Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La transizione: critiche al paradigma standard

“reversibilità”: non tutti i processi sono reversibili e l’eredità

istituzionale di ciascun paese ha un ruolo nell’identificare il percorso

di transizione fra i vari possibili

“universalità”: la presenza di “fallimenti del mercato” e la possibilità di

co-evoluzione di modalità differenti di coordinamento (cooperativo,

di mercato ecc.) non rende consigliabile di rimpiazzare tutti i vecchi

meccanismi di coordinamento ma di riorganizzare gli uni in rapporto

agli altri per garantire un migliore livello di vita delle popolazioni

“uniformità” : le istituzioni esercitano un forte impatto sui percorsi di

sviluppo ed il contesto istituzionale vincola il processo di transizione

(non esiste dunque una via soltanto alla transizione ma diverse

tipologie)

“disorganizzazione” : pur riconoscendo la complessità del processo di

transizione non si ritiene necessaria l’adozione di terapie shock

(meglio terapie di medio-lungo periodo)

P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

Gli Assi della riforma nel paradigma non

standard restano gli stessi ma profondamente rivisitati

Rimane indispensabile ma da accompagnare con interventi pubblici.. Non è

necessariamente un bene se troppo affrettata o rallentata, soggetta a trade off temporale

LIBERALIZZAZIONE

Sostenibilità Sostenibilità

Finanziaria politica

STABILIZZAZIONE RISTRUTTURAZIONE

Criticata le esperienze di

Eccessiva enfasi su aggiustamento

macro, scarsa attenzione alle “privatizzazione selvaggia”,

Efficienza

determinanti degli squilibri, mancata maggiore selezione degli

interventi, maggiore

considerazione delle conseguenze attenzione all’obiettivo di

socio economiche, maggiore

attenzione alle politiche di sostegno riformare le basi legali del

mercato

produzione e riforme sistemi fiscali P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

Il dibattito concentrato su 4 dimensioni della transizione

“Sequenza”: Democracy or Market first?

“Comprensività”:valutare l’opportunità di sostituire tutti i

meccanismi delle economie pianificatie (in base a ipotesi di

reversibilità) o di studiare caso per caso modelli diversi di

coordinamento

“Successione” : quale precedenza dare fra liberalizzazione,

stabilizzazione e ristrutturazione?

“Velocità” : strategia del big bang (massa critiche di riforme per

rendere irreversibile il processo) o approccio graduale (attivando

“generazioni” diverse di riforme nel tempo)

P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

Analisi comparativa dei paradigmi della transizione

PARADIGMA PARADIGMA ALTERNATIVA

STANDARD NON STANDARD ASIATICA

Sequenza Democrazia prima Democrazia prima Mercato prima

Comprensività Stato minimo, mercato Stato attivo Stato attivo

massimo

Successione Stabilizzazione e Ristrutturazione Ristrutturazione istituzionale

liberalizzazione prima istituzionale prima prima

Velocità Rapida Lenta Lenta

Fonte: Elaborazione da Nørgaard, 2000

z P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

La curva ad U della transizione

120

100

80

60

40 1990 1991 1992 1993 1994 1995 1996 1997 1998 1999 2000 2001

CEECs 7 Baltic Other European

P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

Elementi della “Transizione” economica:

recessione strutturale?

Trattasi di una recessione economica (-30% per Estonia, Bulgaria, Romania

†

nel periodo 89-92) mai verificatasi nella storia economica europea in tempo di

pace. Mundell la paragona alla grande peste del XIV secolo (Mundell 1995).

Spiegazioni alternative:

Teoria dell’“illusione statistica”: l’indicatore di partenza non è certo (stime

†

USA e Ue divergono significativamente). Il dato rischia di essere sovrastimato

(frutto di dati statistici dei Piani in base ai quali i dirigenti socialisti ricevevano

premi e riconoscimenti) ma anche sottostimato (negli anni Ottanta Gorbaciov

parlava apertamente di recessione dell’economia socialista e tutto il settore

settore informale

privato era considerato e non figurava nei Piani)

In base ai dati ufficiali anche i salari reali sono crollati in tutti i paesi Peco

†

dopo l’89. Attenzione !!: l’economia pianificata era un’economia di prezzi fissi e

determinati ex-ante dal Piano. Una stima dell’inflazione nell’economia

pianificata si avrebbe misurando l’entità del risparmio forzato legato alla

cronica penuria di merci (la produzione a valore aggiunto negativo era molto

diffusa ed ai prezzi stabiliti i produttori preferivano spesso non produrre)

P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

Elementi della “Transizione” economica:

recessione strutturale?

Teoria della “deflazione”. L’impennata dell’inflazione all’avvio della

†

transizione (deprezzamento valute nazionali e adeguamento dei prezzi

interni ai più elevati prezzi internazionali) ha reso necessaria l’adozione di

politiche deflazionistiche (contrazione dei consumi, degli investimenti, della

spesa pubblica)

Teoria del Credit Crunch. A causa degli alti deficit pubblici,

†

dell’inflazione e delle politiche di “stabilizzazione” legate alla politica del

Washington Consensus , le autorità di politica monetaria furono forzate a

mantenere i tassi di interesse reali a un livello eccessivamente elevato (le

imprese hanno instaurato un sistema parallelo di debiti e crediti reciproci)

Teoria degli shocks esterni. Il crollo dell’URSS e la dissoluzione del

†

Comecon hanno determinato 4 fattori di recessione: peggioramento dei

terms of trade intra-area, aumento delle barriere al commercio intra-

regionale, contrazione dei tradizionali mercati di sbocco, aumento dei prezzi

del greggio. P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”

La recessione da trasformazione

(Kornai 1994)

Nuova fattispecie recessiva, diversa dalle ctg fino ad allora

†

elaborate dalla teoria economica: la recessione economica è una

conseguenza del processo di riforma (gli adattamenti sono lenti).

Elemento comune: passaggio da una situazione caratterizzata da

†

eccesso di domanda ad una situazione di contrazione della domanda

(e di qui selezione delle imprese e riduzione della produzione)

La “recessione da trasformazione” è assimilata ad un processo

†

shumpeteriano di “distruzione creativa” con caratteristiche simili al

processo evolutivo che si realizza durante un normale ciclo

capitalistico

Tale recessione ha comportato risultati catastrofici di natura

†

sociale (la % di poveri è passata nei PECO dal 4% del 1989 al 45%

della pop. totale nel periodo 1993-95 oltre al peggioramento

registrato nei valori relativi all’HDI ed all’aumento del coefficiente

di GINI (aumento della sperequazione dei redditi)

P. Montalbano 2009 – Sapienza Università di Roma

Pierluigi Montalbano – Università di Roma “La Sapienza”


PAGINE

18

PESO

193.76 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico per il corso di Politica Economica Internazionale del Prof. Pierluigi Montalbano riguardante i seguenti argomenti: la transizione all'economia di mercato seguita al crollo dell'Unione Sovietica; analisi e valutazione del "paradigma standard" (liberalizzazione, stabilizzazione, ristrutturazione), del paradigma non-standard dell'alternativa asiatica; la recessione da trasformazione; elementi del crollo del COMECON.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in cooperazione internazionale e sviluppo
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Politica economica internazionale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Montalbano Pierluigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Politica economica internazionale

Politica Economica Internazionale
Dispensa
Coordinamento internazionale della politica economica
Dispensa
Steve Jobs - discorso alla Stanford 2011
Dispensa
Commercio internazionale e globalizzazione
Dispensa