Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Conto economico

Merci c/acquisti Merci c/vendite

Merci c/vendite

Merci c/acquisti

(2)100.000 120.000 (3)

100.000 (S) 120.000

100.000 (S)120.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 100.000

Merci c/acquisti A 100.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/vendite D 120.000

Conto economico A 120.000

8

Utile di esercizio

Conto economico

Merci c/vendite

Merci c/acquisti 20.000

120.000

100.000

(S) 20.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 20.000

Utile d’esercizio A 20.000

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 120.000

Merci c/acquisti 100.000

Utile di esercizio 20.000 Tot. Ricavi 120.000

Tot. Costi 120.000 9

Risultato extra-contabile

Ricavi delle 8 unità vendute (di competenza economica) € 120.000

Costo delle 8 unità vendute (di competenza economica)

ossia “Costo del venduto” € 80.000

Utile di esercizio € 40.000

Risultato contabile

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 120.000

Merci c/acquisti 100.000

Utile di esercizio 20.000 Tot. Ricavi 120.000

Tot. Costi 120.000 10

Come possiamo notare, l’utile che si ottiene extracontabilmente (€

40.000) è diverso dall’utile ottenuto procedendo con la metodologia

della partita doppia (€ 20.000).

In verità, la contabilità in partita doppia contiene un errore, in

quanto abbiamo chiuso, nel Conto economico, il conto Merci c/acquisti,

che fa riferimento ai costi di tutte le merci acquistate (€ 100.000) e non al

costo delle merci vendute nel periodo (n. 8 unità per complessivi €

80.000).

In altre parole il Conto economico accoglie due valori tra loro

eterogenei e non confrontabili, in quanto si riferiscono ad unità di merci

differenti, ossia:

1) il conto merci c/acquisti, che accoglie i costi relativi a 10 unità;

2) il conto merci c/vendite, che fa riferimento a 8 unità.

Per rendere confrontabili i due valori bisognerà correggere il valore

degli acquisti in modo che essi rappresentino il costo delle merci riferite

alle stesse unità vendute che, come noto, è pari a € 80.000.

La rettifica del conto c/acquisti” per il valore delle

“Merci “stornare”

rimanenze, può essere fatta con due modalità: rettifica diretta e rettifica

indiretta. 11

Rettifica diretta:

Consiste nel rettificare il conto Merci c/acquisti del valore delle unità

• non utilizzate per la vendita e, quindi, in rimanenza al 31 Dicembre;

Modalità della rettifica:

La rettifica viene effettuata scrivendo il valore delle rimanenze nella

• sezione avere del conto acquisti e, per contropartita, nel dare del conto

Merci in rimanenza, che è un conto di capitale;

Tale scrittura e, quindi, la rettifica diretta si può fare solo prima della

• chiusura degli acquisti nel Conto economico.

Merci in rimanenza Merci c/acquisti

(Stato patrimoniale)

20.000 (2)100.000 20.000

80.000

COMPONENTE

DEL REDDITO 20.000

COMPONENTE

DEL CAPITALE DARE AVERE

31/12/20X0

Merci in rimanenza D 20.000 12

Merci c/acquisti A 20.000

Effettuata la rettifica, otteniamo due risultati:

1) il conto merci c/acquisti esprime, con il suo saldo (€ 80.000), il costo

delle 8 unità vendute e può, quindi, essere confrontato con il ricavo

delle 8 unità vendute (€ 120.000), ai fini del calcolo dell’utile di

esercizio (€ 40.000);

2) il costo delle 2 unità non vendute, e non utilizzate, (€ 20.000),

inizialmente rilevate nel conto acquisti, riacquista la natura di conto

attivo dello Stato patrimoniale e viene quindi chiuso tra le attività

di tale conto. 13

Conto economico

Merci c/acquisti Merci c/vendite

(2)100.000 Merci c/acquisti Merci c/vendite 120.000 (3)

20.000 (S)120.000

80.000 120.000

80.000 (S) DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 80.000

Merci c/acquisti A 80.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/vendite D 120.000

Conto economico A 120.000

14

Conto economico Utile di esercizio

Merci c/acquisti Merci c/vendite 40.000

80.000 120.000

(S) 40.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 40.000

Utile d’esercizio A 40.000

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 120.000

Merci c/acquisti 80.000

Utile di esercizio 40.000 Tot. Ricavi 120.000

Tot. Costi 120.000 15

Risultato extra-contabile

Ricavi delle 8 unità vendute (di competenza economica) € 120.000

Costo delle 8 unità vendute (di competenza economica)

ossia “Costo del venduto” € 80.000

Utile di esercizio € 40.000

Risultato contabile

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 120.000

Merci c/acquisti 80.000

Utile di esercizio 40.000 Tot. Ricavi 120.000

Tot. Costi 120.000 16

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci in rimanenza 20.000 Utile di esercizio 40.000

Debiti di funz (v/for.ri) 100.000

Tot. Inv.ti 240.000 Tot. Fonti 240.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

Merci c/acquisti 80.000 Vendite di merci 120.000

Utile di esercizio 40.000

Tot. a pareggio 120.000 Tot. comp. positivi 120.000

Fatte le rettifiche del Conto economico, resta il problema di ordine

contabile di traghettare le rimanenze da questo periodo a quello

successivo; questo compito viene affidato allo Stato patrimoniale, dove

le rimanenze vengono “parcheggiate” ed indicate nelle attività, in attesa

che nel successivo periodo riacquistino la natura di conti di reddito. 17

Rettifica indiretta:

Consiste nel rettificare, appunto indirettamente, il conto Merci

• c/acquisti del valore delle unità non utilizzate per la vendita e, quindi, in

rimanenza al 31 Dicembre;

Modalità della rettifica:

1) il valore delle rimanenze viene rilevato nella sezione avere di un conto

diverso dagli acquisti che si chiama Merci c/rimanenze finali e, per

contropartita, nel dare del conto Merci in rimanenza, che è un conto di

capitale;

2) il conto Merci c/rimanenze finali viene, quindi, chiuso tra i componenti

positivi di reddito del Conto economico e corregge “indirettamente” il

conto Merci c/acquisti.

Tali scritture e, quindi, la rettifica indiretta si effettua solamente dopo la

• chiusura degli acquisti nel Conto economico. 18

1° passo: epilogo al Conto economico di tutti i costi e di tutti i ricavi

Conto economico

Merci c/acquisti Merci c/vendite

Merci c/acquisti Merci c/vendite

100.000 (S)

(2)100.000 120.000 (3)

(S)120.000

100.000 120.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 100.000

Merci c/acquisti A 100.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/vendite D 120.000

Conto economico A 120.000

19

Merci in rimanenza Merci c/rim.ze finali

(Stato patrimoniale)

20.000 20.000

acquisti

conto DARE AVERE

31/12/20X0

del

indiretta Merci in rimanenza D 20.000

Merci c/rimanenze finali A 20.000

Merci c/rim.ze finali Conto economico

rettifica 120.000

20.000 100.000

(S) 20.000 20.000

passo:

2° DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/rimanenze finali D 20.000

Conto economico A 20.000 20

Ripresentiamo le scritture contabili relative allo storno indiretto del costo dei FFS

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci in rimanenza D 20.000

Merci c/rimanenze finali A 20.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/rimanenze finali D 20.000

Conto economico A 20.000

Come si può notare, il Conto Merci c/rimanenze finali viene iscritto, per lo stesso

importo, prima in avere, poi in dare. Per effetto di ciò, il conto si chiude

immediatamente e la scrittura di sintesi delle due scritture è: DARE AVERE

31/12/20X0

Merci in rimanenza D 20.000

Conto economico A 20.000

Data la transitorietà del conto “Merci c/rim.ze finali” non è necessario fare due

scritture, ma fare, soltanto, quella di sintesi. 21

Conto economico Utile di esercizio

Merci c/vendite

Merci c/acquisti 40.000

120.000

100.000

(S) 40.000 Merci c/rim.ze finali

20.000 DARE AVERE

Conto economico D 40.000

Utile d’esercizio A 40.000

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 120.000

Merci c/acquisti 100.000 Merci c/rim.ze finali 20.000

Utile di esercizio 40.000 Tot. Ricavi 140.000

Tot. Costi 140.000 22

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci in rim.za 20.000 Utile di esercizio 40.000

Debiti di funz.to (v/forn.ri) 100.000

Tot. Inv.ti 240.000 Tot. Fonti 240.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 100.000 Vendite di merci 120.000

Utile di esercizio 40.000 Merci c/rim.ze finali 20.000

Tot. a pareggio 140.000 Tot. comp. positivi 140.000

Il saldo del conto Merci c/acquisti è rappresentativo del costo delle 10 unità

acquistate e viene rettificato indirettamente dal saldo del conto Merci c/rimanenze

finali; in altre parole, invece di rettificare direttamente il conto merci c/acquisti, già

chiuso al Conto economico, si aumentano i ricavi (a € 140.000) che, a questo punto,

diventano confrontabili con gli acquisti (€ 100.000).

Fatta la rettifica del Conto economico, resta il problema di ordine contabile di

traghettare le rimanenze da questo periodo a quello successivo; questo compito,

ricordiamo, viene affidato al Stato patrimoniale, dove le rimanenze vengono indicate 23

nelle attività. Conto economico (rettifica diretta)

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

Merci c/acquisti 80.000 Vendite di merci 120.000

Utile di esercizio 40.000

Tot. a pareggio 120.000 Tot. comp. positivi 120.000

Conto economico (rettifica indiretta)

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 100.000 Vendite di merci 120.000

Utile di esercizio 40.000 Merci c/rim.ze finali 20.000

Tot. a pareggio 140.000 Tot. comp. positivi 140.000 24

Storno delle rimanenze di F.F.S.

con il metodo Caramiello 25

Rettifica diretta Tavola dei valori

SEZIONE DI SINISTRA SEZIONE DI DESTRA

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci c/acquisti 100.000 Debiti di funz.to (v/fornitori) 100.000

Vendite di merci 120.000

Totale 320.000 Totale 320.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 80.000 Vendite di merci 120.000

Tot. comp. negativi 80.000 Tot. comp. positivi 120.000

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci in rim.za 20.000 Debiti di funz.to (v/fornitori) 100.000 26

Tot. Inv.ti 240.000 Tot. Fonti 200.000

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci in rimanenza 20.000 Utile di esercizio 40.000

Debiti di funz. (v/forn) 100.000

Tot. Inv.ti 240.000 Tot. Fonti 240.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

Merci c/acquisti 80.000 Vendite di merci 120.000

Utile di esercizio 40.000

Tot. a pareggio 120.000 Tot. comp. positivi 120.000 27

Rettifica indiretta - 1° passo: riporto dei valori dalla “tavola dei valori”

nello Stato patrimoniale e nel Conto economico

Tavola dei valori

SEZIONE DI SINISTRA SEZIONE DI DESTRA

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci c/acquisti 100.000 Debiti di funz.to (v/fornitori) 100.000

Vendite di merci 120.000

Totale 320.000 Totale 320.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 100.000 Vendite di merci 120.000

Tot. comp. negativi 100.000 Tot. comp. positivi 120.000

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Debiti di funz.to (v/fornitori) 100.000 28

Tot. Inv.ti 220.000 Tot. Fonti 200.000

Rettifica indiretta - 2° passo: correzione indiretta del conto acquisti

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 220.000 Capitale sociale 100.000

Merci in rim.za 20.000 Utile di esercizio 40.000

Debiti di funz.to (v/fornitori) 100.000

Tot. Inv.ti 240.000 Tot. Fonti 240.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 100.000 Vendite di merci 120.000

Utile di esercizio 40.000 Merci c/rim.ze finali 20.000

Tot. comp. negativi 140.000 Tot. comp. positivi 140.000 29

Operazioni di assestamento

(storno delle rimanenze di F.F.R.)

30

Si suppone, per semplicità, che nel dato esercizio, siano avvenute le

seguenti operazioni:

1) Costituzione di una società con versamento, da parte dei soci,

di € 120.000 in denaro;

2) Acquisto di impianti per € 50.000.

Regolamento in denaro.

3) Acquisto di 10 unità di merce a € 60.000;

Regolamento in denaro.

4) Vendita di tutte le merci (10 unità) a € 100.000

Regolamento in denaro.

Ai fini del calcolo del capitale e del reddito si tenga conto che gli

impianti potranno essere utilizzati per un periodo di 5 anni. 31

In questa breve esemplificazione abbiamo supposto che tutte le unità

delle merci acquistate siano state vendute, pertanto non si pongono

problemi di competenza economica per i costi di acquisto delle suddette

merci.

Ci soffermeremo, invece, in modo particolare, sulla partecipazione del

costo degli impianti al calcolo del reddito di periodo .

Gli impianti partecipano al calcolo del reddito di periodo per quote di

costo; siccome abbiamo ipotizzato che l’impresa utilizzerà per 5 anni i F.F.R.,

si può supporre che il consumo dell’impianto in ogni periodo sia pari ad 1/5

del costo e, quindi, nel nostro caso, pari a € 10.000 (€ 50.000/5).

Tale consumo è tecnicamente denominato ammortamento.

Pertanto, ai fini della competenza economica, il costo dei F.F.R. va diviso in

due parti:

1) la parte del costo relativo agli impianti utilizzati e consumati, per €

10.000;

2) la parte del costo relativo agli impianti non ancora utilizzati

nell’esercizio, pari a € 40.000. 32

Il primo costo (€ 10.000) è di competenza economica del periodo e va

iscritto tra i componenti negativi di reddito;

Il secondo costo (€ 40.000) non è di competenza economica, è un

componente del capitale e va rinviato a carico dei futuri periodi.

Sulla base delle seguenti premesse, possiamo determinare l’utile, che

è pari a € 30.000, come risulta dal seguente calcolo:

Ricavi di vendita delle merci 100.000

• Costo di acquisto dei fattori della produzione, rappresentati,

• nel nostro caso dal:

costo delle merci vendute 60.000

 consumo dei F.F.R.

 (detto tecnicamente ammortamento) 10.000 70.000

di esercizio 30.000

•Utile 33

Conto economico Merci c/vendite

Merci c/acquisti Merci c/acquisti Merci c/vendite

(3) 60.000 60.000 100.000

60.000 (S) 100.000 (4)

(S)100.000

F.F.R. (impianti)

50.000

F.F.R. (impianti)

50.000 (S)

(3) 50.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 110.000

Merci c/acquisti A 60.000

F.F.R. (impianti) A 50.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/vendite D 100.000

Conto economico A 100.000

34

Perdita di esercizio

Conto economico

Merci c/acquisti Merci c/vendite 10.000

60.000 100.000

10.000 (S)

F.F.R. (impianti)

50.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Perdita d’esercizio D 10.000

Conto economico A 10.000

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 100.000

Merci c/acquisti 60.000 Perdita di esercizio 10.000

F.F.R. (impianti) 50.000 Tot. Ricavi 110.000

Tot. Costi 110.000 35

Risultato extra-contabile

Ricavi di vendita delle merci 100.000

• Costo di acquisto dei fattori della produzione, ossia:

• il costo delle merci vendute 60.000

 il consumo dei F.F.R.

 (detto tecnicamente ammortamento) 10.000 70.000

di esercizio 30.000

•Utile Risultato contabile

Conto economico

RICAVI

COSTI Merci c/vendite 100.000

Merci c/acquisti 60.000 Perdita di esercizio 10.000

F.F.R. (impianti) 50.000 Tot. Ricavi 110.000

Tot. Costi 110.000

Presentiamo, a questo punto, i procedimenti di storno dei F.F.R. che sono, come per le

rimanenze di merci:

il procedimento della rettifica diretta;

• 36

il procedimento della rettifica indiretta.

• Rettifica diretta (primo procedimento):

Consiste nel rettificare il conto F.F.R. (impianti) del costo dell’impianto che non è

• stato utilizzato, e quindi consumato, nel corso dell’esercizio; tale valore

rappresenta le rimanenze di F.F.R. al 31 Dicembre 20X0.

Modalità della rettifica

La rettifica viene effettuata scrivendo la quota di costo del F.F.R. che non è stata

• utilizzata nella sezione avere del conto F.F.R. (impianti) e, per contropartita, nel

dare del conto Impianti in rimanenza;

Dopo tale rettifica il conto impianti esprime il consumo di tale bene nell’esercizio

• e viene quindi chiuso tra i componenti negativi di reddito;

Tale scrittura e, quindi, la rettifica diretta si può fare solo prima della chiusura dei

• F.F.R.

F.F.R. nel Conto economico. (impianti)

Impianti in rimanenza (2) 50.000 40.000

40.000 40.000

COMPONENTE

DEL CAPITALE 10.000

COMPONENTE

DEL REDDITO DARE AVERE

D 40.000

Impianti in rimanenza A 40.000

F.F.R. (impianti) 37

Conto economico Merci c/vendite

Merci c/acquisti Merci c/acquisti Merci c/vendite

(3) 60.000 60.000 100.000

60.000 (S) 100.000 (4)

(S)100.000

F.F.R. (impianti)

10.000

F.F.R. (impianti)

40.000

50.000 10.000 (S) DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 70.000

Merci c/acquisti A 60.000

F.F.R. (impianti) A 10.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/vendite D 100.000

Conto economico A 100.000

38

Conto economico Utile di esercizio

Merci c/acquisti Merci c/vendite

60.000 100.000 30.000

F.F.R. (impianti)

10.000

(S) 30.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 30.000

Utile d’esercizio A 30.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 60.000 Vendite di merci 100.000

F.F.R. (impianti) 10.000

Utile di esercizio 30.000

Tot. comp. negativi 100.000 Tot. comp. positivi 100.000 39

Stato patrimoniale

ATTIVO (O INVESTIMENTI) FONTI DI FINANZ.TO

Denaro 110.000 Capitale sociale 120.000

Impianti in rimanenza* 40.000 Utile di esercizio 30.000

Tot. Inv.ti 150.000 Tot. Fonti 150.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 60.000 Vendite di merci 100.000

F.F.R. (impianti) 10.000

Utile di esercizio 30.000

Tot. comp. negativi 100.000 Tot. comp. positivi 100.000

(*) Normalmente, nello Stato patrimoniale, si iscrive il conto Impianti, senza la locuzione “in rimanenza”

40

Rettifica diretta (secondo procedimento, obbligatorio secondo il Codice Civile):

Consiste nel rettificare il conto F.F.R. (impianti) del costo che è stato utilizzato e

• quindi consumato nel corso dell’esercizio, consumo che, tecnicamente, prende la

denominazione di ammortamento impianti.

Tale rettifica viene effettuata scrivendo il consumo del F.F.R. nella sezione avere del

• conto F.F.R. (impianti) e, per contropartita, nel dare del conto Ammortamento

impianti ;

Dopo tale rettifica, il conto Impianti esprime il costo di tale bene che viene rinviato al

• futuro e viene quindi chiuso tra le attività dello Stato patrimoniale;

Tale scrittura e, quindi, la rettifica diretta si può fare solo prima della chiusura dei

• F.F.R. nello Stato patrimoniale. F.F.R.

Amm.to impianti (impianti)

10.000 (2) 50.000 10.000

40.000

COMPONENTE

DEL CAPITALE 10.000

COMPONENTE

DEL REDDITO DARE AVERE

31/12/20X0

Ammortamento impianti D 10.000 41

F.F.R. (impianti) A 10.000

Conto economico Merci c/vendite

Merci c/acquisti Merci c/acquisti Merci c/vendite

(3) 60.000 60.000 100.000

60.000 (S) 100.000 (4)

(S)100.000

Amm.to imp.ti

10.000

Ammortamento impianti

10.000 (S)

10.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 70.000

Merci c/acquisti A 60.000

Ammortamento impianti A 10.000

DARE AVERE

31/12/20X0

Merci c/vendite D 100.000

Conto economico A 100.000

42

Conto economico Utile di esercizio

Merci c/acquisti Merci c/vendite

60.000 100.000 30.000

Amm.to imp.ti

10.000

(S) 30.000 DARE AVERE

31/12/20X0

Conto economico D 30.000

Utile d’esercizio A 30.000

Conto economico

COMPONENTI NEGATIVI COMPONENTI POSITIVI

F.F.S. (merci c/acquisti) 60.000 Vendite di merci 100.000

Amm.to impianti 10.000

Utile di esercizio 30.000

Tot. comp. negativi 100.000 Tot. comp. positivi 100.000 43


PAGINE

80

PESO

1.07 MB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE DISPENSA

Materiale didattico del Prof. Sarcone relativo al corso di Ragioneria per l'anno accademico 2011.
L'esercitazione svolta tratta le operazioni di assestamento, vale a dire le scritture di rettifica (o di storno) e le scritture di integrazione, che individuano i costi e i ricavi di competenza economica dell'esercizio.


DETTAGLI
Esame: Ragioneria
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in economia e management
SSD:
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Ragioneria e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Tor Vergata - Uniroma2 o del prof Sarcone Salvatore.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Ragioneria

Ragioneria - Ratei e risconti
Esercitazione
Eccezioni al criterio del costo
Dispensa
Strutture di conto economico
Dispensa
Principi contabili internazionali
Dispensa