Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

UNITÀ 3 Platone

11 Platone, L’allegoria della caverna

Lezione «È chiaro» disse «che a quel punto giungerebbe a queste conclusioni.»

«Ma allora, ricordando la sua precedente dimora e il sapere di laggiù e i suoi

Vorrebbe allora

tornare a liberare compagni di prigionia, non credi che sarebbe felice del proprio mutamento di

gli altri dalle false condizione, e compiangerebbe gli altri?»

credenze, dagli onori

e dalle lodi infondati «Certo.»

«Quanto poi agli eventuali onori e lodi che i prigionieri si tributavano recipro-

camente, quanto ai premi conferiti a chi scorgeva più acutamente le ombre che

passavano, e meglio ricordava quali di solito venivano prime, quali ultime e quali

contemporaneamente, e su questa base indovinava più efficacemente il futuro

passaggio, pensi che egli sarebbe ancora desideroso di ottenerli e invidioso di

quelli che ricevono onori e potere fra i prigionieri, o piuttosto, condividendo quel

che dice Omero, preferirebbe di molto “esser bifolco, servire un padrone, un di-

seredato” , e sopportare qualsiasi prova pur di non opinare quelle cose e vivere

1

quella vita?»

«Così» disse «credo anch’io: tutto accetterebbe di soffrire piuttosto che vivere in

quel modo.»

«Rifletti ancora su questo» dissi io. «Se costui, ridisceso, si sedesse di nuovo al suo

Tornato

nella caverna, posto, non avrebbe forse gli occhi colmi di oscurità, venendo di colpo dal sole?»

nessuno «Certo» disse.

gli crederebbe,

e, se li forzasse «Ma se dovesse di nuovo discernere quelle ombre e disputarne con quelli che

a guardare in su, son sempre rimasti in catene, mentre vede male perché i suoi occhi non si sono

lo ucciderebbero ancora assuefatti, ciò che richiederebbe un tempo non breve, non si renderebbe

forse ridicolo, non si direbbe di lui che, salito quassù, ne è tornato con gli occhi

rovinati, e dunque non val la pena neppure di tentare l’ascesa? e chi provasse a

scioglierli e a guidarli verso l’alto, appena potessero afferrarlo e ucciderlo, non lo

ucciderebbero?»

«Sicuramente» disse.

«Quest’immagine pertanto, caro Glaucone» io dissi, «va applicata tutta intera a quel

Spiegazione

dell’allegoria in base che dicevamo prima: la regione che ci appare tramite la vista è da paragonare

alla metafora alla dimora dei prigionieri, la luce del fuoco che sta in essa alla potenza del sole;

del Sole-idea

del buono ponendo poi la salita quassù e la contemplazione di quel che vi è quassù come

l’ascesa dell’anima verso il luogo del noetico non t’ingannerai sulla mia aspettati-

va, dal momento che vuoi conoscerla. Dio solo sa se essa può esser vera. Questo

è comunque quel che a me appare: all’estremo confine del conoscibile v’è l’idea

del buono e la si vede a stento, ma una volta vistala occorre concludere che essa

è davvero sempre la causa di tutto ciò che vi è di retto e di bello, avendo generato

nel luogo del visibile la luce e il suo signore, in quello del noetico essendo essa

stessa signora e dispensatrice di verità e di pensiero; e che deve averla vista chi

intenda agire saggiamente sia nella vita privata sia in quella pubblica.»

«Sono d’accordo anch’io» disse, «almeno come mi è possibile.»

«Su, allora» dissi io: «convieni anche su questo fatto, che non c’è da sorprendersi se

Chi vede la verità non

desidera occuparsi chi è giunto fino a tal punto non voglia poi occuparsi delle faccende degli uomini,

ancora di ombre e la sua anima aspiri sempre a restare lassù: è in effetti del tutto verosimile che sia

così, se anche questo sta nel modo descritto dalla nostra immagine.»

«Verosimile, certo» disse.

Omero, libro XI, v. 489.

Odissea,

1. Lezioni di storia della filosofia

De Luise, Farinetti, © Zanichelli editore 2010


PAGINE

4

PESO

92.21 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in cooperazione, sviluppo e diritti umani (Facoltà di Giurisprudenza, Scienze Politiche e di Scienze statistiche)
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2007-2008

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Diritti umani nella globalizzazione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Bori Pier Cesare.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!