Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

I metodi indiretti Agrobacterium

batterio Gram­negativo del suolo in grado di infettare numerose piante dicotiledoni

inducendo, in corrispondenza di una lesione, caratteristiche alterazioni tumorali

La virulenza di questi batteri è associata alla presenza di grossi plasmidi, cioè molecole di

DNA autonome ed indipendenti dal resto del genoma

un frammento di DNA batterico (T­DNA) viene trasferito dal batterio alla cellula vegetale

e si integra STABILMENTE nel genoma della pianta, inducendo nelle piante infettate le

caratteristiche modificazioni morfologiche e differenziative.

3 4

2

1 Infezione di Agrobacterium

e insorgenza della sindrome tumorale

Il meccanismo del trasferimento del T­DNA

Il contatto cellulare è mediato dalla interazione di proteine

batteriche di adesione superficiale con specifici recettori della

cellula vegetale. Le proteine di Agrobacterium implicate

nell'ancoraggio alla cellula vegetale sono codificate dai geni

chv, mentre i recettori vegetali sono proteine vitronectina­

like.

• I geni vir portano alla produzione di una copia a singolo filamento del T­DNA, T­strand,

complementare al filamento codificante del T­DNA. Il T­strand a singolo filamento viene exciso,

ed il T­DNA, dsDNA, è ricostituito ad opera del sistema di riparo della cellula batterica.

• Il T­strand ssDNA viene ricoperto da ss­binding proteins che lo proteggono dall'attacco di

proteasi e gli conferiscono una forma bastoncellare che ne facilita l'ingresso nella cellula vegetale

utilizzando un pilus formato dall'assemblagio di proteine codificate dal batterio.

• L'intero processo di attraversamento del canale richiede energia fornita da attivita' ATPasica

batterica.

• La traslocazione del complesso T­strand­proteine al nucleo sembra essere mediato sia da VirD2

che da VirE2. Entrambe le proteine batteriche presentano il Nuclear Localization Signals (NLS).

Dopo aver raggiunto la membrana nucleare vegetale il complesso T­strand­proteine entra nel

nucleo e il T­strand si integra casualmente e stabilmente nel genoma vegetale.

Segnali polifenolici nella pianta

VirA

VirG Recettori veetali

vitronectina­like

VirB

VirE2

La sindrome crown gall

Il T­DNA integrato nelle cellule vegetali presenta tre classi di geni:

• geni che codificano per l’ormone vegetale auxina

• il gene che codifica per l’ormone vegetale citochinina

• geni che sintetizzano degli zuccheri coniugati ad aminoacidi detti opine

I fitormoni aux e ck sono sintetizzati utilizzando vie metaboliche di origine batterica. Queste

attività enzimatiche permettono la proliferazione delle cellule vegetali trasformate. Le cellule

trasformate sintetizzano anche le opine, che gli Agrobatteri utilizzano come fonte di energia, e

queste tre classi di geni costituiscono un sistema che favorisce selettivamente la crescita di

A.tumefaciens.


PAGINE

14

PESO

714.51 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in biotecnologie
SSD:
Università: L'Aquila - Univaq
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di GENETICA VEGETALE e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università L'Aquila - Univaq o del prof Poma Anna Maria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Genetica vegetale

Mendel - Studi sui caratteri ereditari
Dispensa
OGM - Organismi geneticamente modificati
Dispensa
Ingegneria genetica vegetale
Dispensa
Polimorfismo e variabilità genetica
Dispensa