• 30. AF valutate al

• AfS

40. AF disponibili per la vendita ( )

HtM

• 50. AF detenute sino alla scadenza ( )

-----------------------------------------------

• 60. Crediti verso banche

• 70. Crediti verso clientela

• 80. Derivati di copertura

• … … …

• 100. Partecipazioni

• 110. Attività materiali

• … … … 37

EIF - A.A. 2008/2009

ROb: fondo

• ROb STOCK = (2% Racc + 0% Racc ) - 100mila €

1 2

• ROb FLUSSI = 100% dell’ammontare del conto

mobilizzabile quotidianamente

• ROb dovuta: versamenti e prelievi in “contanti” (base

monetaria)

• Racc = Racc = ammontare, a fine mese di riferimento, di

1 s

tutti i debiti con scadenza originaria < 24 mesi (compresi

overnight e c/c) + depositi rimborsabili con preavviso e

money market paper

• ESCLUSI: depositi di BCE, di BCN e di B soggette (es. conti

interbancari) 38

EIF - A.A. 2008/2009

ROb Raccolta soggetta

versus

A ultimo giorno del mese P

Raccolta soggetta

• 10. Cassa e ROb 1

(aliquota 2%)

(deposito c/o BCE) Raccolta soggetta

2

(aliquota 0%)

Σ≠Σ

ROb = stock di riserva dovuta (R )

D 39

EIF - A.A. 2008/2009

ROb: computo

R = (2 % Racc ) - 100mila €

D S

• Racc = Racc a fine mese di riferimento (ultimo giorno del

s s

mese)

• T = periodo di mantenimento: da i+1 a i

1 2

T

i i+1 i

1 1 2

30

31

• R = 2% Racc a fine mese

D s

media

R = saldi contabili quotidiani del conto ROb

D 40

EIF - A.A. 2008/2009

ROB: Conto di Riserva

A periodo di mantenimento P

versamenti, nel mese, per

utilizzi (prelievi), nel mese, integrare le risorse mobilizzate

del margine di

mobilizzazione

della ROb (100% di R )

D ∑ ≠ ∑ quotidianamente

∑ ≡ ∑ mediamente in T

La media dei saldi contabili quotidiani (da i+1 a i) del

1 2

“Conto” deve essere uguale a R

D 41

EIF - A.A. 2008/2009

ROb: rendimento

R = remunerazione

t t

= ammontare di ROb media nel mese di mantenimento ( )

H t t

= giorni di calendario di T ( )

n t = tasso di remunerazione della ROb per il periodo di

r

t t

mantenimento .

= tasso di interesse marginale della più recente operazione di

MR

i i-

rifinanziamento principale regolata nell’ esimo giorno di calendario o

prima.

i -esimo giorno i+1 i

1 2

× × n MR

t

H n r =

= i

t t t r

R t

×

t n

100 360 =

1

i t

Somme > H = non remunerate

t 42

EIF - A.A. 2008/2009

Calendario della procedura di conferma della ROb 43

EIF - A.A. 2008/2009

ROb: flussi (calendario 2009)

15/01 21/01 05/02 10/02 11/02 05/03 10/03 11/03 02/04 07/04 08/04 07/05

g f m a

Td Tg Tf

Tn Racc Racc

Racc dicembre08 gennaio09

novembre08

Racc - Racc = Racc per T R

n o s novembre08 Dnovembre08

Racc - Racc = Racc per T R Ddicembre08

d n s dicembre08 R

Racc - Racc = Racc per T Dgennaio09

g d s gennaio09

Osservazioni: a) non c’è soluzione di continuità

b) la raccolta soggetta varia di poco

c) le previsioni sono relativamente facili 44

ROb: Conto di Riserva

A periodo di mantenimento P

utilizzi infragiornalieri, nel versamenti infragiornalieri, nel

mese di mantenimento, del mese di mantenimento, per

margine di mobilizzazione integrare le risorse mobilizzate

)

della ROb (100% di R

D

∑ ≠ ∑ saldi quotidiano

∑ ∑

≤ saldi infragiornalieri

∑ ≡ ∑ mediamente in T

se c’è bisogno di liquidità si accede ad una anticipazione

infragiornaliera su un conto apposito 45

EIF - A.A. 2008/2009

ROB: inadempienze

• Inadempimento nel T: media dei saldi contabili di fine

giornata del Conto Riserva < R

D

carry-over

• Sanzioni : penalizzazione vs. (compensazione –

FED)

• In BCE penalizzazioni:

– costituzione deposito infruttifero: importo max triplo

dell’inadempienza; periodo max uguale ai giorni di inadempienza;

– pagamento penale calcolata applicando all’inadempimento: tasso

rifinanziamento marginale + max 5%; max 2 volte tasso

rifinanziamento marginale;

– sospensione accesso alle operazioni su iniziativa delle

controparti o alle operazioni di mercato aperto. 46

EIF - A.A. 2008/2009

Banca d’Italia: Tassi di interesse per la ROb

(*) Il tasso di remunerazione è pari al

valore medio nel periodo di

mantenimento dei tassi marginali delle

operazioni di rifinanziamento principali

del SEBC, ponderato per il numero dei

giorni di calendario. Nel caso in cui nello

stesso giorno venga

effettuata più di una operazione di

rifinanziamento principale, si utilizza una

media semplice dei tassi marginali delle

operazioni effettuate in parallelo.

(**) Il tasso delle sanzioni per

inadempienze agli obblighi di riserva è

pari al valore medio nel periodo di

mantenimento dei tassi delle operazioni

di rifinanziamento marginale, ponderato

per il numero dei giorni di calendario,

con una maggiorazione di 2,5 punti

percentuali. 47

EIF - A.A. 2008/2009

L M

A ONETA

B ANCARIA 48

EIF - A.A. 2008/2009

Gli aggregati monetari: M1 – M2 – M3

p/t + bond scad. orig. < 24 mesi

+ quote di fondi monetari

+ strumenti di mercato monetario

depositi con scadenza < 24 mesi

strumenti

finanziari M3

pagamenti da M2

Moneta bancaria

regolare M1

B.M.

pagamenti regolati 49

EIF - A.A. 2008/2009

Definizioni fondamentali

• La MONETA BANCARIA è rappresentata dai debiti a vista delle

banche, intesi come passività rappresentate dai c/c emessi da

aziende (banche), in contropartita con i depositanti.

• È una modalità di aggregazione dei mezzi di pagamento.

la base monetaria come mezzo di pagamento (tutte le

• Sostituisce

volte che viene acceso un deposito in c/c tramite versamento di

base monetaria).

la base monetaria tutte le volte che le banche accordano

• Integra

prestiti la cui utilizzazione passa attraverso il c/c (assegni e

bonifici) e che i prenditori di tali strumenti vanno ad alimentare i

depositi in c/c.

• È la circolazione dei fondi a fronte dei prestiti utilizzati dalla

clientela a determinare la formazione e la crescita della moneta

bancaria. 50

EIF - A.A. 2008/2009


PAGINE

62

PESO

1.14 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Macroeconomia della professoressa Anna Soci. Trattasi di slides a cura del docente all'interno delle quali sono affrontati i seguenti argomenti: la politica monetaria e le riserve; il moltiplicatore dei depositi ed il moltiplicatore della moneta; i target monetari della Banca Centrale Europea (BCE).


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia e finanza
SSD:
Università: Padova - Unipd
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Economia degli Intermediari Finanziari e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Padova - Unipd o del prof Baldan Cinzia.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in economia e finanza

Basic of international trade and finance, International finance
Appunto
Lezioni, Pagamenti internazionali
Appunto