Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Ciclo vitale - definizioni

Ciclo biologico (o vitale): si articola nelle fasi di

crescita, sviluppo e riproduzione del parassita, e

procede in uno o più ospiti a seconda della specie

del parassita.

Fase (stadio) infettiva: fase in cui il parassita può

invadere il corpo umano e vivere al suo interno.

Percorso infettivo: via di ingresso attraverso cui il

parassita invade il corpo umano.

Modalità infettiva: modalità attraverso cui il parassita

invade il corpo umano.

Alternanza di generazione: nel ciclo biologico di

alcuni parassiti si assiste ad una regolare alternanza di

riproduzioni sessuate ed asessuate (Plasmodium

vivax).

Ciclo vitale - classificazione

Ciclo vitale diretto: quelli che coinvolgono un solo

ospite.

Ciclo vitale indiretto: quelli che coinvolgono uno o più

ospiti intermedi.

Trasmissione orizzontale: il parassita si trasmette da un

ospite infetto ad altri membri della popolazione

conviventi

Trasmissione verticale (infrequente): il parassita si

trasmette da un ospite ai suoi figli (alcuni protozoi

nelle zecche spp.; in rapporto con le abitudini

Babesia

alimentari di quest'ultima).

Trasmissione mista: sia orizzontale che verticale.

Zoonosi: malattie animali trasmesse all’uomo.

Vettore (carrier)

In senso lato, per vettore si

intende qualsiasi cosa o essere

vivente che permette il

trasporto o la trasmissione di

un agente patogeno.

In senso stretto, il vettore è un animale/individuo che alberga

il parassita in maniera asintomatica; importante sorgente di

infezione in epidemiologia.

Fattori che regolano la

distribuzione geografica

(endemicità) delle parassitosi

1. Presenza di un ospite adatto

2. Abitudini dell’ospite

3. Uscita (disseminazione) dall’ospite

4. Condizioni ambientali (al di fuori dell’ospite)

favorevoli al parassita od al vettore

5. Condizioni socio-economiche

Introduzione ai

Protozoi di interesse umano

Giovanni Di Bonaventura, PhD

Università “G. d’Annunzio”, Chieti

Protozoi

Struttura

Regno: Protista

Phylum: Protozoa

– Phylum: (granchi, vermi, zecche e simili)

Metazoa

Organismi Eucarioti (animali più primitivi)

Esistono circa 60.000 specie viventi, ma solo alcune sono

patogene per l’uomo

Colonizzano tutti gli habitat umidi (acque, terreno)

Generalmente unicellulari

Dimensioni eterogenee: da 2 a 5.000 µm

Struttura piuttosto complessa: ectoplasma, endoplasma,

nucleo vescicolare o compatto

Motilità mediante cilia, flagelli, pseudopodi

Protozoi

Fisiologia e Replicazione

Non esigenti dal punto di vista nutritivo: richiesta di sostanze

organiche preformate (chemioeterotrofi).

Nutrizione olozoica (come negli animali superiori). Assimilazione per:

pinocitosi (liquidi) o fagocitosi (particolato) (amebe, ameboflagellati)

– citostoma o peristoma (flagellati, ciliati)

Materiale di riserva: glicogeno, lipidi, amido

Generalmente anaerobi facoltativi

Molti conducono vita libera, la cui distribuzione è influenzata da

[NaCl], pH, [O ], temperatura

2

La forma di riproduzione più comune è di tipo asessuata:

scissione binaria: una cellula si divide in due cellule figlie

– scissione multipla (schizogonia): divisioni multiple del nucleo, quindi

– segregazione dei nuclei nelle cellule figlie

gemmazione: estroflessione della cellula madre e distacco

Nel phylum e sono rappresentate sia la

Apicomplexa Ciliophora

riproduzione asessuata che sessuata (sporogonia o gametogonia)

Protozoi

Ciclo biologico

Importanza dello studio del ciclo biologico: controllo,

trattamento, epidemiologia, evoluzione, ricerca di base

Le fasi dei Protozoi che si nutrono e

moltiplicano attivamente vengono

trofozoiti

generalmente chiamate

In condizioni ambientali sfavorevoli,

molti Protozoi si trasformano in

cisti, dotate di una spessa parete

cellulare a protezione ambientale

del microrganismo:

le cisti ambientali sono dotate di

– una parete più resistente rispetto a

quella osservata nelle cisti tessutali

in assenza di cisti, il parassita si

– trasmette direttamente o mediante vettore

artropode

Protozoi

Classificazione

Sulla base delle caratteristiche morfologiche,

riproduttive e della motilità, i Protozoi

vengono attualmente classificati in 7

phyla, 4 dei quali di interesse medico:

Phylum: Sarcomastigophora

Subphylum: (flagellati)

Mastigophora

– Trypanosoma, Leishmania, Giardia,

Trichomonas

Subphylum: (amebe)

Sarcodina

– Entamoeba, Acanthamoeba,

Naegleria

Phylum: (Sporozoea -

Apicomplexa

formanti spore)

Plasmodium, Toxoplasma,

– Cryptosporidium, Isospora

Phylum: (ciliati)

Ciliophora

La maggior parte delle specie patogene per

Balantidium

– l’uomo appartiene ai phyla

Phylum: Microspora

Sarcomastigophora e Apicomplexa

Protozoi

Patogenesi delle malattie protozoarie

Esposizione e vie di ingresso:

1. Infezioni esogene, acquisite generalmente per ingestione

– (Giardia, o penetrazione cutanea

Entamoeba, Cryptosporidium)

(puntura di artropodi vettori) (Plasmodium, Trypanosoma)

Rilevanti dimensioni dell’inoculo e durata dell’esposizione

Adesione e replicazione:

2. Tropismo di specie e di tessuto

– Specifici recettori di superficie (adesine)

– Replicazione nell’ospite e sua colonizzazione:

– cresce a 37°C (leishmaniosi viscerale)

L. donovani

cresce a 25-30°C (infezione cutanea)

L. tropica

Danno cellulare e tessutale:

3. Liberazione di prodotti tossici (enzimi, tossine)

– Meccanismi “ostruttivi” di danno tessutale (blocco meccanico

– degli organi ad opera di elminti)

Le infezioni possono essere asintomatiche o mortali, a seconda

della specie, del ceppo e della resistenza dell’ospite


PAGINE

24

PESO

530.76 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in tecniche di laboratorio biomedico
SSD:
A.A.: 2010-2011

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Tecniche Diagnostiche in Parassitologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Di Bonaventura Giovanni.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Tecniche diagnostiche in parassitologia

Trichomonas vaginalis
Dispensa
Giardia intestinalis
Dispensa
Toxoplasma gondii
Dispensa
Emoflagellati Trypanosoma
Dispensa